A- A+
Geopolitica
Huawei investirà 3,1 miliardi in 3 anni."Golden power?Chiediamo regole giuste"
La sede di Huawei a Milano

Huawei: Miao, in tre anni investiremo 3,1 mld dollari in Italia

Huawei investira' 3,1 miliardi di dollari in Italia fra il 2019 e il 2021. A spiegarlo l'a.d. in Italia del gruppo cinese, Thomas Miao, durante un incontro a Milano. "Investiremo 1,9 miliardi nell'acquisto di forniture: vogliamo comprare sempre piu' da partner locali. Oltre a questo investiremo 1,2 miliardi di dollari in marketing and operations e 52 milioni in ricerca e sviluppo", ha detto. L'azienda, ha continuato, "creera' tremila posti di lavoro: mille diretti e duemila indiretti". "Solo da Stm abbiamo realizzato acquisti per 290 milioni e vogliamo crescere", ha concluso Miao.

Italia-Cina: Miao (Huawei), saranno sempre piu' vicine

Italia e Cina sono complementari dal punto di vista economico e saranno sempre piu' vicine. A esserne convinto l'a.d. di Huawei in Italia, Thomas Miao. "Sono due Paesi che da un punto di vista economico sono ben accoppiati. L'Italia ha bisogno della Cina e la Cina ha bisogno dell'Italia: da un punto di vista commerciale sono molto ottimista", ha detto. "Da ora i due Paesi saranno sempre piu' vicini", ha concluso. 

5G: Miao (Huawei), regole trasparenti e giuste per golden power

"Voglio chiedere regole trasparenti, efficienti e giuste per il golden power sul 5G". A chiederlo, rivolto al governo, l'ad di Huawei in Italia, Thomas Miao. "Ora si applica solo ai fornitori non europei. Dovrebbe essere applicato a tutti perche' la tecnologia e' neutrale. Deve essere collegato a tutti gli attori per essere sicuri di avere dal primo giorno una rete sicura e affidabile. E' una necessita' per il Paese essere pronto prima del lancio", ha aggiunto, spiegando che le regole sul tema non sono chiare e citando l'estensione del periodo di approvazione dei fornitori che "non rappresenta una semplificazione". 

Huawei: Miao, non vedo problemi in Italia per tensioni con Usa

In Italia Huawei non si aspetta problemi in seguito a quelli avuti negli Stati Uniti. A dirlo l'ad Thomas Miao, che ha citato le "politiche trasparenti e aperte" del governo. "Abbiamo un approccio sostenibile alla catena di forniture, con un piano A e un piano B: non importa se avremo le forniture americane, riusciremo comunque a garantire l'equipaggiamento", ha continuato. In ogni caso "aspettiamo buone notizie e speriamo di poter finalmente applicare il piano A perche' il piano B e' pensato per il peggior scenario e nessuno vuole il peggior scenario" . Anche con i partner italiani e' "business as usual", ha concluso Miao. 

Commenti
    Tags:
    huaweiinvestimentocinaitalia
    Loading...
    in evidenza
    Usa, è morto Kobe Bryant Schianto con il suo elicottero

    Cronache

    Usa, è morto Kobe Bryant
    Schianto con il suo elicottero

    i più visti
    in vetrina
    "Santelli sexy se non l'ha data a Silvio. Borgonzoni? Molto figa"

    "Santelli sexy se non l'ha data a Silvio. Borgonzoni? Molto figa"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nissan LEAF NISMO RC debutta in Europa

    Nissan LEAF NISMO RC debutta in Europa


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2020 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.