A- A+
Geopolitica
Usa-Nord Corea: il nucleare? Un pretesto. Ecco gli obiettivi di Trump e Kim

TRUMP-KIM, AL VIA IL VERTICE IN VIETNAM

Sono passati quasi 44 anni dal capitolo finale di una delle guerre più iconiche del secolo passato, la guerra del Vietnam. Ne è passato di tempo dalla caduta di Saigon e di cose in Estremo Oriente ne sono cambiate parecchia. La Cina si è svegliata dal letargo del secolo della vergogna e sfida la leadership mondiale degli Stati Uniti. Il Giappone è tra i principali alleati di Washington nell'area. Il Vietnam, pur sempre governato dal partito comunista, è tra le economie più dinamiche al mondo e l'interscambio commerciale con gli Stati Uniti ha raggiunto livelli imponenti. Una sola cosa non è cambiata. La Corea è sempre divisa in due.

I RISULTATI (SCARSI) DEL PRECEDENTE VERTICE A SINGAPORE

Il 27 e 28 febbraio, 1600 chilometri e spiccioli a nord di quella che un tempo fu Saigon e che oggi è Ho Chi Minh City, Donald Trump e Kim Jong-un si siedono intorno a un tavolo nel secondo capitolo del loro tête-à-tête cominciato lo scorso anno nella ricca Singapore. Un incontro storico dalla forte valenza simbolica e che nel concreto ha sì fermato i test nucleari della Corea del Nord, ma al quale non è corrisposta una effettiva denuclearizzazione di Pyongyang. Kim ha promesso di smantellare la centrale di Yongbyon, ma al momento non lo ha fatto, mentre quello di Punggye-ri è più che altro crollato (parzialmente) da solo. 

DENUCLEARIZZAZIONE E MILITARI USA IN COREA DEL SUD

Questa volta in tanti auspicano che oltre alla forma si arrivi anche alla sostanza. Auspicio che anche nel secondo round potrebbe essere rispettato solo in parte. Le richieste "ufficiali" o "ufficiose" sono piuttosto chiare. Da un lato gli Stati Uniti chiedono l'effettivo avvio del processo di denuclearizzazione, con la distruzione di armi e centrali oltre allo stop dei test. Dall'altro lato la Corea del Nord chiede il ritiro dei militari Usa dalla Corea del Sud o quantomeno una riduzione numerica del contingente. Due richieste alle quali sarà difficile dare seguito concreto e immediato. Certamente nei rituali di fine vertice si parlerà anche di questi due aspetti, ma molto probabilmente i termini di denuclearizzazione completa e di ritiro dei soldati Usa dalla Corea del Sud resteranno molto vaghi. Sì, perché al di là del tema nucleare ci sono altri aspetti in ballo sul tavolo di Trump e Kim. Aspetti che dalla forma sfociano anche nella sostanza e che sono più semplici da promettere e da mantenere, usando anche la conveniente "tovaglia" del tema nucleare.

I TEMI POLITICI ED ECONOMICI SUL TAVOLO DI TRUMP E KIM

Stiamo parlando di aspetti politici ed economici, fortemente intrecciati tra loro. La Corea del Nord, che soffre ancora di sanzioni delle Nazioni Unite, è in una situazione economica ben più che complicata, con ampie parti della popolazioni ancora denutrite. Gli Stati Uniti, coinvolti in uno scontro commerciale con la Cina che potrebbe andare avanti nonostante i segnali di disgelo degli ultimi giorni, sono interessati ad allargare la schiera dei propri partner, se non diplomatici, almeno economici dell'area. 

LA COREA DEL NORD NUOVO VIETNAM?

Trump ha detto più volte di guardare con favore a un'apertura economica della Corea del Nord. Non è forse un caso che il vertice tra Trump e Kim si tiene ad Hanoi, l'esempio di quello che, nei piani della Casa Bianca, potrebbe diventare la Corea del Nord. Il Vietnam ha volumi di crescita al di sopra del 6 per cento all'anno. L'esplosione del debito cinese e l'innalzamento del costo del lavoro a Pechino ha portato molte aziende a delocalizzare qui. Tra Vietnam e Stati Uniti l'interscambio commerciale ha raggiunto volumi impensabili, con le esportazioni arrivate a 214,3 miliardi di dollari e le importazioni a 211,5 miliardi, sopravanzando nettamente Giappone e Corea del Sud. Il tutto con il partito comunista vietnamita saldamente al potere e diplomaticamente orientato in maniera benevola verso gli Usa.

UN TRATTATO DI PACE COME AIUTO POLITICO PER LA CASA BIANCA

Il messaggio di Trump alla Corea del Nord è chiarissimo. "Caro Kim, tu puoi diventare il nuovo Vietnam. Puoi aprire la tua economia mantenendo il potere, puoi fare soldi e diventare un nostro partner commerciale senza dover mollare la poltrona. Il tutto a fronte di qualche promessa sulla denuclearizzazione, qualche sorriso e qualche stretta di mano. E chissà mai che per me ci scappi un Nobel per la Pace, con l'aiuto del mio amico Shinzo Abe che forse avanzerà la mia candidatura". Al di là di questa avventurosa parafrasi dei pensieri di Trump, appare evidente che una eventuale firma di un trattato di pace tra Usa e Corea del Nord (ufficialmente vige ancora un armistizio) possa avere effetti positivi sulla campagna elettorale di The Donald per il non più così lontano voto per la Casa Bianca del 2020

twitter11@LorenzoLamperti

Commenti
    Tags:
    usanord coreatrump kimkim trumpincontro trump kimcorea del nordhanoivietnam obama
    in evidenza
    Katia, show fotonico in giardino E' la resa dei conti per tre...

    TEMPTATION ISLAND 'FINALE'

    Katia, show fotonico in giardino
    E' la resa dei conti per tre...

    i più visti
    in vetrina
    Valentina Bissoli scalda una New York bollente. La regina italiana degli Usa

    Valentina Bissoli scalda una New York bollente. La regina italiana degli Usa


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Missione Apollo 11: sulla luna c’era anche Ford

    Missione Apollo 11: sulla luna c’era anche Ford


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.