A- A+
Geopolitica
Libia, ok di Parigi all'attacco di Haftar. Il viaggio segreto del figlio
Foto: LaPresse

LIBIA, IL VIA LIBERA DELLA FRANCIA PRIMA DELL'ATTACCO DI HAFTAR?

Negli scorsi giorni Affaritaliani.it ha parlato molto dei legami tra la Francia e il generale Haftar, protagonista dell'offensiva contro la Tripoli di Serraj, il presidente riconosciuto dall'Onu e dall'Italia. Si era parlato anche di un vertice a Bengasi prima dell'avanzata al quale avrebbero partecipato dei francesi. Ora si sa qualcosa di più. Repubblica rivela che il 4 aprile, quattro giorni perima del viaggio a Roma e a poche ore dall'offensiva sulla capitale, il figlio di Haftar si sarebbe recato in Francia per chiedere sostegno. 

L'INCONTRO A PARIGI CON IL FIGLIO DEL GENERALE

Non è chiaro chi abbia incontrato gli emissari del generale ma un incontro in ogni caso ci sarebbe stato. Un incontro nel quale l'ipotesi è che sia arrivato il via libera, smentito comunque con forza dall'Eliseo. Ma i sospetti restano molti. Il legame tra Parigi e il generale Haftar è acclarato. E ieri c'è stata una polemica fortissima sulla dichiarazione Ue di condanna all'avanzata di Haftar che sarebbe stata bloccata proprio dalla Francia, che ancora una volta smentisce. 

Ma è un fatto che Angela Merkel abbia esplicitamente preso posizione contro l'attacco di Haftar in una dichiarazione che sa tanto di avvertimento a Parigi che in Libia ha molti interessi.

Libia: Francia blocca dichiarazione Ue su stop offensiva Haftar

Nella giornata di giovedì infatti la Francia avrebbe bloccato una dichiarazione dell'Ue che esortava il generale Khalifa Haftar a interrompere l'offensiva contro Tripoli. Lo sostengono fonti diplomatiche citate dalla Reuters che fa riferimento alla bozza di documento. Nel testo si sottolineava come l'attacco lanciato contro la capitale libica stia "mettendo in pericolo la popolazione civile, interrompendo il processo politico e rischiando un'ulteriore escalation con gravi conseguenze per la Libia e l'intera regione, compresa la minaccia terroristica".

Libia: Merkel condanna avanzata truppe Haftar

La cancelliera tedesca Angela Merkel ha avuto oggi una conversazione telefonica con il presidente libico Fayez al-Sarraj, riferisce il portavoce del governo tedesco Steffen Seibert in un comunicato.Merkel "ha condannato l'avanzata delle truppe del generale Haftar a Tripoli", si legge nella nota, che prosegue: "Il governo federale esorta il generale Haftar ed i suoi sostenitori a fermare immediatamente tutte le operazioni militari". La cancelliera tedesca, continua la nota diffusa dal portavoce di Angela Merkel, "ha riaffermato la convinzione che non ci puo' essere una soluzione militare in Libia. Il processo politico sotto l'egida delle Nazioni Unite deve proseguire. Ci si aspetta da tutte le parti la disponibilita' a negoziare".

Commenti
    Tags:
    libiahaftarfranciaparigitripoli
    in evidenza
    Kinsey Wolansky a tutto campo "Mai fatto film porno. E poi..."

    Sport

    Kinsey Wolansky a tutto campo
    "Mai fatto film porno. E poi..."

    i più visti
    in vetrina
    ASCOLTI TV, ITALIA-BRASILE A FORZA 7,3 MILIONI DI SPETTATORI. AUDITEL RECORD

    ASCOLTI TV, ITALIA-BRASILE A FORZA 7,3 MILIONI DI SPETTATORI. AUDITEL RECORD


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    La concept car Alfa Romeo Tonale si aggiudica il “Car Design Award 2019”

    La concept car Alfa Romeo Tonale si aggiudica il “Car Design Award 2019”


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.