A- A+
Politica
La scissione di Renzi agita Conte. Da Palazzo Chigi filtra "perlessità"


Fonti Chigi: perplessità di Conte su scissione Renzi dal Pd - Il premier Giuseppe Conte ha espresso "perplessità" sulla scelta di Matteo Renzi di lasciare il Pd. Lo riferiscono fonti di Palazzo Chigi, spiegando che il presidente del Consiglio ha giudicato "singolare la scelta dei tempi di questa operazione": se fosse stata decisa prima della nascita del nuovo esecutivo gli avrebbe dato la possibilità di "valutare la sostenibilità e percorribilità del nuovo progetto di governo". "Il presidente Conte - viene confermato dalle fonti - ha ricevuto, ieri sera, una telefonata dal senatore Matteo Renzi, che lo ha informato della sua intenzione di lasciare il Pd e di formare nuovi gruppi autonomi in Parlamento. Il presidente Conte, nel corso della telefonata, ha chiarito di non volere entrare nelle dinamiche interne a un partito. Ha però espresso le proprie perplessità su una iniziativa che introduce negli equilibri parlamentari elementi di novità, non anticipati al momento della formazione del governo. A tacer del merito dell'iniziativa, infatti, rimane singolare la scelta dei tempi di questa operazione, annunciata subito dopo il completamento della squadra di governo. Ieri hanno giurato, infatti, i viceministri e i sottosegretari". "Se portata a compimento prima della nascita del nuovo esecutivo, questa operazione, niente affatto trascurabile, avrebbe assicurato - sottolineano le fonti di Palazzo Chigi - un percorso ben più lineare e trasparente alla formazione del governo. Il Presidente incaricato avrebbe potuto disporre di un quadro di riferimento più completo per valutare la sostenibilità e la percorribilità del nuovo progetto di governo che ha presentato al Paese". "Le considerazioni del Presidente del Consiglio si fermano qui. Virgolettati o ragionamenti che in questo momento vengono attribuiti dai mezzi di informazione al Presidente Conte sono destituiti di ogni fondamento", concludono.

Di Maio: Renzi? Questione del Pd, non e' un problema - "Nessuna sorpresa. Di certo per noi non rappresenta un problema, anche perche' le dinamiche di partito non ci sono mai interessate. Lavoriamo per gli italiani, solo a loro dobbiamo dare risposte". Lo dice il leader del M5S, Luigi Di Maio, contatto dall'ANSA a proposto della scissione dei renziani. Ogni singolo eletto del M5S ha un solo obiettivo, risolvere le problematiche dei cittadini. E ora che il governo e' al completo dobbiamo lavorare con serieta' e determinazione e portare a casa altre importanti misure per il Paese come il taglio dei parlamentari".

Pd, Zingaretti: quello di Renzi è un errore, ma pensiamo agli italiani - "Ci dispiace. Un errore. Ma ora pensiamo al futuro degli italiani, lavoro, ambiente, imprese, scuola, investimenti. Una nuova agenda e il bisogno di ricostruire una speranza con il buon governo e un nuovo PD". Cosi' su Twitter il segretario del Pd Nicola Zingaretti commenta la scissione di Matteo Renzi.

Pd, Pisapia: Non condivido scelta Renzi, ma buon cammino - "Da scout a scout: non condivido ma buon cammino". Lo scrive su Twitter l'europarlamentare Giuliano Pisapia riferendosi all'addio di Matteo Renzi.

Pd, Amendola: Leadership senza comunità diventa un po' temporanea - "Un partito senza leadership non esiste, deve incarnare anche una comunità. Non serve solo un leader, serve una classe di governo. Una leadership senza una comunità diventa un po' temporanea". Così il ministro degli Affari europei, Vincenzo Amendola, a Radio Capital, analizzando l'annunciata uscita di Matteo Renzi dal Pd.

Pd, Martina: Renzi? Andarsene è un grave errore - "Uscire dal Pd è un grave errore. Non ho mai visto il centrosinistra rafforzarsi con le divisioni. E poi, adesso che siamo al governo, le nuove responsabilità verso il Paese richiedono più unità, non meno”. Così l’ex segretario del Partito democratico Maurizio Martina intervistato dal Corriere della sera. “Le motivazioni sentite fin qui - aggiunge Martina - sono fragili e per tanti davvero incomprensibili. Non sono argomentazioni convincenti. Ci troviamo tutti di fronte a una sfida superiore, quella di dimostrare che siamo in grado di caricarci insieme di nuove responsabilità. Se guardo alle esperienze vissute, dividere la coalizione che sta al governo non ha mai aiutato il governo stesso. C’è il rischio di conseguenze non positive”.

CALENDA: DA RENZI UNA SCISSIONE DI PALAZZO - "Io non so che cosa dice RENZI perché ne dice molte e spesso non fa quello che dice. Quello che mi sembra è che la sua sia una scissione parlamentare, che non ha nulla di diverso rispetto ai comportamenti che originariamente voleva rottamare". Così Carlo Calenda, in una intervista al Messaggero, nella quale parla del suo nuovo movimento politico che lancerà a dicembre. E sostiene che "le scissioni non portano bene a chi le fa. E io comunque non cerco parlamentari, ma faccio un processo molto più lungo e molto più difficile. Essendo perfettamente consapevole del rischio di un fallimento".

Commenti
    Tags:
    zingaretti renzi pd
    in evidenza
    Lady Gaga cade giù dal palco Germanotta tonfo! FOTO-VIDEO

    Incidente allo show di Las Vegas

    Lady Gaga cade giù dal palco
    Germanotta tonfo! FOTO-VIDEO

    i più visti
    in vetrina
    BELEN IN LINGERIE, CECILIA RODRIGUEZ 'FUORI DI SENO'. E POI... Foto delle Vip

    BELEN IN LINGERIE, CECILIA RODRIGUEZ 'FUORI DI SENO'. E POI... Foto delle Vip


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    On Air la nuova campagna a 360 gradi di Opel Grandland X Hybrid4

    On Air la nuova campagna a 360 gradi di Opel Grandland X Hybrid4


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.