A- A+
Geopolitica
Usa-Nord Corea, vertice flop. Vincono Kim e la Cina, perdono Trump e Seul
Foto: LaPresse

Niente accordo sulla denuclearizzazione, niente ritiro dei soldati statunitensi dalla Corea del Sud, niente fine delle sanzioni Onu a Pyongyang. E niente passi avanti per la creazione del "nuovo Vietnam", vale a dire una Corea del Nord "potenza economica" in grado di lavorare in partnership con gli Usa. Il vertice di Hanoi tra Donald Trump e Kim Jong-un si è rivelato un flop. Vero è che non si tratta di negoziati semplici e che un accordo, anche importante, potrebbe arrivare in un summit nei prossimi mesi. Ma la realtà è che le aspettative della vigilia erano ben diverse. Non dimentichiamoci che Trump aveva persino esercitato pressioni diplomatiche sull'amico giapponese Shinzo Abe per farlo candidare al Nobel per la Pace. Candidatura quantomeno rinviata visto il deludente esito del vertice di Hanoi. Ma chi ci ha perso e chi ci ha guadagnato maggiormente dal mancato accordo?

TRUMP-KIM, IL VERTICE FA FLOP. CHI CI PERDE DI PIU'

Gli effetti negativi del mancato accordo ci saranno sia sugli Stati Uniti sia sulla Corea del Nord. In realtà, sarebbe corretto che gli effetti negativi saranno più che altro su Donald Trump e la Corea del Nord. Il presidente Usa aveva infatti puntato molto su questo appuntamento per ottenere risultati concreti e risolvere una crisi che si trascina da decenni. Sarebbe stato un colpo di immagine fondamentale sia sul piano interno sia su quello internazionale. Con le elezioni del 2020 non più così lontane sistemare la grana Pyongyang avrebbe avuto effetti molto positivi per l'inquilino della Casa Bianca. Da parte sua, la Corea del Nord resta colpita dalle sanzioni delle Nazioni Unite, con una situazione economica interna molto grave come dimostrano i recenti dati sui cittadini nord coreani in stato di denutrizione. Perde ovviamente anche la Corea del Sud. Moon Jae-in, il premier di Seul, si è detto "rammaricato" per il mancato accordo. La Corea del Sud, stretta tra Kim e l'ingombrante vicino cinese, aspetta con impazienza il giorno in cui i rapporti con la parte settentrionale della penisola potranno essere normalizzati.

TRUMP-KIM, IL VERTICE FA FLOP. CHI CI GUADAGNA

Tra i due contendenti potrebbe però essercene uno meno preoccupato dopo la battuta a vuoto di Hanoi. E si tratta di Kim Jong-un. A differenza di Trump, Kim non ha un grande problema che si chiama "tempo". Quando Trump dice che negoziati del genere sono complessi e non si risolvono in pochi incontri ha ragione. Il problema è che tra poco più di un anno il suo tempo potrebbe essere scaduto. Non quello di Kim. A prescindere dalle ripercussioni sull'economia di Pyongyang, a salvo di improbabili colpi di scena Kim manterrà il potere ancora a lungo e può prendersela comoda. Al di là dei risultati concreti di questo vertice o di altri ipotetici vertici futuri, Kim non può che trarre giovamento nell'incontrare Trump. Incontrando il presidente della principale democrazia mondiale la sua immagine ne esce piano piano normalizzata. Il messaggio è: Kim è un leader mondiale con il quale si può dialogare, non il dittatore disprezzato e disconosciuto da tutti. C'è anche un altro vincitore del mancato accordo e si tratta della Cina, convitato di pietra del summit di Hanoi. Una Corea del Nord in versione Vietnam, che già ruba imprese e appalti a Pechino a causa dell'innalzamento del costo del lavoro, potrebbe non far piacere al Dragone asiatico. Senza contare che Xi Jinping ambisce ad assumere il ruolo da protagonista nell'ipotetica fine della crisi coreana. Prevedibile che nei prossimi mesi Xi Jinping e Kim Jong-un si incontrinuo nuovamente. La partita coreana, per Trump, si è rivelata più difficile del previsto.

twitter11@LorenzoLamperti

Commenti
    Tags:
    trumpkimcorea del nordcinausa newsseul news
    in evidenza
    JENNIFER LOPEZ NUDA LANCIA 'BAILA CONMIGO

    Le foto delle Vip

    JENNIFER LOPEZ NUDA LANCIA 'BAILA CONMIGO

    i più visti
    in vetrina
    Marianna Aprile come il premio Nobel Esther Duflo: separate alla nascita

    Marianna Aprile come il premio Nobel Esther Duflo: separate alla nascita


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo modello organizzativo per gli allestimenti Mercedes-Benz

    Nuovo modello organizzativo per gli allestimenti Mercedes-Benz


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.