A- A+
Geopolitica
Trade war, la tregua salta su Hong Kong. Ira Cina sul Democracy Act Usa

Hong Kong: ok Camera Usa a legge pro-democrazia. Cina,"indignazione"

La Camera dei Rappresentanti Usa ha approvato una legge a sostegno delle proteste per la democrazia ad Hong Kong, denominata 'Democracy Act', che ora passerà al vaglio del Senato pronto a ratificarla. Una mossa che ha immediatamente sollevato l'ira di Pechino.    

La Cina ha espresso “forte indignazione” e “ferma opposizione” e minacciato rappresaglia nei confronti degli Stati Uniti se il provvedimento diventerà legge. Lo ha dichiarato il portavoce del Ministero degli Esteri di Pechino, Geng Shuang, in una nota diffusa ai media statali cinesi, dopo che il disegno di legge ha passato l’esame della Camera dei Rappresentanti Usa.

“Se il disegno di legge verrà approvato danneggerà non sol gli interessi cinesi, ma anche le relazioni sino-statunitensi e gli interessi degli Stati Uniti”, si legge nella nota a firma del portavoce del Ministero degli Esteri, Geng Shuang, e la Cina “prenderà sicuramente misure efficaci a contrasto e per salvaguardare fermamente i suoi interessi di sovranità, sicurezza e sviluppo”. Se verrà approvato, lo Hong Kong Human Rights and Democracy Act, comporterà una revisione annuale dello status speciale conferito dagli Usa a Hong Kong in virtù di una legge del 1992, e permetterà di sanzionare economicamente i funzionari cinesi e di Hong Kong ritenuti responsabili di violazioni dei diritti di base garantiti all’ex colonia britannica dopo il ritorno alla Cina, nel 1997.

Hong Kong: Cina a Usa, contromisure sul Democracy Act

La Cina minaccia indefinite "forti contromisure" qualora il Congresso Usa approvi l'Hong Kong Human Rights and Democracy Act di sostegno al movimento pro-democrazia dell'ex colonia dopo il via libera di ieri della Camera. "Vorrei sottolineare ancora che in risposta alle errate decisioni e alle scorrette pratiche degli Usa di danneggiare gli interessi della Cina, prenderemo decisamente forti contromisure per difendere la nostra sovranita'", ha detto il portavoce del ministero degli Esteri Geng Shuang. "Lo saprete", ha replicato alla richiesta di chiarimenti sulle misure.

Dazi: in dubbio aumento acquisti cinesi di prodotti agricoli Usa

Restano forti dubbi sull'impegno di Pechino ad aumentare di 50 miliardi di dollari l'acquisto di prodotti agricoli Usa.Lo rivela il Wall Street Journal, secondo il quale lo scetticismo riguarda l'entita' degli acquisti, i tempi per effettuarli e soprattutto cio' che la Cina potrebbe chiedere in cambio a Washington. Pechino intenderebbe infatti usare questi acquisti come una leva per spingere gli Stati Uniti a rinunciare all'introduzione di nuove tariffe del 15%su 156 miliardi di dollari beni di consumo, che dovrebbero entrare in vigore a partire dal 15 dicembre.

I negoziatori cinesi, secondo le fonti citate dal Wsj, continuano a dire che gli acquisti devono essere basati sulla domanda effettiva di Pechino e su prezzi equi. I circa 50 miliardi di dollari in piu' di acquisti di prodotti Usa sbandierati dal presidente Donald Trump vanno ben oltre cio' che la Cina ha storicamente speso in un anno e probabilmente per essere realizzato richiederebbe pesanti aiuti pubblici alle sue aziende statali. "L'incertezza e' ancora presente", afferma John Frisbie, amministratore delegato della societa' di consulenza internazionale Hills & Company ed ex presidente del Consiglio commerciale Usa-Cina. Il portavoce del ministero degli Esteri cinese Geng Shuang ha assicurato ai giornalisti che Pechino avrebbe intensificato gli acquisti di prodotti agricoli statunitensi ma senza fornire ulteriori dettagli. Le esportazioni statunitensi di soia, sorgo, carne di maiale e altri prodotti agricoli in Cina hanno raggiunto il picco nel 2013 a circa 29 miliardi di dollari, scendendo a 24 miliardi di dollari nel 2017 prima dell'inizio della guerra commerciale. Tali esportazioni sono precipitate a 9,2 miliardi di dollari negli ultimi 12 mesi, secondo i dati del Dipartimento del Commercio Usa.

Hong Kong: caos in Parlamento, Lam non fa discorso e lascia l'aula

Caos al parlamento di Hong Kong, dove la leader della Regione amministrativa speciale cinese, Carrie Lam, era attesa per il discorso di indirizzo, che non ha potuto pronunciare per le proteste dei parlamentari pro-democratici e che invece verrà diffuso via video. Pochi minuti dopo il suo ingresso nell’aula dell’Assemblea legislativa, il Parlamento di Hong Kong, la riunione è stata sospesa, prima ancora che Lam potesse iniziare a parlare.  Tra le manifestazioni di protesta, due parlamentari pro-democratici hanno indossato maschere raffiguranti il presidente cinese, Xi Jinping, e altri parlamentari del Civic Party si sono presentati con t-shirt con la scritta “cinque richieste, non una di meno”, slogan dei manifestanti di Hong Kong che protestano da oltre quattro mesi nella città semi-autonoma. Tra le richieste vi sono il ritiro della legge sull’estradizione, confermato da Lam il mese scorso, la creazione di una commissione di indagine indipendente sull’operato della polizia di Hong Kong nella gestione delle proteste e le libere elezioni.  Poco dopo essersi allontanata, Lam è tornata in aula, ma ancora una volta è stata sovrastata dalle proteste, e ha lasciato la sede dell’Assemblea legislativa, scortata dalla sicurezza mentre veniva presa di mira da alcuni parlamentari, tra loro chi scagliandole cartelli di protesta. Il presidente del parlamento, Andrew Leung, ha deciso di aggiornare la seduta.

Commenti
    Tags:
    hong kongcinacarrie lamtrade warusa cinacina usadonald trumpxi jinping
    Loading...
    in evidenza
    Taylor Mega lato B da urlo La modella fa gol in bikini. VIDEO

    Influencer manda il web in delirio

    Taylor Mega lato B da urlo
    La modella fa gol in bikini. VIDEO

    i più visti
    in vetrina
    VANESSA INCONTRADA SEXY. "FEMMINA SUBLIME". MARCUZZI SENZA REGGISENO. FOTO

    VANESSA INCONTRADA SEXY. "FEMMINA SUBLIME". MARCUZZI SENZA REGGISENO. FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Opel: di… Corsa, destinazione futuro

    Opel: di… Corsa, destinazione futuro


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.