A- A+
Geopolitica
Siria: Russia e Iran in disaccordo sul futuro dell'esercito di Assad
Foto LaPresse
Advertisement

Siria: il futuro dell'esercito di Damasco divide Russia e Iran 

Ormai quasi conclusa la guerra in Siria, deve essere ricostruito l'esercito di Damasco; e tra Iran e Russia potrebbe giocarsi a breve un vero e proprio braccio di ferro. Secondo uno studio compiuto da un istituto di ricerca di base a Istanbul (Independent Center for Foreign economic policy, Edam) il nuovo capo dell'esercito potrebbe essere il generale Suhail Al Hassan, conosciuto col nome de "La Tigre" (Al Nimr in arabo), sostenuto dai russi ma inviso all'Iran, l'altro alleato di Damasco. Il report, a cui hanno collaborato esperti di affari militari russi, e' stato pubblicato lo scorso dicembre col titolo di "Le Forze Tigre: l'unica speranza per Damasco", in riferimento al battaglione dell'Esercito siriano ("Quwwat al Nimr") guidato dallo stesso Al Hassan.   

Lo studio esprime preoccupazioni sulla solidita' del potere di Bashar Al Assad e sulle difficili condizioni dell'Esercito siriano, in particolare se rapportate all'ascesa delle milizie filo iraniane in Siria. Il presidente siriano con l'aiuto dei russi e' stato in grado di riprendere il controllo di gran parte del Paese in questi ultimi anni ma "l'apparente stabilita' e' ingannevole, perche' l'Esercito e' diventato debole e corrotto". Dei circa 100mila membri dell'Esercito siriano, solo 20-30mila sarebbero in grado di combattere in prima linea in contesti "caldi". Secondo stime russe, il salario mensile dei soldati semplici dell'Esercito di Assad arriva al massimo a 81 dollari, a fronte dei circa 130 che guadagnano i membri delle milizie filo iraniane.    

Il protagonismo in Siria di queste ultime ha avuto l'effetto di limitare le perdite e le defezioni nello stesso Esercito, anche grazie al coinvolgimento dell'imprenditore Rami Makhlouf, cugino di parte materna del presidente Bashar Al Assad. Nel report si consiglia la nomina di Suhail Al Hassan - descritto come il tramite tra i russi e i funzionari alawiti, oltre che con la Quinta divisione meccanizzata siriana - a capo dell'Esercito siriano, uno sviluppo che potrebbe creare problemi anzitutto all'interno del sistema di potere siriano: Maher al Assad (fratello di Bashar) non sarebbe infatti disposto a sottostare agli ordini di Al Hassan. La nomina del famigerato Maher a capo della Quarta divisione, la scorsa primavera, era coincisa con la decisione russa di far guidare allo stesso Al Hassan l'offensiva su Damasco, generando gia' al tempo malumori nel primo.    Scontenti della possibile nomina di Al Hassan, potrebbero essere anche gli iraniani, che in Siria stanno cercando di formare una milizia stabile - nata per sostenere l'Esercito siriano - sull'esempio di Hezbollah in Libano. Si tratta di un aspetto che divide concettualmente Mosca e Teheran: se i russi puntano sulla ricostruzione di uno Stato fortemente centralizzato, in grado di aver il monopolio della forza, gli altri vogliono "istituzionalizzare" le milizie, come fatto in parte in Iraq, dove le Unita' di Mobilitazione popolare (PMU) sono state inquadrate nell'Esercito iracheno, venendone a costituire le forze di elite. 

Commenti
    Tags:
    russiasiriairanesercito assadesercito siriamedio orientesiria newsrussia newsiran news
    in evidenza
    Kinsey Wolansky rivelazione hot "Dopo l'invasione, 2 calciatori..."

    Sport

    Kinsey Wolansky rivelazione hot
    "Dopo l'invasione, 2 calciatori..."

    i più visti
    in vetrina
    Asteroide gigante punta la Terra. Osservando la traiettoria...

    Asteroide gigante punta la Terra. Osservando la traiettoria...


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Hyundai: con la campagna Next Awaits racconta la sua storia

    Hyundai: con la campagna Next Awaits racconta la sua storia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.