La Lega conquista il Sud

Martedì, 20 luglio 2010 - 11:19:00


Di Luigi Esposito

In casa Bossi cresce la rivalità fra gli esponenti politici, forse stufi dello strapotere dei varesini, ma non accenna a diminuire l’ambizione a divenire un movimento a diffusione nazionale. L’ottimo ministro dell’Interno, Roberto Maroni, in una intervista rilasciata al quotidiano regionale Il Mattino, auspica “il modello leghista anche per Napoli”. “Al Nord abbiamo fatto bene senza avere i fondi europei e leggi speciali come per Roma, senza avere quella pioggia di contributi e di soldi che molte città del Sud hanno avuto” ha proseguito il ministro auspicando che se “il metodo venisse adottato nel Sud porterebbe enormi vantaggi ai cittadini”.

Non appena i lanci delle agenzie hanno diffuso queste parti dell’intervista si sono sollevati tutti gli apparati partitocratici della Campania e non solo. Nella regione i sindaci dei capoluoghi di provincia hanno negato l’esigenza di avere un sindaco leghista per Napoli ribadendo come l’onestà non sia una prerogativa degli abitanti del Nord Italia e riaffermando l’alterità della storia del Sud Italia. 

Due affermazioni condivisibili ma non esaustive della contemporaneità dei meridionali. Per le elezioni provinciali del  6 e 7 giugno 2009 la Lega Nord appoggiò a Napoli la lista civica “Federalismo è libertà” che ebbe un interessante seguito politico anche se elettoralmente poco entusiasmante con il suo 0,36%. Nell’election day la circoscrizione Sud vide anche la presenza della lista della LNP per le elezioni europee, che a differenza dell’Emilia non ottenne seggi, ma con il suo 0,58% intascò un risultato utile sia nel riparto nazionale che per le casse del movimento.

Queste due recenti esperienze meridionali dei leghisti, sebbene quantitativamente limitate, hanno sicuramente indotto Roberto Maroni  a ripartire da Napoli per rilanciare un nuovo modello di politica, basata sul lavoro territoriale e di gruppo, in cui si preferisce la concretezza delle azioni ai proclami verbali. Un modello che la parte più onesta del popolo del Sud richiede inascoltato da decenni. Che Alberto da Giussano possa risolvere la “questione meridionale”?  Con Maroni i meridionali tornano a sperare.

 

0 mi piace, 0 non mi piace

Commenti


    
    Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
    Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
    Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
    Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
    Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
    Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
    Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
    Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
    LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

    LA CASA PER TE

    Trova la casa giusta per te su Casa.it
    Trovala subito

    Prestito

    Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
    SCOPRI RATA

    BIGLIETTI

    Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
    PUBBLICA ORA