A- A+
Geopolitica
Libia, ecco chi è il generale Haftar e perché la Francia lo sostiene

Libia, ecco chi è il generale Haftar: il militare che vuole conquistare Tripoli

Una figura controversa, enigmatica, con un senso della lealtà molto flessibile. Così è descritto il generale libico, Khalifa Haftar, che ha ordinato alle sue forze di entrare nella capitale libica Tripoli e che è considerato il grande nemico del governo di concordia nazionale di Fayez al-Serraj. Nato in Cirenaica 75 anni fa, comandante dell'autoproclamato Esercito nazionale libico (Lna) e uomo forte delle autorità di Tobruk, in passato ha aiutato il defunto Muammar Gheddafi nella sua ascesa al potere, nel golpe del 1969.

Dai rapporti con Gheddafi alla prigionia e alle relazioni con la Cia

E' stato capo di Stato Maggiore delle forze libiche fino al 1987, per poi essere scaricato dal colonnello dopo la guerra del Ciad: da prigioniero fu sconfessato da Gheddafi. Rilasciato nel 1990 grazie ai buoni uffici statunitensi, ha vissuto per anni negli Usa, dove - si dice - avrebbe collaborato con la Cia. Nel 1993, fu condannato in patria, in contumacia, alla pena capitale per "crimini contro la Jamāhīriyya libica".

Il sostegno di Egitto, Francia, Emirati Arabi Uniti e Russia

alla Virginia è tornato in Libia nel 2011, l'anno della rivolta contro Gheddafi, e presto è diventato uno dei principali comandanti dei ribelli nell'est. Nel maggio del 2014 ha lanciato da Bengasi l'Operazione Dignità contro le milizie islamiche, una "campagna contro i terroristi". Il 25 febbraio 2015, forte del sostegno politico e militare egiziano, viene nominato ministro della Difesa e capo di Stato Maggiore dal governo di Tobruk. Suoi grande sponsor, oltre all'Egitto anche gli Emirati Arabi Uniti e la Russia.

Libia, perché la Francia sostiene il generale Haftar

Ma il generale Haftar gode d un forte sostegno anche di un paese occidentale. Si tratta della Francia, che ha da subito preso le sue parti nel confronto con Serraj. Parigi punta su di lui perché è consapevole che si tratta dell'unica figura in grado di avere dalla sua milizie armate spontanee. Non solo. Ha anche il controllo logistico in aree ricche di pozzi di petrolio. Ne ha favorito le azioni nel Fezzan, per mettere in sicurezza i confini con Ciad e Algeria, altri due paesi strategici per Parigi. In particolare, l'interesse è quello di bloccare i progetti dei ribelli del Ciad che proprio dalle aree desertiche del sud della Libia dirigono i loro piani contro il presidente Déby, vicino alla Francia. 

Commenti
    Tags:
    libiagenerale haftarfranciarussia
    in evidenza
    Emma Marrone: "Mi devo fermare Ho un problema di salute"

    Spettacoli

    Emma Marrone: "Mi devo fermare
    Ho un problema di salute"

    i più visti
    in vetrina
    Fabrizio Corona, le prime immagini dal carcere. FOTO

    Fabrizio Corona, le prime immagini dal carcere. FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Nissan JUKE protagonista della Milano Fashion Week

    Nuovo Nissan JUKE protagonista della Milano Fashion Week


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.