A- A+
Politica
Governo Salvini: "Governo con Di Maio? Tutto è possibile". Ira Forza Italia
Foto LaPresse

Governo, Matteo Salvini per la prima volta dopo le elezioni del 4 marzo non esclude un'alleanza con il Movimento 5 Stelle. "Sento forte il dovere di tener fede al mandato di 12 milioni che hanno scelto il Centrodestra e di quasi 6 milioni che hanno scelto la Lega: stiamo lavorando per dare un governo a questo Paese con un programma di Centrodestra aperto ad arricchimenti, contributi e proposte ma non stravolgimenti. Sarebbe irrispettoso coinvolgere chi ha perso le elezioni e quindi no a qualsiasi governo che abbia al centro Gentiloni, Boschi, Minniti". Ad affermarlo è stato il segretario della Lega Salvini incontrando la stampa estera, dove delinea i suoi obiettivi anche in ambito Ue. "L'Italia deve restare nella Ue, ma cambiando alcune cose fondamentali: ad esempio totale inversione di rotta delle politiche di immigrazione, perchè l'Italia non può diventare un campo profughi". E ancora, sui temi economici che preoccupano Bruxelles: "Il programma economico del centrodestra permetterà di far scendere il debito pubblico italiano, dal 2017 al 2022, dal 131% al 119% del Pil. Lo stesso Pil avrebbe un incremento reale che passerà dall'1,5% al 2,5%. E l'obbiettivo della Lega sarà la piena occupazione e far tornare a nascere i bambini".

Quanto alle vicende del nuovo governo italiano "stiamo lavorando, poi attenderemo le scelte di Mattarella, sperando in fretta, perchè non vorrei che a Bruxelles, anzi a Berlino qualcuno abbia già stilato le politiche economiche dei prossimi sette anni".

"Esclude di fare un governo con Pd ma lo accetterebbe con i 5Stelle?" gli chiedono i giornalisti: "Non ho smanie di governo, voglio mantenere fede a quello che mi hanno chiesto gli elettori, lavoreremo e vedremo: esclusa una collaborazione con il Pd tutto il resto è possibile", così risponde il leader leghista. E ancora: "Lavoriamo per un governo che abbia una solida maggioranza politica, non prendendo qualche transuga qui e là, non ho la smania di esser premier a tutti i costi. Di certo, non sarò disponibile a partecipare a un governo a qualunque costo, tanto per fare il ministro per un po' di tempo".

Aveva detto che l'Italia doveva uscire dall'euro, gli ricordano al microfono. "L'euro era e rimane una moneta sbagliata. Non cambio idea a seconda dei sondaggi e convenienza. L'Italia, con la moneta tedesca, è l'ultimo Paese in Europa per aumento di ricchezza personale: il reddito medio è diminuito. La moneta è una convezione condivisa per far stare meglio le persone, e se li fa stare peggio si può  mettere in discussione. Una revisione con altri partner di governo sarà uno dei nostri obiettivi", così il leader leghista.

Immigrazione e politica estera, tra i temi più gettonati dalla stampa estera: Chi nominerà ministro degli Esteri se sarà premier? gli chiedono: "Ho ben chiaro in testa qualcuno che dialoghi sia con Washington, che con Mosca, con Bruxelles e Pechino. Ma rispetto le prerogative del presidente della Repubblica. Ma una prima missione in Cina da premier la metto subito in agenda. In generale, sulla politica estera sono molto più vicino alla Russia che non alla Turchia" . Ma sull'immigrazione Minniti, il ministro uscente ha lavorato bene, sottolinea qualcuno. E Salvini: "Noi avremmo fatto molto meglio".

Stamani, contro le ipotesi di un'intesa Lega-M5S, ha parlato da Strasburgo Antonio Tajani: "Non esiste un'ipotesi di un governo Lega-5Stelle perchè moltissimi deputati della Lega sono eletti anche con i voti di Forza Italia, di Fratelli d'Italia e di Noi per l'Italia, quindi hanno un vincolo con questi elettori. Sono sicuro che un governo Lega-Cinque Stelle non ci sarà", ha detto il presidente dell'Europarlamento a margine della sessione plenaria a Strasburgo. "Si tratterebbe di una scelta che tradirebbe gli impegni presi", ha spiegato Tajani che ha aggiunto: "Credo che questo non accadrà perchè c'è un documento sottoscritto in sede di formazione delle liste per cui nessuno avrebbe cambiato bandiera, rompendo l'alleanza".

La dichiarazione di Tajani arriva all'indomani del vertice a Palazzo Grazioli presenti, oltre a Berlusconi, anche Matteo Salvini e Giorgia Meloni, definito "interlocutorio" da alcuni partecipanti, e invece "teso" secondo altre voci, e comunque diviso sull'atteggiamento da tenere nei confronti del Movimento 5 stelle.

Salvini avrebbe insistito sulla linea del dialogo con M5s, sostenuta, un pò a sorpresa, anche dal presidente di Forza Italia, Silvio Berlusconi a nome di tutta la coalizione. Ma il feeling diretto Salvini-pentastellati sembrerebbe già più strutturato, un flirt a distanza che nessuno dei diretti interessati nega, che ha già fatto irritare il Cavaliere e contro cui oggi Tajani si è apertamente scagliato usando più o meno le stesse parole di Berlusconi. E l'unico patto stretto ieri sera tra i tre leader sarebbe il no a qualunque ipotesi di fare accordi di governo con il Pd.

Non a caso, la primissima domanda rivolta dai giornalisti a Matteo Salvini arrivando alla stampa estera per la sua conferenza stampa è stata se oggi incontrerà Di Maio per limare i possibili accordi sulle presidenze di Camera e Senato. La replica è stata un chiarissimo: "No".

Tags:
governo salvini
in vetrina
Milan, Batshuayi alternativa di Quagliarella. Ecco perchè l'affare si può fare

Milan, Batshuayi alternativa di Quagliarella. Ecco perchè l'affare si può fare

i più visti
in evidenza
Juve, regina degli stipendi in A CR7 davanti a Higuain. Classifica

Sport

Juve, regina degli stipendi in A
CR7 davanti a Higuain. Classifica

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Ford presenta la Edge di nuova generazione

Ford presenta la Edge di nuova generazione

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.