A- A+
Geopolitica
Europa Centrale:Kurz ok,exploit Baudet,esonda la destra fiamminga,male Juncker

Europee, risultati Austria: vince Kurz ma il governo traballa. Giù Strache

"Wir haben gewonnen" ("noi abbiamo vinto"). E' questo il grido vittorioso che si ode nelle sedi della OeVP. La Oesterreichische Volkspartei (OeVP), il partito popolare austriaco del 'Kaiser' Sebastian Kurz, ha vinto le elezioni europee in Austria con il 34,9% (e' gia' compreso il volo per corrispondenza) facendo cosi' segnare un incremento del 7,9 % rispetto a cinque anni fa. Le previsioni degli exit pool del pomeriggio vengono cosi' confermate. I Popolari sono stati i piu' votati nello "schiacciato" territorio tra Germania ed Italia che va dal lago di Costanza fino a Vienna staccando di oltre dieci punti percentuali i socialdemocratici della SPOe (23,4%) che registrano un leggero calo (-0,7%) rispetto al 2014. Terza forza politica la FPOe con il 17,2%. Il partito liberale, populista ed euroscettico ha pagato lo scandalo dell'Ibiza-gate degli ultimi giorni costato la carica di vice cancelliere e leader del partito ad Heinz-Christian Strache. Rispetto al 2014 una flessione del 2,5%. Seguono i Verdi con il 14,0% (-0,6%), NEOS con l'8,7% e KPOe (0,8%). Nel Parlamento europeo la OeVP avra' 7 seggi (2 in piu' rispetto alla passata legislatura), la SPOe conferma i suoi 5, la FPOe da 4 scende a 3, i Verdi da 3 scendono a 2 e NEOS conferma il suo seggio. Circa il dato della FPOe, seppur in calo, il segretario generale Harald Vilimsky ha detto che "questo dimostra quanto sia alto il nostro potenziale elettorale". Si attendeva qualcosa di piu' la SPOe che non ha beneficiato dello scandalo-Ibiza. Il vincitore e' senza dubbio il cancelliere Kurz premiato dall'elettorato dopo una settimana molto intensa e soprattutto difficile. Il video-scandalo risalente al luglio 2017, ma reso noto solo pochi giorni prima delle elezioni Europee, ritraeva Strache in un salotto di una villa di Ibiza dialogare e promette appalti ad Aljona Makarowa, sedicente nipote di un oligarca russo. Un filmato che ha causato prima la rottura della coalizione di governo tra OeVP e FPOe, quindi la dimissione in blocco dei ministri della FPOe, ed infine la decisione di indire elezioni anticipate ai primi di settembre. Dell'ottimo risultato delle Europee, Kaiser Kurz dovra' fare tesoro. Domani il cancelliere e' subito atteso in Parlamento per la fiducia - tutt'altro che scontata - dopo la mozione di sfiducia presentata dal partito 'Jetzt'. Se verra' sfiduciato sarebbe la prima volta nella storia per un cancelliere in carica. 

Europee, Olanda: vince Timmermans. Exploit del populista Baudet, flop Wilders

I risultati provvisori in Olanda confermano le stime e gli exit poll di ieri, con i Laburisti (PvdA - Partij van de Arbeid) che conquistano il 19,00% e sei seggi. Crolla, invece, il Pvv di Geert Wilders, populista di destra anti immigrazione (gruppo Enf) che non ottiene neanche un seggio. Secondo il Partito della Libertà e Democrazia del VVD (14,60%) con quattro seggi. Stesso risultato in termini di eurodeputati per i Cristianodemocratici (Cda) 12,10%. Il 10,9% va ai Verdi di GroenLinks con tre seggi. Il Forum per la Democrazia (FvD, destra euroscettica) ha ottenuto il 10,90%, tre seggi. I liberali di sinistra D66 - Democraten 66 hanno ottenuto il 7,00% con due seggi. La Coalizione Coalition CU (6,80%, due seggi), gli animalisti e i pensionati un seggio. Il Partito per la Liberta' (Pvv) di Geert Wilders, alleato della Lega di Matteo Salvini, alle Europee in Olanda. Secondo Europe Elects, con l'85% dei voti contati, la formazione registra il suo record piu' basso e non raggiunge la soglia del 3,85% restando senza seggio all'Eurocamera.

Belgio, europee e politiche: esonda l'estrema destra fiamminga, giù Michel

Secondo i risultati provvisori forniti dal Parlamento europeo per il Belgio, in testa alle preferenze c'è il partito di destra, Nuova alleanza fiamminga (N-VA) con il 13,51% e tre seggi. Poco distante e sempre con tre eurodeputati, a sorpresa rispetto ai sondaggi il partito sovranista Interesse Fiammingo (VI.Belang - Vlaams Belang) con l'11,53%. Terzi i Socialisti con il 10,46% e due seggi, poco distanti con il 9,55% i Liberaldemocratici. In netto calo rispetto ai sondaggi i Cristianodemocratici (CD&V) con due seggi e l'8,72%. Segue la Confederazione ecologista ECOLO (Verdi francofoni,7,79%) con due seggi. Altrettanti eurodeputati per il Movimento riformatore del premier Michel (7,63%), mentre i Verdi fiamminghi ottengono un seggio con il 7,44%. Un posto nell'Europarlamento anche per i Socialisti (6,12%)e per il partito dei Lavoratori (5,70%). Ma in Belgio si votava anche per il parlamento, con il governo Michel caduto negli scorsi mesi. Netta affermazione dell'estrema destra fiamminga nelle elezioni politiche in Belgio: grazie a una crescita del 12% rispetto alle ultime consultazioni, il Vlaams Belang diventa il secondo partito del Parlamento delle Fiandre dietro all'altro partito di destra, l'N-VA al governo insieme al partito del premier Louis Michel, che ha perso il 6%. In Vallonia calo dei socialisti (al 25%) mentre i Verdi di Ecolo crescono del 6,4% e arrivano al 15%.

Europee, Irlanda: pieno di consensi per Varadkar. Passa il divorzio morbido

Il Fine Gael (Ppe, europeista) del premier Leo Varadkar si conferma primo partito nella piccola Irlanda alle elezioni Europee, secondo le proiezioni aggiornate di queste ore, con un 29% di voti e una previsione di 4 seggi. Mentre restano al palo gli storici rivali del Fianna Fail (Alde) che nelle parallele elezioni locali sono testa a testa col partito di governo, ma alle Europee rischiano di cedere persino il secondo posto ai Verdi, che volano dall'1,6 al 15%: per di piu' con 2 seggi probabili (contro solo uno del Fianna Fail) grazie alla concentrazione dei loro consensi in una delle tre circoscrizioni nazionali del Paese, quella di Dublino. Altri due seggi dovrebbero andare allo Sinn Fein (sinistra nazionalista), pur in calo dal 15 al 13%, e due a indipendenti di sinistra (tutti e 4 destinati al gruppo europeo Gue/Ngl). Nessuna forza euroscettica di rilievo era in corsa nel Paese, dove l'affluenza resta attorno al 50%. In totale l'Irlanda elegge 13 deputati: due dei quali pero' congelati finche' il Regno Unito non concedera' la sua quota ratificando la Brexit. L'82% degli irlandesi ha votato sì alla liberalizzazione della legge sul divorzio, che attualmente prevede un periodo di separazione di quattro anni, nell'arco degli ultimi cinque, per poter chiedere il divorzio. Questa clausola verrà cancellata. Il divorzio è stato legalizzato in Irlanda soltanto nel 1995, con una maggioranza risicata del 50,3%. Il referendum di venerdì è l'ultima di una serie di misure che riflettono un Paese che cambia, tra queste il referendum sull'aborto e la legge sulle unioni tra persone dello stesso sesso nel 2015. 

Europee, Lussemburgo: ok i Liberali. Flop storico per il partito di Juncker

I liberali del Partito Democratico (Dp) sono il primo partito del Lussemburgo alle Europee con il 21,4% e scavalcano i cristiano-sociali (Csv) del presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, che si fermano al 21,1%. Sono i risultati definitivi del Granducato diffusi da Europe Elects. Il Csv ha fatto registrare un calo dei suffragi del 16,5% rispetto al 2014: si tratta del peggior risultato nella storia del partito cristiano-sociale. Migliora invece la posizione dei liberali, che balzano dal terzo al primo posto rispetto a cinque anni fa (+7%). Positiva anche la prestazione dei Verdi, al terzo posto con il 18,9% (dal 15,01% del 2014). Piu' distanti, al 12,2%, i socialisti del Partito Operaio (in linea con il 2014). In aumento le frange sovraniste: il Partito Riformista di Alternativa Democratica passa dal 7,53 al 10%, mentre gli estremisti di destra dei Pirati raddoppiano quasi i loro consensi, dal 4,2 al 7,7%. Volt, la nuova formazione giovanile paneuropea, si ferma al 2,11%.

Commenti
    Tags:
    elezioni europee 2019elezioni europee 2019 risultatiaustriabelgioolandalussemburgoirlandamaltaciprojuncker
    Loading...
    in evidenza
    Chiara Ferragni senza reggiseno Nude look intrigante. Le foto

    Belen, Giulia de Lellis e... Gallery

    Chiara Ferragni senza reggiseno
    Nude look intrigante. Le foto

    i più visti
    in vetrina
    X Factor 2019, Achille Lauro: "Su Anastasio ho sbagliato. Mara Maionchi non mi ascolti più"

    X Factor 2019, Achille Lauro: "Su Anastasio ho sbagliato. Mara Maionchi non mi ascolti più"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Al Salone Auto e Moto d’Epoca 2019, la prima volta di Seat

    Al Salone Auto e Moto d’Epoca 2019, la prima volta di Seat


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.