A- A+
Politica
Luigi Di Maio fa "cose di sinistra" e Fratoianni e Rizzo glissano

Quello che non si capisce della campagna elettorale della “sinistra a sinistra del Pd” (ci vuole poco, essendosi con Matteo Renzi il partito spostato alquanto a destra) è cosa si vuole dal governo e, nello specifico dal ministro del Lavoro (e dello Sviluppo economico) Luigi Di Maio.

Si capisce che Nicola Zingaretti non plauda a misure “di sinistra” come il decreto dignità, il reddito di cittadinanza e il salario minimo orario, perché -come detto- il Pd ha la coscienza sporca di una politica fatta agli antipodi dei lavoratori, basti guardare il job act e l’abolizione dell’articolo 18 da parte del governo Renzi, ma almeno Nicola Fratoianni dovrebbe plaudire in un tripudio di bandiere rosse sventolanti al vento ancora freddo del Cremlino ed invece no, tace.

Anzi, di più. Tace su queste misure eccezionali per il benessere dei lavoratori e dei disoccupati -che dovrebbero essere il suo elettorato di riferimento- ed attacca invece su quanto ancora si possa fare e non è stato fatto.

Si vede che proprio non ha ancora capito la lezione elettorale che è stata impartita al “cugino”  (almeno come famiglia politica) Renzi.

Ormai i ceti popolari sono stati traditi ed abbandonati dai cosiddetti partiti di sinistra e proprio questo atteggiamento di amore per le tartine al salmone e lo champagne ha provocato l’ondata populista mondiale.

Ancora si sente Michelle Obama tutta ingioiellata come la Madonna di Pompei, con abiti firmatissimi e costosissimi, pontificare sui poveri di Chicago.

Ma non fa ridere?

No, fa incavolare.

E proprio da questo, come detto, c’è stata la reazione che negli Usa ha preso la forma dell’elezione di Donald Trump.

Eppure ancora a “sinistra della sinistra” non si riescono ad apprezzare le misure sociali varate dal governo e specificatamente da Luigi Di Maio, dopo decenni di fregature ai poveri e agli ultimi.

Ma la classe lavoratrice non è stupida e alle urne ci vede molto bene e quindi questi atteggiamenti alla fine si riveleranno dei veri e propri boomerang elettorali.

 

Commenti
    Tags:
    luigi di maiocinque stellelavoronicola fratoianninicola zingarettipdmatteo renzijob actmichelle obama
    in evidenza
    Diletta Leotta torna single Il gossip che scalda l'estate

    Sport

    Diletta Leotta torna single
    Il gossip che scalda l'estate

    i più visti
    in vetrina
    Elezioni Sardegna e Lotti, nuove batoste per il Pd. Si scatena l'ironia social

    Elezioni Sardegna e Lotti, nuove batoste per il Pd. Si scatena l'ironia social


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Renault Koleos: il grande SUV diventa più stiloso e più confortevole

    Nuovo Renault Koleos: il grande SUV diventa più stiloso e più confortevole


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.