A- A+
Geopolitica
Usa, Huawei nella lista nera. Schiaffo Merkel a Trump: "Non vi seguiamo"
Foto: LaPresse

Huawei: inserita da Usa in lista nera delle entita' commerciali

Il colosso cinese delle tlc Huawei e 70 sue affiliate sono state inserite dagli Usa nella lista nera delle entita' commerciali. La mossa, annunciata dal ministro del Commercio statunitense, Wilbur Ross rendera' piu' difficile per Huawei comprare parti e componenti dalle societa' americane. La decisione, appoggiata dal presidente Donald Trump "impedira' che la tecnologia americana venga utilizzata da entita' straniere in un modo tale da minare la sicurezza nazionale Usa - ha spiegato Ross - o gli interessi di politica estera".

Huawei: restrizioni Usa "irragionevoli", violano diritti

Huawei definisce "irragionevoli" "le restrizioni" imposte dagli Stati Uniti che hanno inserito il colosso cinese delle tlc nella lista nera delle entita' commerciali per impedire che possa minare la sicurezza Usa. Il presidente Donald Trump ha anche firmato un decreto per impedire alle societa' americane di utilizzare apparati di telecomunicazioni prodotti da aziende straniere che comportano dei rischi per la sicurezza del Paese: un provvedimento pensato in chiave anti-cinese, contro Huawei e Zte. "Limitare la possibilita' di Huawei di fare business negli Usa non solo non rendera' gli Usa piu' sicuri o piu' forti ma contribuira' a rendere inferiori e piu' costose le alternative per gli usa", ha dichiarato in una nota il colosso delle tlc. "Inoltre - prosegue la nota - restrizioni irragionevoli violano i diritti Huawei e sollevano altre questioni legali".

Huawei, Merkel e Rutte: "Non seguiremo il divieto Usa" 

La cancelliera tedesca Angela Merkel e il premier olandese Mark Rutte non intendono seguire il divieto del governo statunitense di aprire il proprio mercato a Huawei. La Germania "ha gia' sviluppato un percorso ben strutturato per decidere sulla partecipazione alla rete 5G", ha affermato la cancelliera, all'interno del quale sono formulato i criteri generali di sicurezza che devono valere per tutte le compagnie interessate. "Per noi i criteri sono il punto di partenza decisivo, dopo cui stabiliamo chi partecipa", ha aggiunto Merkel. Rutte ha espresso una posizione simile: "Non diremo prima ad altri Paesi o ad altre aziende 'non valete niente'", ha affermato il premier olandese. Era stato il presidente americano Donald Trump a vietare alle aziende di telecomunicazioni statunitensi di fare affari con il colosso cinese Huawei in nome della "sicurezza nazionale".

Commenti
    Tags:
    trumpcinausa cinahuawei
    Loading...
    in evidenza
    Caos Salah-Alessandra Ambrosio "Atti osceni in luogo pubblico"

    Egitto, scoppia la polemica

    Caos Salah-Alessandra Ambrosio
    "Atti osceni in luogo pubblico"

    i più visti
    in vetrina
    Francesca Manzini nuda contro il body shaming. FOTO

    Francesca Manzini nuda contro il body shaming. FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Leasys presenta CarCloud, il primo abbonamento alla mobilità

    Leasys presenta CarCloud, il primo abbonamento alla mobilità


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.