A- A+
Geopolitica
Huawei investirà 3,1 miliardi in 3 anni."Golden power?Chiediamo regole giuste"
La sede di Huawei a Milano

Huawei: Miao, in tre anni investiremo 3,1 mld dollari in Italia

Huawei investira' 3,1 miliardi di dollari in Italia fra il 2019 e il 2021. A spiegarlo l'a.d. in Italia del gruppo cinese, Thomas Miao, durante un incontro a Milano. "Investiremo 1,9 miliardi nell'acquisto di forniture: vogliamo comprare sempre piu' da partner locali. Oltre a questo investiremo 1,2 miliardi di dollari in marketing and operations e 52 milioni in ricerca e sviluppo", ha detto. L'azienda, ha continuato, "creera' tremila posti di lavoro: mille diretti e duemila indiretti". "Solo da Stm abbiamo realizzato acquisti per 290 milioni e vogliamo crescere", ha concluso Miao.

Italia-Cina: Miao (Huawei), saranno sempre piu' vicine

Italia e Cina sono complementari dal punto di vista economico e saranno sempre piu' vicine. A esserne convinto l'a.d. di Huawei in Italia, Thomas Miao. "Sono due Paesi che da un punto di vista economico sono ben accoppiati. L'Italia ha bisogno della Cina e la Cina ha bisogno dell'Italia: da un punto di vista commerciale sono molto ottimista", ha detto. "Da ora i due Paesi saranno sempre piu' vicini", ha concluso. 

5G: Miao (Huawei), regole trasparenti e giuste per golden power

"Voglio chiedere regole trasparenti, efficienti e giuste per il golden power sul 5G". A chiederlo, rivolto al governo, l'ad di Huawei in Italia, Thomas Miao. "Ora si applica solo ai fornitori non europei. Dovrebbe essere applicato a tutti perche' la tecnologia e' neutrale. Deve essere collegato a tutti gli attori per essere sicuri di avere dal primo giorno una rete sicura e affidabile. E' una necessita' per il Paese essere pronto prima del lancio", ha aggiunto, spiegando che le regole sul tema non sono chiare e citando l'estensione del periodo di approvazione dei fornitori che "non rappresenta una semplificazione". 

Huawei: Miao, non vedo problemi in Italia per tensioni con Usa

In Italia Huawei non si aspetta problemi in seguito a quelli avuti negli Stati Uniti. A dirlo l'ad Thomas Miao, che ha citato le "politiche trasparenti e aperte" del governo. "Abbiamo un approccio sostenibile alla catena di forniture, con un piano A e un piano B: non importa se avremo le forniture americane, riusciremo comunque a garantire l'equipaggiamento", ha continuato. In ogni caso "aspettiamo buone notizie e speriamo di poter finalmente applicare il piano A perche' il piano B e' pensato per il peggior scenario e nessuno vuole il peggior scenario" . Anche con i partner italiani e' "business as usual", ha concluso Miao. 

Commenti
    Tags:
    huaweiinvestimentocinaitalia
    in evidenza
    Heidi Klum, Taylor Mega e poi... Tutti i topless da urlo (e non solo)

    Belen, Diletta Leotta e... GALLERY

    Heidi Klum, Taylor Mega e poi...
    Tutti i topless da urlo (e non solo)

    i più visti
    in vetrina
    LADY GAGA E BRADLEY COOPER: LA VENDETTA DI IRINA SHAYK! LADY GAGA NEWS

    LADY GAGA E BRADLEY COOPER: LA VENDETTA DI IRINA SHAYK! LADY GAGA NEWS


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Astra debutta in anteprima mondiale a Francoforte 2019

    Nuova Astra debutta in anteprima mondiale a Francoforte 2019


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.