A- A+
Politica
Migranti, scontro Francia-Italia. "Cinici". "No a lezioni ipocrite da Parigi"

Francia e Spagna attaccano pesantemente la linea sui migranti seguita dal governo italiano, dopo la gestione della nave Aquarius. Al centro delle critiche il ministro dell'Interno Matteo Salvini e la sua decisione di non accogliere i migranti nei porti italiani. Una posizione definita dal presidente francese Emmanuel Macron "irresponsabile" e "cinica". E dal portavoce di En Marche (partito politico di Macron), "vomitevole". A rincarare la dose anche il premier francese Edouard Philippe: "L'Italia ha scelto di non rispettare i suoi obblighi internazionali". Durissima la replica di Palazzo Chigi: "Le dichiarazioni intorno alla vicenda Aquarius che arrivano dalla Francia sono sorprendenti e denunciano una grave mancanza di informazioni su ciò che sta realmente accadendo. L'Italia non può accettare lezioni ipocrite da Paesi che in tema di immigrazione hanno sempre preferito voltare la testa dall'altra parte".
La tensione è talmente alta che non si esclude perfino l’annullamento del vertice italo-francese tra Giuseppe Conte ed Emmanuel Macron, previsto per venerdì a Parigi.

Intanto la Spagna avverte il nostro Paese sulle conseguenze penali delle sue scelte. Ma Salvini risponde a tutti con un tweet: "La Spagna ci vuole denunciare, la Francia dice che sono 'vomitevole'. Io voglio lavorare serenamente con tutti, ma con un principio: #primagliitaliani".

Luigi Di Maio in difesa del governo replica alla Francia: "Proprio loro parlano". In mattinata il ministro dei Trasporti Danilo Toninelli ha invece precisato ai microfoni di Radio Capital che "la linea del governo sull'immigrazione è unica e condivisa. E la chiusura dei porti non è mai stata all'ordine del giorno". Formalità a parte, in realtà, la chiusura dei porti è un dato di fatto, sottolineano le opposizioni e le organizzazioni del terzo settore, nel momento in cui si vieta l'approdo in Italia a navi cariche di profughi. Domani alle 11 Salvini riferirà in Senato su Aquarius. Il vicepremier ha parlato col suo omologo tedesco Horst Seehofer, concordando la presentazione di una "proposta comune sulla protezione delle frontiere esterne" dell'Ue e in un tweet commenta: "Grazie all'Italia in Europa si cambia".

Migranti: Di Battista, condivido linea governo. Non è razzismo

"Sono in accordo con Toninelli? Si', lo sono. E lo sono anche con Luigi Di Maio. Credo che questa, fermo restando che nessuno non ha salvato le vite in mare, sia l'unica strada per mettere l'Europa davanti alle sue responsabilita'. E questo non e' razzismo. Razzista e' chi ha bombardato la Libia e ci stava Napolitano quando e' successo". Cosi' Alessandro Di Battista, ex deputato M5s, in un video su Facebook girato in un ristorante a San Francisco - dove si trova con la compagna e il figlio - nel corso di un incontro pubblico.

Il leader dei socialisti europei Udo Bullmann attacca per primo il ministro dell'Interno: "Quello che fa Salvini, che vuole dimostrare le proprie idee con la forza e a scapito di donne incinte, dimostra quanto possa essere poveretto". E aggiunge: "Questo è un cambiamento della politica italiana che non è difendibile". Ma Il vicepresidente della Commissione Ue Frans Timmermans riconosce che il nostro Paese "è stato lasciato per troppo tempo da solo, e quindi si tratta di un un problema collettivo".

Nel dibattito interviene anche il Pd tramite l'ex premier Paolo Gentiloni che si rivolge al premier spagnolo Sanchez e twitta: "Adelante Pedro! Noi abbiamo ridotto dell'80% il traffico degli scafisti".

Alla domanda dunque se sulla vicenda dell'Aquarius non avesse prevalso la linea del ministro dell'Interno, Toninelli risponde a Circo Massimo su Radio Capital: "C'è una condivisione totale all'interno del governo sulle soluzioni al problema dei migranti. Capisco che da un punto di vista giornalistico si vuole creare sempre la figura del vincitore e di chi comanda". E precisa: "Ricordo che il M5s ha sempre lottato fortemente contro il business dell'immigrazione". Ora, aggiunge,"abbiamo messo i nostri tecnici al lavoro per trovare quelle soluzioni che finora non sono state date".

"Nessuno si deve permettere di etichettare l'Italia e il governo di essere disumano e xenofobo", tuona poi il ministro cinquestelle. "L'Italia è il Paese che ha salvato il maggiore numero di vite". Poi precisa: "Quella del governo italiano sull'immigrazione è una strategia molteplice". La prima mossa "è politica. In Italia il business dell'immigrazione non è più tale. Sembrava tutto normale: oggi si sa che le cose possono cambiare: basta a chi diceva che con l'immigrazione si guadagna più che con la droga. L'immigrazione verrà gestita nella legalità".

Quanto al destino dell'Aquarius, in rotta verso la Spagna che si è resa disponibile ad accogliere i migranti, Toninelli afferma: "I migranti saranno portati a Valencia anche con navi italiane, è stata una decisione presa stanotte nel vertice con il premier e le Capitanerie. Stamattina abbiamo mandato viveri, monitorato la situazione dei passeggeri per mettere in sicurezza le donne incinte, ma hanno rifiutato. Manderemo vedette e navi per portarli verso la Spagna".

Tags:
migranti

in evidenza
"No al Grande Fratello Vip 3" Rifiuto eccellente. News cast

Spettacoli

"No al Grande Fratello Vip 3"
Rifiuto eccellente. News cast

Advertisement
Advertisement
i più visti
in vetrina
Laura Torrisi di nuovo single con il rallysta Luca Betti è finita. E Inzaghi... I GOSSIP

Laura Torrisi di nuovo single con il rallysta Luca Betti è finita. E Inzaghi... I GOSSIP

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
PEUGEOT Traveller: destinazione “4 RISTORANTI”

PEUGEOT Traveller: destinazione “4 RISTORANTI”

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.