A- A+
Politica
Il coraggioso Governo di Giuseppe Conte propositivo di fronte alla Merkel
Foto LaPresse

Stasera Giuseppe Conte incontrerà Angela Merkel. Un incontro che vedrà, per la prima volta in assoluto, un premier italiano presentarsi di fronte al numero uno tedesco senza il cappello in mano e soprattutto con una proposta seria per provare a dare qualche concreta risposta al tema immigrazione.

 

Conte è partito ‘ubriacato’, così come tutti gli italiani, da giorni e giorni di foto di migranti assiepati sulle navi, di commenti delle poche persone dubbiose sulla politica del governo usati ad hoc nei vari Tg, dalle ipocrite prese di posizione di Spagna e Francia, senza dimenticare le immancabili dichiarazioni di esponenti della CEI a favore di un’apertura indiscriminata.

L'Italia che propone. E' cambiata la musica

Ma, a capo di un Governo che fino ad ora si è dimostrato coeso, Conte questa volta farà capire alla Merkel che le parole di solidarietà e le pacche sulle spalle sue, di Macron e di altri, adesso non servono più. 

L’Italia ha cambiato marcia e chiede, da paese fondatore, pari dignità. E pari dignità significa cambiare il Trattato di Dublino e creare le condizioni per fare ‘hotspot’ europei nei paesi d’origine.

Centri dove si potranno verificare tutte le richieste e dare spazio solo a quelle che sono realmente d’asilo. Nessuno ad esempio dovrebbe scappare dalla Tunisia, paese democratico e assolutamente in pace.

Dopodiché si potranno mandare i richiedenti asilo con una equilibrata distribuzione in tutta Europa.

Non si tratta di estremizzare o di chiudere gli occhi di fronte alla solidarietà come l’Australia, senza se e senza ma, ha fatto ma di pensare ad una solidarietà responsabile.

L'Italia che propone. Stroncare il traffico degli scafisti

Il secondo messaggio sarà quello della necessità di stroncare i trafficanti di schiavi. Questo non si fa mandando le navi ONG sulle coste libiche ad aspettare canotti afflosciati carichi di uomini e nemmeno con le navi militari italiane a garantire un’ipotetica sicurezza. Si fa bloccando i porti e aiutando i paesi in loco.

 

E’ di oggi, ad esempio, la notizia che la guardia costiera turca, forte dell’accordo economico fatto con l’Europa, ha bloccato in questi giorni 3200 migranti, siriani e nigeriani, e ha preso ben 72 ‘presunti’ trafficanti scafisti.

Ed allora la strada potrebbe essere questa: rafforzare gli accordi fatti in Libia e in Tunisia dall’ex ministro Marco Minniti, ora quasi del tutto dimenticati, creare hotspot nei paesi di partenza, chiudere gli spazi alle navi delle ONG ( salvo che le stesse traggano i profughi imbarcati nei paesi identificati dalle bandiere con cui si muovono).

 

Tutto il resto  sono chiacchiere e solidarietà schizofrenica. 

E, aldilà dei telegiornali , degli spot e della carta stampata, la maggioranza dell’Italia è con Giuseppe Conte e con il suo coraggioso Governo.  

 

Tags:
giuseppe conteangela merkel

in evidenza
Il fatto della settimana Tria e Di Maio visti dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Tria e Di Maio visti dall'artista

i più visti
in vetrina
Federica Pellegrini super star alla Milano Fashion Week. E' lei la "Divina"

Federica Pellegrini super star alla Milano Fashion Week. E' lei la "Divina"

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Parigi 2018: Honda presenta il nuovo CR-V con tecnologia ibrida

Parigi 2018: Honda presenta il nuovo CR-V con tecnologia ibrida

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.