A- A+
Politica
Governo, via libera della Camera alla fiducia con 343 sì e 263 no

Il governo Conte bis incassa la fiducia della Camera. I voti a favore sono 343, i contrari 263, gli astenuti 3. Hanno votato si' alla fiducia M5s, Pd e Leu, oltre ad alcune componenti del gruppo Misto, tra cui +Europa. Hanno votato contro Lega, FdI e Forza Italia, oltre ad alcune componenti del gruppo Misto. Le Minoranze linguistiche si sono astenute. Il premier Giuseppe Conte ha atteso l'esito del voto in Aula, seduto ai banchi del governo.

Governo: Conte, soddisfatto risultato voto fiducia Camera - "Certo, sono soddisfatto del risultato" del voto di fiducia alla Camera al nuovo esecutivo. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, rispondendo ad una domanda dei giornalisti, all'uscita dall'emiciclo di Montecitorio.

Governo: Di Maio, massimo sostegno a Conte, bene fiducia Camera - "Bene la fiducia alla Camera. Massimo sostegno alle parole del presidente Conte. M5S ha idee chiare: lavoro, imprese, ambiente, scuola, famiglia sono priorita'. Ma anche taglio parlamentari e revoca concessioni autostradali. E' il momento di correre, e' il momento del coraggio. Ci siamo!". Lo scrive con un tweet il ministrod egli Esteri Luigi Di Maio.

Zingaretti, altro passo per Italia giusta e competitiva - "Bene il Presidente Conte e la fiducia alla Camera. Un altro passo in avanti per cambiare l'Italia e renderla piu' verde, giusta e competitiva". Lo scrive su Twitter il segretario del Pd Nicola Zingaretti dopo il voto di fiducia al governo alla Camera.

Voto di fiducia, bagarre in aula. Conte col dente avvelenato, Lega e FdI scatenati

Una vera e propria bagarre è scoppiata alla Camera dei Deputati nel corso della controreplica del presidente del Consiglio Giuseppe Conte, agli interventi degli onorevoli durante il dibattito sulla fiducia al Conte 2. Sbeffeggi, urla ed insulti sono arrivati dai banchi delle opposizioni nei confronti del premier che ha risposto a tratti con espressione tesa e 'dente avvelenato'. "Molti interventi sono stati incentrati sul passato. Voglio fare una premessa: da parte di FI e Lega ho notato forti reazioni emotive". Cosi' il premier Giuseppe Conte, replicando nell'Aula. "Ho sentito parole tipo tradimento, oltraggio agli italiani, addirittura sequestro del voto. Mi chiedo se la nostra Costituzione esiste ancora o e' stata stracciata. Non cambiera' la realta' dei fatti. Questa e' una grande mistificazione", sottolinea il premier.

A queste parole, la Lega protesta e assieme a FdI intona dei veri e propri cori da stadio al grido di "elezioni, elezioni", "buffone" e "venduto". La protesta non si placa, tanto che il presidente Roberto Fico è costretto a richiamare all'ordine: "Questo atteggiamento da stadio è intollerabile in Parlamento". Tra i cori intonati in Aula dai deputati di Lega e FdI alla volta di Conte anche "dignità, dignità". Fico continua a richiamare all'ordine i parlamentari, ma il clima in Aula resta teso.

Poi dopo l'attacco della Lega, in particolare la dichiarazione dell'ex sottosegretario Garavaglia che accusa il premier e la maggioranza di "essersi imbullonati alla poltrona", Conte risponde: "Cosa posso pensare? Che volevate andare alle elezioni per avere piu' poltrone?" - e aggiunge - "Ma perche' ministri che presentano una mozione di sfiducia non si dimettono?", si chiede ancora Conte.

Conte: misura protezione sociale rimarra' in piedi

"Sul reddito di cittadinanza, qualcuno si è interrogato: cosa farete? Il reddito di cittadinanza è una misura di protezione sociale che rimarrà assolutamente in piedi". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte nell'Aula della Camera. "Le misure per i redditi piu' svantaggiati saranno al centro della nostra azione", ha spiegato.

Conte a Lega: non è vostro comparto la sicurezza

"State tranquilli: pensavate di avere ipotecato la rappresentanza e il presidio" del comparto della sicurezza "ma non e' cosi'". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte nella replica alla Camera rivolgendosi alla Lega.  "E' inaccettabile per il governo che chi presta il proprio servizio per proteggere i cittadini sia costretto a operare in condizioni di carenza dei mezzi e personale. Tuteleremo anche centri urbani e delle periferie", ha affermato il presidente del Consiglio.

D'Uva a Lega, spiegate per quale 'mojito' crisi d'agosto

"Qualcuno ha anteposto gli interessi di partito davanti agli interessi di tutti gli italiani. Tutto questo portando al possibile aumento dell'Iva al primo gennaio del 2020". Lo ha detto il capogruppo M5s Francesco D'Uva nel corso del dibattito sulla fiducia al governo Conte II.    "Una crisi sotto l'ombrellone" fatta per capriccio "ci dovete spiegare per quale 'mojito' lo vate fatto. No motivo", ha ironizzato.

Molinari a Conte, ci ha detto balle per 14 mesi

"Abbiamo ascoltato con grande interesse il suo discorso ma abbiamo ascoltato anche le sue parole del 20 agosto: lei dice che quello è il passato ma dobbiamo spiegare agli italiani perché il governo gialloverde non c'è più e nasce questo governo franco-tedesco o giallorosso, chiamatelo come volete, un governo che nasce per la paura tremenda di confrontarsi con gli elettori". Lo ha detto il capogruppo della Lega alla Camera, riccardo Molinari, in dichiarazione di voto sulla fiducia, confermando il voto contrario del partito di via Bellerio.   Molinari torna indietro al mese di agosto, "perché la Lega ha aperto la crisi: lei Conte ha detto per convenienze elettorali. No, per i tanti no" dei 5 stelle, "ma il motivo vero è un altro. Quando è venuto un anno fa a chiedere la fiducia tra i punti cardine del contratto c'era l'ambizione di guidare un governo sovranista che avesse la forza rivoluzionaria e dirompente di cambiare gli equilibri europei e noi ci abbiamo creduto e non può venirci a dire 'non ci avete aiutato con le alleanze'" in Europa, "ma lei lo sapeva che era un premier di un governo sovranista, non lo scopre adesso". Quindi Molinari elenca una serie di accuse lanciate a Conte, sulla manovra, sulle nuove regole in Ue, sul voto a von Der Leyen: "Ci avete raccontato delle balle per 14 mesi quando ci dicevate che volevate cambiare, lei ha detto che voleva fare l'avvocato del popolo ma ha fatto l'avvocato di se stesso e si è accreditato presso le cancellerie europee. Ora che ha abbassato la testa con la Merkel è diventato il salvatore della patria", mentre prima "era uno sconosciuto".

Delrio: sì a fiducia e a discorso serio e solido di Conte

"Presidente Conte, lei ha presentato un discorso serio e solido e sono le due cose di cui l'Italia ha bisogno. Ha accettato di superare la logica del contratto" basata su "interessi particolari", di un governo che era "legittimo, poi mi dovete spiegare perché è legittimo che il primo e il terzo partito si alleino mentre non è legittimo che lo facciano il primo e il secondo". Lo ha detto il capogruppo Pd alla Camera, Graziano Delrio, in dichiarazione di voto sulla fiducia al governo Conte II.

"Ho grande rispetto delle piazze, e quella di oggi è stata una piazza democratica che non ha offeso le istituzioni ma pretendo rispetto anche qui in Aula e non è accettabile che un presidente del Consiglio non possa parlare e voteremo la fiducia a questo governo anche per evitare il ritorno del passato in cui si impediva di parlare nella aule democratiche".

Gelmini a Salvini, non conviene mito autosufficienza

"Non conviene a nessuno coltivare il mito dell'autosufficienza", perché "all'Italia non serve un monocolore sovranista e non conviene a nessuno dividere il centrodestra, sarebbe un errore drammatico". Lo ha detto la capogruppo di Forza Italia alla Camera, Mariastella Gelmini, in dichiarazione di voto sulla fiducia al governo Conte II, rivolgendosi al leader della Lega Matteo Salvini.

Meloni: “Impresentabili. Mi aspettavo meno spocchia”

"Non avrete la fiducia di Fratelli d'Italia perché abbiamo difficoltà a riconoscervi rispetto. State facendo una cosa impresentabile e mi sarei aspettata un pò meno di spocchia: vede Conte, volgare non è dire che vi siete imbullonati alla poltrona, ma è imbullonarsi alla poltrona. faremo un'opposizione senza sconti, vi siete asserragliati nel palazzo mentre 30 mila persone sono venute in piazza contro lo scempio delle istituzioni. E certo che vi fa paura... e non accettiamo lezioni da chi da sempre va a manifestazioni a braccetto con i centri sociali che devastano le città". Lo ha detto Giorgia Meloni, leader di FdI, in dichiarazione di voto sulla fiducia al governo Conte II. Il gruppo FdI conta 34 deputati.

Meloni: “Non c'è onore nel tradimento”

"Il palazzo non si può organizzare contro il popolo. In quanto a trasformismo Scilipoti allaccia le scarpe a Di Maio. Non c'è onore nel tradimento, la Costituzione su questo parla chiaro". Lo ha detto Giorgia Meloni in dichiarazione di voto sulla fiducia al governo Conte II. "Oggi voi riconsegnate mani e piedi l'Italia" a Bruxelles e ai poteri forti, ha aggiunto.

Governo, Conte: oggi presento disegno per l'Italia del futuro

"Mosso dal primario obiettivo dell'Interesse nazionale ho sempre inteso il mio ruolo cercando di guardare sempre al bene comune senza lasciare che prevaricassero interessi di parte", ha detto Conte. "Il programma non è una mera elencazione. E' una sintesi programmatica che disegna l'Italia del futuro, un progetto per il Paese", ha aggiunto.

Governo: Conte, nuova stagione riformatrice con parole piu' sobrie

Con l'intervento di oggi si apre una "nuova e risolutrice stagione riformatrice". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in Aula a Montecitorio. "Equilibrio e misura, sobrieta' e rigore affinche' i cittadini possa guardarci con rinnovata fiducia", ha aggiunto Conte. "E' un progetto politico di ampia portata anche culturale, vogliamo lasciarci alle spalle le dichiarazioni roboante. Prendiamo l'impegno a curare le parole e a utilizzare un lessico piu' consono e rispettoso", ha aggiunto. 

GOVERNO, CONTE: PROGRAMMA NON MERA ELENCAZIONE MA PROGETTO DI PAESE

"Il programma che mi accingo ad illustrare non è una mera elencazione di proposte eterogenee che si sovrappongono l una con l altra, né tantomeno è la mera sommatoria delle diverse posizioni assunte dalle forze politiche che hanno inteso sostenere questa iniziativa. E , al contrario, una sintesi programmatica che disegna l Italia del futuro. E  un progetto di governo del Paese, fortemente connotato sul piano politico, che preannuncia specifiche risposte alle attese e ai bisogni dei cittadini, risposte che ci impegniamo a realizzare con il lavoro e l impegno delle donne e degli uomini che siedono qui al mio fianco". A dirlo è stato il presidente del Consiglio Giuseppe Conte durante il suo intervento alla Camera, per la richiesta di fiducia sul nuovo Governo. Il presidente del Consiglio ha quindi evidenziato la novità alla base del progetto di Governo.

Governo: Conte, agenda riformatrice per svolta economica

"Il nostro governo si atterrà a un quadro consolidato di rigore. In una dimensione sovra governativa senza colore politico". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in Aula a Montecitorio. "Gli obiettivi che abbiamo posto sono elementi essenziali di un progetto riformatore che mira a far rinascere il paese, a partire dalla manovra che dovrà proiettare il Paese in una dimensione di crescita sostenibile. Un'agenda riformatrice di lungo periodo per far crescere occupazione, abbiamo opportunità storica di imprimere una svolta profonda alle politiche economiche e sociali che restituisca speranza ai giovani e alle famiglie a basso reddito".

Governo: Conte, manovra per crescita e sviluppo sostenibile

"Sono molte le sfide che ci attendono, a partire dalla prossima sessione di bilancio, che dovrà indirizzare il Paese verso una solida prospettiva di crescita e di sviluppo sostenibile, pur in un quadro macroeconomico internazionale caratterizzato da profonda incertezza". Lo ha sottolineato il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, nel suo intervento alla Camera per chiedere la fiducia al nuovo governo. 

 Governo: Conte, rafforzare sistema universitario e di ricerca

"Occorre rafforzare e valorizzare il sistema universitario e di ricerca. Occorre incrementare la formazione dei giovani alla formazione terziaria anche con sostegno al diritto allo studio. La qualità della nostra ricerca già eccellente può e deve essere accresciuta". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in Aula a Montecitorio. "Il sistema di reclutamento va adeguato agli standard internazionale", ha aggiunto.  

Governo: Conte, primo intervento su asili nido

"Il primo immediato intervento sarà sugli asili nido: non possiamo indugiare oltre". Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, in Aula a Montecitorio. "E' un investimento strategico per la nostra società perchè combatte le diseguaglianze sociali. Dobbiamo contrastare la falsa mitologia per cui la cura della famiglia possa essere di ostacolo alla partecipazione al mercato del lavoro", ha aggiunto.   "Questo governo si adopererà per la cancellazione totale della retta degli asili nido a partire dal 2020-2021". 

Governo: Conte, con ministero Innovazione Italia sarà Smart Nation

"La nostra forza che ci viene universalmente riconosciuta è un sistema industriale che fa incontrare la produzione di massa con la qualità del prodotto, questa spiccata potenzialità deve essere adeguatamente sfruttata: l'azione pubblica deve definire le regole del gioco e una visione di politica industriale aumentando gli investimenti pubblici. Per questo abbiamo creato un ministero dedicato all'innovazione tecnologica e alla digitalizzazione che aiuti le imprese oltrechè la pubblica amministrazione per trasformare l'Italia in una vera e propria smart nation".

Governo: Conte, no a rilascio nuove concessioni per trivellazioni

"Siamo determinati a introdurre una normativa che non consenta più il rilascio di nuove concessioni di trivellazione per estrazione di idrocarburi. Chi verrà dopo di noi, se mai vorrà assumersi l’irresponsabilità di far tornare il Paese indietro, dovrà farlo modificando questa norma di legge". Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte nel suo discorso alla Camera per fiducia al governo giallo-rosso.

Governo: Conte, favorire internazionalizzazione imprese e export

"Consolidare e strutturare meglio le nostre imprese significa favorirne l’internazionalizzazione e quindi incentivare anche il nostro export". Lo ha detto il presidente del Consigli Giuseppe Conte in Aula a Montecitorio. "Su questo fronte il Governo perseguirà una strategia di integrale rafforzamento di tutti gli strumenti che consentono alle nostre aziende di navigare meglio nella competizione globale: promuoveremo ancora più intensamente il nostro made in Italy, universalmente apprezzato, coinvolgeremo tutte le nostre ambasciate in questa articolata strategia, porremo le basi per potenziare tutte le connesse attività di sostegno alle nostre imprese esportatrici: consulenza giuridica ed economica, agevole accesso a un ampio ventaglio di strumenti finanziari e assicurativi", ha aggiunto Conte.

Governo: Conte, priorità taglio cuneo fiscale e salario minimo

Taglio del cuneo fiscale e salario minimo: sono le priorità nel programma del governo. Lo ha detto il presidente del Consiglio, Giuseppe Conte, intervenendo in Aula alla Camera. "Nella prospettiva di una graduale rimodulazione delle aliquote a sostegno dei redditi medi e bassi, in linea con il fondamentale principio costituzionale della progressività della tassazione - ha spiegato Conte - il nostro obiettivo prioritario è ridurre le tasse sul lavoro - il cosiddetto 'cuneo fiscale' – a totale vantaggio dei lavoratori, e individuare una retribuzione giusta – il cosiddetto 'salario minimo' – garantendo le tutele massime a beneficio dei lavoratori, anche attraverso il meccanismo dell’efficacia erga omnes dei contratti collettivi sottoscritti dalle organizzazioni sindacali maggiormente rappresentative".

Governo: Conte, drastica riduzione tempi giustizia e riforma Csm

"Il nostro Paese necessita poi di una riforma della giustizia civile, penale e tributaria, anche attraverso una drastica riduzione dei tempi, e una riforma del metodo di elezione dei membri del Consiglio superiore della Magistratura. Questo piano riformatore dovrà salvaguardare il fondamentale principio di indipendenza della magistratura dalla politica". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte in Aula alla Camera.

Governo: Conte, efficace contrasto evasione anche con pene detentive

"Dobbiamo potenziare la lotta alle organizzazioni mafiose e rendere sempre più efficace, come già anticipato, il contrasto all’evasione fiscale, anche prevedendo l’inasprimento delle pene, incluse quelle detentive, per i grandi evasori". Lo ha detto il premier Giuseppe Conte alla Camera.

Conte, rivedremo dl sicurezza su indicazioni Colle

"Rivedremo la disciplina in materia di sicurezza alla luce delle osservazioni critiche formulate dal Presidente della Repubblica, il che significa recuperare, nella sostanza, la formulazione originaria del piu' recente decreto legge, prima che intervenissero le integrazioni che, in sede di conversione, ne hanno compromesso l'equilibrio complessivo".Lo ha detto il premier Giuseppe Conte intervenendo in Aula.

Ue: Conte, aliquota minima per tassare imprese

"Dobbiamo contrastare pratiche di concorrenza sleale non solo nel campo commerciale ma anche nel campo fiscale, anche attraverso l'introduzione di un'aliquota minima europea per la tassazione delle imprese".

CONTE, 'BASTA APPROCCIO EMERGENZIALE A MIGRAZIONI'

"Penso anche all'epocale fenomeno migratorio, che va gestito con rigore e responsabilità, perseguendo una politica modulata su più livelli, basata su un approccio non più emergenziale, bensì strutturale, che affronti la questione nel suo complesso, anche attraverso la definizione di un'organica normativa che persegua la lotta al traffico illegale di persone e l'immigrazione clandestina, ma che - nello stesso tempo - si dimostri capace di affrontare ben più efficacemente i temi dell'integrazione, per coloro che hanno diritto a rimanere e dei rimpatri, per coloro che non hanno titolo per rimanere". Lo ha detto Giuseppe Conte alla Camera.

Commenti
    Tags:
    governoconteitaliam5spd
    in evidenza
    JENNIFER LOPEZ NUDA LANCIA 'BAILA CONMIGO. Le foto delle Vip

    Juventus News

    JENNIFER LOPEZ NUDA LANCIA 'BAILA CONMIGO. Le foto delle Vip

    i più visti
    in vetrina
    Marianna Aprile come il premio Nobel Esther Duflo: separate alla nascita

    Marianna Aprile come il premio Nobel Esther Duflo: separate alla nascita


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Fantic Motor presenta un concept davvero… ISSIMO

    Fantic Motor presenta un concept davvero… ISSIMO


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.