A- A+
Geopolitica
Cina, Italia pronta ad aderire alla Nuova Via della Seta. Usa permettendo
Foto: LaPresse

ITALIA PRONTA AD ADERIRE ALLA NUOVA VIA DELLA SETA

La Nuova Via della Seta è pronta a entrare nel G7. Più precisamente in Italia. La prossima visita del presidente Xi Jinping in Italia, che dovrebbe avvenire tra il 22 e il 24 marzo, potrebbe segnare un momento di svolta per le relazioni tra il nostro Paese e Pechino. La firma potrebbe arrivare in Sicilia, a Palermo, che nella mappa del progetto cinese è uno snodo fondamentale per approdare al Mediterraneo e all'Europa. E un'occasione anche simbolica per il governo italiano per dare un messaggio di ripartenza del meridione. Ma ora pare che la tappa siciliana sia più che altro "privata" e che dunque l'eventuale adesione possa essere sottoscritta a Roma

CHE COS'E' LA NUOVA VIA DELLA SETA

Dopo il rinvio dello scorso novembre, durante la visita del vicepremier Luigi Di Maio in Cina, si può arrivare alla firma del memorandum di intesa per il sostegno all'iniziativa One Belt One Road (Bri, il nome ufficiale della Nuova Via della Seta). Un colossale programma infrastrutturale, economico e diplomatico messo in piedi dal presidente Xi Jinping. Tra i Paesi dell'Unione europea hanno aderito finora Grecia, Ungheria e Portogallo. Ma l'ingresso dell'Italia sarebbe di tutt'altra portata. L'intenzione del governo è quella di favorire la crescita dell'export italiano in Cina, dove il mercato interno ora punta più sulla qualità rispetto a un tempo, con elevate possibilità di spesa. Un mercato nel quale l'Italia potrebbe fare molto di più.

I DUBBI DEI PARTNER EUROPEI E STATUNITENSI

Come spiegato da Alessia Amighini dell'Ispi in un'intervista ad Affaritaliani.it, permangono dei dubbi sull'opportunità di firmare il memorandum. L'Unione europea, qualche tempo fa, ha pubblicato un report che mostrava diverse perplessità sul punto. Angela Merkel ed Emmanuel Macron stanno provando a rispondere alla concorrenza dei colossi cinesi lavorando ai fianchi le ferree regole dell'antitrust europeo sulla formazione di giganti continentali (vedi il caso della mancata fusione Alstom-Siemens). "Siamo scettici sul fatto che l'appoggio del governo italiano possa portare a benefici economici duraturi al popolo italiano, e potrebbe finire per danneggiare la reputazione globale dell'Italia nel lungo periodo", ha dichiarato al Financial Times il portavoce del Consiglio di Sicurezza Nazionale degli Stati Uniti, Garrett Marquis, che ha chiesto agli alleati e ai partner, "inclusa l'Italia", di esercitare "pressioni sulla Cina per portare i suoi impegni di investimenti globali in linea con gli standard internazionali accettati e le migliori pratiche".

ITALIA NELLA NUOVA VIA DELLA SETA? IL TIMORE DEGLI USA

Ma il nodo è anche, se non soprattutto, (geo)politico. Gli Stati Uniti seguono con preoccupazione le mosse di Italia e Cina. Nell'ottica di Washington la Nuova Via della Seta non è solo un programma infrastrutturale e commerciale, ma molto di più. Secondo gli statunitensi si tratta di un progetto politico in grado di minacciare la loro leadership globale. Al di là dei possibili accordi, più o meno di facciata, sui dazi, Trump (e non solo lui) sono entrati in modalità "nuova guerra fredda" con Pechino. Oltreoceano sono tornati a ragionare su "sfere di influenza". L'ingresso dell'Italia nell'orbita cinese sarebbe, per Washington, un segnale preoccupante. Forse troppo per evitare che nelle settimane prima della visita di Xi Jinping non arrivino, più o meno informalmente, pressioni a lasciare il tappo sulla penna che dovrebbe firmare il memorandum.

twitter11@LorenzoLamperti

Commenti
    Tags:
    italia cinacina italiaone belt one roadnuova via della setanuova via della seta italianuova via della seta percorsoinvestimenti cinesi in italiausausa cinaxi jinping italiadi maiomatteo salvini
    in evidenza
    E' scontro Richard Gere-Salvini ' Baby Trump '. 'Buonista milionario'

    Migranti

    E' scontro Richard Gere-Salvini
    'Baby Trump'. 'Buonista milionario'

    i più visti
    in vetrina
    Harry e Meghan a Nizza col volo privato, ira ambientalisti. MEGHAN MARKLE NEWS

    Harry e Meghan a Nizza col volo privato, ira ambientalisti. MEGHAN MARKLE NEWS


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Opel Combo Cargo, con il sistema Surround Rear Vision addio angolo cieco

    Opel Combo Cargo, con il sistema Surround Rear Vision addio angolo cieco


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.