A- A+
Politica
Governo nel mirino di giornali e tv. Così i media manipolano la realtà

E’ insopportabile per chiunque ami la democrazia  assistere alla manipolazione mediatica e giornalistica contro questo nuovo governo.  Insopportabile agli spiriti liberi di questo paese e di quello che rimane dell’europa.

L'oggettività è un analisi che prima di tutto prescinde da posizioni e opinioni soggettive e quindi analizza le cose nel loro puro essere un dato. Stiamo assistendo ad un cambio generazionale e culturale, può piacere o non piacere (soggettivo) ma è un dato di fatto. Un cambio dei processi istituzionali. Un cambio di linguaggio politico e nettamente un cambio di contenuti. E' oggettivo. E un cambio di massa elettorale, che sposta flussi da un parte all'altra in maniera veloce. Ora, il dato preso in sé porta alla riflessione: se una democrazia permette un cambio di potere di questa portata è una democrazia che ha ancora un senso. Perché, ultimo dato oggettivo, chi li ha votati è parte di un Italia che si è riunita in modi nuovi, si è data regole nuove e ha voluto uomini nuovi.

Governo Conte-Salvini-Di Maio: come faranno a reggere con i giornali tutti, ma proprio tutti, contro?

LEGGI L'EDITORIALE DEL DIRETTORE DI AFFARITALIANI.IT, ANGELO MARIA PERRINO

Può non piacere ma è cosi. Posso rabbrividire che un ragazzo di 31 anni con scarsa cultura e con poca esperienza diventi vicepresidente del consiglio e ministro, ma non posso non sorridere di fronte al fatto che ha scelto una strada e ha lavorato per cambiare il suo destino. E ci è riuscito. Perché io spero che la vita sia così per tutti, un disegno personale. Mi fa ricordare di cosa voleva dire la sinistra del mondo, quando si parlava di 'emancipazione' delle masse, rivoluzione delle regole, dell'idea rivoluzionaria di vivere in una democrazia che permette di farcela coi propri mezzi anche i più umili, per affermare le proprie idee anche ad un ex commesso dello stadio San Paolo.

E secondo me, Salvini, che viene dai comunisti padani, che partecipa al 25 aprile quando neanche Renzi ci è mai andato (è un dato), Salvini  l’ha capito.

Si immedesima e si riconosce nella masse che votano 5 stelle. Negli italiani tanti. Chiamamoli col loro nome: insegnanti, commesse, operai, precari, disoccupati. Esclusi.Sono tantissimi.Quando si è esclusi da tutto ciò che resta è una sola cosa, unirsi.Si chiama processo di trasformazione identitaria delle masse in nazione.

Salvini e il M5S sposano un processo identitario come argine alla deriva globalista che di fatto spezza in mille pezzi le classi medie e meno agiate e sbatte le masse povere del mondo negli angoli delle città del pianetaLa chiamano cultura sovranista perché hanno entrambi poca accortezza semantica. Ma il contenuto è quello. E’ la forza identitaria della Germania che la porta ad unirsi e fottere col modello greco tutti gli altri paesi. Dicasi lo stesso di Francia e UK.

Dove le tutele del welfare sono molto più alte delle nostre così’ come l’integrazione dei flussi  funziona ed è assorbita. Questo processo identitario forma la sinistra in europa. Sembra un controsenso ma non lo è

Da noi nasce da una premessa storica diversa. Nasce dal basso. Da  quella sinistra che voleva il progresso di tutti, mica di una sola elite per esempio. O che si fregiava di pensieri alati quando citava Voltaire se si trattava di democrazia (non sono d'accordo con te ma farei di tutto perché tu lo possa dire). Poi di tutte questo la sinistra liberal capitalista ha fatto scempio e su questo inganno intellettuale la sua elite si è arricchita.

Per cui quando oggi assistiamo agli attacchi di quella elite dovremmo parlare di sopraggiunto limite della forma moderna di democrazia come ragione per affermare o la democrazia diretta da un parte o il governo dei plutocrati dall'altra.

Se vogliamo rimanere sul terreno dell'umanesimo antropocentrico.

Oppure transumanesimo e eugenetica. Scegliete voi. Siete -per adesso- liberi di farlo.

Tags:
governolegam5sgiornali

in evidenza
Il fatto della settimana Tria e Di Maio visti dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Tria e Di Maio visti dall'artista

i più visti
in vetrina
Federica Pellegrini super star alla Milano Fashion Week. E' lei la "Divina"

Federica Pellegrini super star alla Milano Fashion Week. E' lei la "Divina"

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Parigi 2018: Honda presenta il nuovo CR-V con tecnologia ibrida

Parigi 2018: Honda presenta il nuovo CR-V con tecnologia ibrida

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.