A- A+
Politica
Il Financial Times ha offeso 25 milioni di italiani

‘Roma apre le porte ai moderni barbari’ con questo editoriale di ieri il Financial Times ha offeso qualcosa come 25 milioni di italiani che in maniera democratica hanno dato 11 milioni di voti al Movimento 5 Stelle, 6 milioni di voti alla Lega e i restanti voti divisi tra Forza Italia e Fratelli d’Italia, partiti facenti parte della coalizione di Centrodestra che, come coalizione, ha vinto le elezioni.

 

 

La cosa vergognosa non è tanto l’entrata a gamba a tesa del prestigioso giornale, l’elemento di vergogna è che nessun rappresentante ufficiale del Governo in carica , nessun rappresentante della Presidenza della Repubblica, abbia risposto a muso duro a difesa di oltre 25 milioni di italiani.

 

Nessuno a livello di Governo, ad eccezione dei due leader interessati, ha risposto.

Governo 2018. Il fuoco nemico ma soprattutto quello amico dei media

Sono giorni ormai che il lavoro di Matteo Salvini e Luigi Di Maio deve sopportare il fuoco nemico ma soprattutto quello amico dei media che sembrano essersi coalizzati per attaccare a testa bassa tutto quello che potrebbe arrivare dal Governo giallo-verde in fase di preparazione.

 

Non si contano le ore di trasmissione in cui rappresentanti di tutti, meno dei diretti interessati, si inventano critiche, grida di allarme, insulti senza avere alcuna idea di quello che si sta preparando.

Governo 2018. Si gioca ad impallinare tutto e tutti

Qualsiasi elemento che esce dalla giusta cortina di riservatezza tenuta nei gruppi di lavoro di M5S e Lega viene impallinato, vedi l’economista Sapelli e il Professore Conte, il primo definito rivoluzionario e visionario, il secondo colpevole di essere praticamente sconosciuto.

 

E la stessa indifferenza si è vista nelle non risposte dovute ai burocrati europei che prima ancora di sapere hanno detto all’Italia che deve rispettare tutto, compreso l’accordo sui migranti che favorisce tutti meno che il nostro Paese.

 

Ecco la vera vergogna sta nel silenzio dell’Italia nel non difendere gli italiani che hanno democraticamente votato. Forse i due leader non riusciranno nell’impresa ma hanno il diritto di essere difesi nei confronti dell’Europa, così come tutti gli italiani.

 

Un comunicato ufficiale, una presa di posizione sarebbe bastata per fare capire che in fondo non siamo solo i ‘camerieri’ di un Europa che certo non può’ essere presa ad esempio di solidarietà,  trasparenza ed equidistanza.

 

 

 

 

 

Tags:
governo 2018euroburocratisalvinidi maio

in vetrina
Milan-Higuain, ma non solo. Leonardo i rebus a centrocampo. Ac Milan news calciomercato

Milan-Higuain, ma non solo. Leonardo i rebus a centrocampo. Ac Milan news calciomercato

i più visti
in evidenza
Wanda si spoglia in Argentina Icardi: intrigo Inter-Real Madrid

Sport

Wanda si spoglia in Argentina
Icardi: intrigo Inter-Real Madrid

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
"Night Edition" la nuova serie speciale di Mercedes

"Night Edition" la nuova serie speciale di Mercedes

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.