A- A+
Geopolitica
Elezioni Sudafrica, Ramaphosa vince ma perde voti. Il lungo declino dell'Anc

Sempre al potere, ma con un processo di erosione dei consensi che prosegue inesorabile. Il Sudafrica non è un paese come gli altri. La rivoluzione anti apartheid di Nelson Mandela ha cambiato per sempre la sua storia elevandolo a simbolo di sperenza a giustizia per un intero continente e non solo. Ora il Sudafrica non è più nemmeno lo stesso paese di "Madiba". 

ELEZIONI SUDAFRICA: VINCE L'ANC DI RAMAPHOSA, MA PERDE VOTI

Mentre si contanto ancora le schede delle elezioni di mercoledì 8 maggio, è ormai chiaro che l'Anc (African National Congress), lo storico partito protagonista di quella rivoluzione al governo ininterrottamente dal 1994 a oggi, ha vinto e Cyril Ramaphosa resterà presidente del Sudafrica. Ma allo stesso tempo appare chiaro che l'Anc continua a perdere voti e dovrebbe restare sotto al fatidico 60 per cento che ha sempre rappresentato la soglia minima per un partito indissolubilmente legato a un momento storico fondamentale per la storia del paese.

IL DISASTRO ECONOMICO DELL'ERA ZUMA

Nel 2014 l'Anc aveva conquistato il 62 per cento dei voti, in calo rispetto alle elezioni del 2009 e lontanissimo dallo storico 69 per cento del 2004. D'altronde nel frattempo ci sono stati i terribili nove anni di governo di Jacob Zuma, durante i quali il debito pubblico è passato dal 26 al 56 per cento e il pil pro capite è ora persino più basso di quello del 2013. Per non parlare della disoccupazione. Basterebbe un dato per capire la portata del disastro economico di Zuma: il Sudafrica ha lo 0,8 per cento della popolazione globale e il 3,2 per cento dei disoccupati, per un dato totale del 27 per cento. Circa il 40 per cento dei giovani tra i 15 e i 34 anni non ha un lavoro. Chiaro che in questo scenario le vecchie tensioni sociali siano almeno in parte riemerse.

IL DECLINO DEL PARTITO DI MANDELA

Ramaphosa, 66enne considerato un "delfino" di Mandela, è subentrato a Zuma nel dicembre 2017, ha provato ad avviare una difficile rivoluzione interna all'Anc sporcato da molteplici casi di corruzione. Impresa riuscita solo a metà, e premiata solo in parte dagli elettori. L'Anc può infatti sempre contare sullo zoccolo duro di chi ricorda questo partito come il protagonista della lotta anti apartheid. Ma molti giovani guardano altrove.

LA (LENTA) CRESCITA DELL'OPPOSIZIONE

Il principale partito di opposizione, la Da (Democratic Alliance) è in crescita, ma in maniera meno vigorosa rispetto alle proprie speranze e dovrebbe fermarsi ben al di sotto del 30 per cento (dopo aver raggiungo il 22 per cento. Il partito è guidato dal 2015 da un leader di colore, Mmusi Maimane, ma viene ancora in parte identificato come una forza politica dell'elite bianca, anche se alle elezioni municipali del 2016 ha conquistato per la prima volta la guida delle due città più importanti, Johannesburg e Pretoria.

SPUNTA LA SINISTRA RADICALE

Migliora invece la sinistra radicale. L'Eff (Economic Freedom Fighters) dovrebbero arrivare intorno al 10 per cento, affermandosi come terza forza all'interno della variegata costellazione di 48 partiti presentatisi alle elezioni, a soli cinque anni di distanza dalla propria fondazione. Ma anche loro dovrebbero essere al di sotto dei sondaggi della viglia che li attestavano tra l11 e il 15 per cento.

L'era di Mandela sembra comunque lontana. Spetta a Ramaphosa il tentativo di rilanciare l'economia di un paese in grave frenata e ridare fiducia alle nuove generazioni. Sarà tutt'altro che semplice.

twitter11@LorenzoLamperti

Commenti
    Tags:
    elezioni sudafricaelezioni sudafrica risultatielezioni sudafrica latest pollselezioni sudafrica exit pollsouth africa election resultsramaphosamandela
    Loading...
    in evidenza
    FRANCESCA MANZINI, CHE LEZIONE NUDA CONTRO IL BODYSHAMING

    Le foto e post dell'imitatrice

    FRANCESCA MANZINI, CHE LEZIONE
    NUDA CONTRO IL BODYSHAMING

    i più visti
    in vetrina
    WANDA NARA, CHE SCOLLATURA. GIULIA DE LELLIS TOPLESS E... Le foto delle Vip

    WANDA NARA, CHE SCOLLATURA. GIULIA DE LELLIS TOPLESS E... Le foto delle Vip


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Opel Corsa è “Auto aziendale dell’anno”

    Nuova Opel Corsa è “Auto aziendale dell’anno”


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.