A- A+
Geopolitica
Liberia, la triste parabola di George Weah. Da idolo a presidente sotto accusa

Liberia: i leader della protesta lanciano un ultimatum a Weah 

Da campione e idolo simbolo di un'intera nazione a presidente sotto attacco. Ultimatum a George Weah: gli organizzatori delle proteste che venerdi' avevano portato migliaia di persone nelle strade per manifestare contro il governo del presidente George Weah hanno annunciato che concederanno al capo dello Stato un mese di tempo per soddisfare le loro richieste. Non e' chiaro quali saranno le mosse allo scadere dell'ultimatum. Nuovi cortei sono stati annunciati per domani. I leader della protesta hanno denunciato le autorita' per non aver permesso loro di presentare le proprie a Weah o alla sua vicepresidente Jewel Howard-Taylor, ex moglie dell'ex "signore della guerra" Charles Taylor (1997-2003). "Ci aspettiamo che il governo risponda alle nostre richieste entro un mese", ha detto uno dei leader del gruppo, Darius Dillon. Tra queste c'e' l'apertura di un procedimento penale contro il ministro delle Finanze Samuel Tweah e il governatore della Banca centrale di Liberia, Nathaniel Patray, per una controversa operazione monetaria lanciata nel 2018 e destinata a frenare l'inflazione.

Liberia, i motivi della protesta

Il "Consiglio dei patrioti" - questo il nome del gruppo che guida le proteste - chiede anche che venga reso nota l'esatto ammontare del patrimonio del presidente e della sua amministrazione. Da parte sua, la polizia ha anche annunciato di aver intentato una causa contro il deputato dell'opposizione Yekeh Kolubah, uno degli organizzatori della protesta del 7 giugno, che e' stato brevemente detenuto due giorni prima e 20 dei suoi sostenitori. Due giorni fa i manifestanti hanno chiesto misure per arginare la crisi economica, un tribunale speciale per processare i responsabili della guerra civile che ha devastato la Liberia tra il 1989 e il 2003 e rafforzare la lotta alla corruzione. Eletto successore del presidente Ellen Johnson Sirleaf (2006-2018) sulla base di un programma di alleviamento della poverta' e promettendo di lottare contro la corruzione, Weah, ex campione del Psg e del Milan, si e' detto consapevole delle difficolta' della popolazione, annunciando tra le altre cose il lancio di un programma di assistenza del Fondo monetario internazionale volto a stabilizzare l'economia.

Commenti
    Tags:
    liberiageorge weahpresidente
    in evidenza
    Katia, show fotonico in giardino E' la resa dei conti per tre...

    TEMPTATION ISLAND 'FINALE'

    Katia, show fotonico in giardino
    E' la resa dei conti per tre...

    i più visti
    in vetrina
    Valentina Bissoli scalda una New York bollente. La regina italiana degli Usa

    Valentina Bissoli scalda una New York bollente. La regina italiana degli Usa


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Missione Apollo 11: sulla luna c’era anche Ford

    Missione Apollo 11: sulla luna c’era anche Ford


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.