A- A+
Politica
Il Pd perde anche in Sicilia. A Gela trionfo del M5S

Il Movimento 5 stelle ha espugnato Gela (Caltanisetta), la citta' di cui il presidente della Regione, Rosario Crocetta, e' stato sindaco e dove si e' speso in prima persona per sostenere l'uscente Angelo Fasulo, del Pd, appoggiato anche dal Megafono, in partito del governatore, e da varie civiche. Il vincitore e' invece il pentastellato Domenico Messinese, e in piazza Salandra, nel quartier generale del movimento 5 stelle, e' esplosa la festa quando mancavano solo 7 sezioni al dato definitivo man Messinese era gia' sindaco, con il 64,51%, quasi il doppio di Fasulo. Lo sconfitto, da parte sua, ha gia' augurato "buon lavoro al nuovo sindaco". Fasulo ha aggiunto: "Sono sereno, perche' ho dato il massimo".

Dopo Gela, il movimento 5 stelle sembra lanciato verso la conquista anche del Comune di Augusta (Siracusa). La pentastellata Maria Concetta Di Pietro, quando sono state scrutinate 24 sezioni su 41, ottiene 7.800 voti a fronte dei 2.600 andati a Nicky Paci, sostenuto da un cartello di liste civiche. Un vantaggio, quello della Di Pietro, che appare difficilmente recuperabile da parte del suo avversario.

"Continuiamo a crescere: nel turno di ballottaggio, che in Sicilia si e' chiuso alle 15 di oggi, il candidato di Forza Italia vince a Barcellona Pozzo di Gotto con un risultato vicino al 60%, margine straordinario sul centrosinistra. Congratulazioni dunque a Roberto Materia, storico uomo del centrodestra, che guidera' Barcellona per i prossimi cinque anni, e al cocommissario azzurro provinciale e rais della zona, onorevole Santi Formica, per l'importante lavoro svolto". Cosi' il senatore Vincenzo Gibiino, coordinatore di Forza Italia in Sicilia, comunica in una nota la vittoria del centrodestra a Barcellona Pozzo di Gotto (Messina).

A Barcellona Pozzo di Gotto il ballottaggio era tra l'uscente Maria Teresa Collica, alla testa di tre civiche, partita in svantaggio dal 28,22% del primo turno, e Roberto Materia, alla guida di sette liste civiche, in testa con il 34,99%. Il Pd era rimasto fuori gia' due settimane fa.

Il Centrodestra vince il ballottaggio per il sindaco di Licata con Angelo Cambiano. Ne da' notizia il deputato nazionale e vice coordinatore regionale di Forza Italia in Sicilia, Riccardo Gallo, prima ancora dei dati ufficiali. "Il risultato elettorale di Licata -afferma Gallo- premia l'impegno sul territorio del gruppo a fianco dei consiglieri eletti e del candidato sindaco vittorioso anche al ballottaggio, Angelo Cambiano". Gallo ha espresso inoltre apprezzamento per i neo consiglieri comunali di "Cambiano sindaco" e "Insieme per Licata", Anna Triglia e Augusto Baldo, per "Forza Azzurri" Debora Cammilleri e Tiziana Zirafi, e per la lista "Noi" Giuseppe Scozzari e Chiara Ferraro.

Il Pd perde il Comune di Enna dove lo storico leader locale Mirello Crisafulli viene battuto da Maurizio Dipietro, in passato espulso dal Pd e ora candidato da un raggruppamento civico di centrodestra. A lui va il 51,9% dei suffragi, pari a 7.425 voti, mentre Crisafulli si ferma al 47,9% con 6.885 voti. Manca l'ufficialita' perche' si ricontano i voti in una sezione, ma il risultato non puo' sostanzilamente mutatare: Dipietro e' il nuovo sindaco di Enna. Crisafulli, che e' segretario provinciale del Pd ennese, si era candidato senza il simbolo del partito, guidando una coalizione formata da Enna democratica, Torre - giovani democratici, Sicilia democratica che presenta una lista comune con il Ncd. Dipietro, gia' esponente dell'area centrista del Pd ma espulso dal partito, e' stato sostenuto da tre liste: "Patto per Enna", civica con diverse espressioni, "Amare Enna", formata dagli ex autonomisti del Pds-Mpa, e "Enna Rinasce", che riunisce varie forze del centrodestra.

E' Alberto Di Girolamo il nuovo sindaco di Marsala. Il verdetto, uscito dalle urne del ballottaggio, lo ha visto trionfare con il 68% dei voti pari a 15.794 preferenze mentre lo sfidante Massimo Grillo si e' fermato a quota 7.438 voti pari al 32%. Sostenuto dal Pd, del quale era gia' segretario comunale, Di Girolamo aveva sfiorato l'elezione al primo turno. A sostenerlo sono state cinque liste: Partito socialista, Partito democratico, Cambiamo Marsala, Una Voce per Marsala e Democratici per Marsala.

Il Pd vince il ballottaggio di Ispica (Ragusa), dove il nuovo sindaco e' Pierenzo Muraglie, 34 anni supportato olre che dal Partito democraitco dalle civiche "Liberta' e buongoverno" e "Ispica punto e a capo". Ha sconfitto Paolo Monaca, 33 anni, appoggiato da 5 liste, tutte civiche. "Sono soddisfatissimo del risultato ottenuto -ha commentato Muraglie- perche' e' la vittoria della coerenza. Siamo stato sempre all'opposizione. Ho rinunciato a schierare persone, sia tra gli assessori sia tra i consiglieri comunali, che hanno governato con il vecchio corso e nel passato, anche solo per un giorno ed e'stata vincente anche la scelta di non apparentarsi". Gli assessori designati sono Pippo Barone, Giuseppe Corallo e Angela Giani' - tutti e tre eserciteranno il doppio ruolo di assessore e consigliere, e Salvatore Distefano. Giuseppe Roccuzzo e' presidente designato del consiglio comunale.

 A scrutinio concluso si conferma a Bronte Graziano Calanna del Pd con il 57,35%. Sostenuto da Pd, Megafono e Sicilia democratica, prevale su Salvatore Gullotta, a capo di tre liste civiche.

E' Giovanni Formica il sindaco di Milazzo, in provincia di Messina. Il candidato ufficiale del Pd, ha vinto la battaglia interna ai democratici con il 62,17%, avendo la meglio sull''eretico' Carmelo Pino, fermatosi al 37,83%.

Caos informatico alla Regione siciliana. In tilt anche il sito web dell'amministrazione cui tocca peraltro il compito di divultagare i dati dei ballottaggi celebrati ieri e oggi fino alle 15 in tredici comuni dell'Isola. Un problema emerso ieri sera e che ancora non e' stato risolto. L'ufficio elettorale si prepara a 'riesumare' i vecchi fax per aggiornare anche le redazioni sulla consultazione. Ma i disagi sono numerosi, su piu' fronti: dai servizi di prenotazione delle Aziende sanitarie provinciali ai sistemi informativi per il pagamento dei ticket e della Ragioneria centrale. All'origine del disservizio ci sarebbe non un semplice problema tecnico, ma lo stato di morosita' della Regione nei confronti della partecipata Sicilia e-servizi, guidata dall'ex pm Antonio Ingroia, e la conseguente decisione di sospendere il servizio.

Tags:
gelam5ssiciliacrocettarenzi
Loading...
in vetrina
ALESSIA MARCUZZI SENZA REGGISENO E CHE LATO B! Le foto delle vip

ALESSIA MARCUZZI SENZA REGGISENO E CHE LATO B! Le foto delle vip

i più visti
in evidenza
"Renzo Arbore? Una leggenda E quella volta che Ed Sheeran..."

Nick The Nightfly racconta 30 anni di radio ad Affari

"Renzo Arbore? Una leggenda
E quella volta che Ed Sheeran..."


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Alfa Romeo rinnova la Giulia e Stelvio MY 2020

Alfa Romeo rinnova la Giulia e Stelvio MY 2020


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.