A- A+
Palazzi & potere
Cyber Affairs, il generale Ramponi: "Serve più difesa informatica"

Anche l’Italia dovrebbe pensare ad attività di addestramento alla difesa informatica, obbligatorie per le Forze armate del Paese.

A dirlo all’agenzia stampa Cyber Affairs è stato il generale Luigi Ramponi, già direttore del Sismi, oggi presidente del Centro studi difesa e sicurezza (Cestudis), dando vita a un dibattito che ha visto partecipi parlamentari delle commissioni Difesa della Camera e del Senato.
 

COSA ACCADE OLTREOCEANO
 

L’idea di Ramponi nasce da ciò che sta accadendo in queste ore sull’altra sponda dell’Atlantico, dove si intende potenziare le attività di formazione in campo cibernetico difensivo e offensivo dei corpi militari. L’intento è contenuto nel progetto di bilancio redatto dalla Camera dei Rappresentanti per la spesa della difesa nel 2017. Nel documento, i legislatori hanno chiesto attività di training obbligatorie per le Forze armate del Paese, da realizzarsi attraverso esercitazioni che testino le difese cyber della nazione di fronte a un attacco nemico.
 

LE PAROLE DI RAMPONI
 

Questo esempio, dice Ramponi, dovrebbe essere seguito anche nel nostro Paese. Troppe volte, ha rimarcato il generale, “gli hacker hanno successo non grazie ad attacchi particolarmente sofisticati, ma a causa della scarsa preparazione degli operatori”. Per questa ragione, ha sottolineato, “la scelta americana di insistere su questo aspetto dovrebbe essere considerata anche nella nostra Difesa”.

La struttura cibernetica delle nostre Forze armate, ha rilevato ancora Ramponi, “è la più complessa della nazione ed è dunque una di quelle che andrebbe maggiormente tutelata. Non è un caso che sia stata quella che ha subito l’offensiva più forte. Ma “investire nella formazione degli operatori – ha concluso l’ex direttore del Sismi – è prioritario non solo in questo campo: anche chi lavora per asset strategici, infrastrutture critiche e tutto il tessuto delle Pmi ha bisogno di essere coinvolto in processo virtuoso di questo genere”.

Tags:
cyber affairs generale ramponi
in vetrina
Milan, Batshuayi alternativa di Quagliarella. Ecco perchè l'affare si può fare

Milan, Batshuayi alternativa di Quagliarella. Ecco perchè l'affare si può fare

i più visti
in evidenza
Juve, regina degli stipendi in A CR7 davanti a Higuain. Classifica

Sport

Juve, regina degli stipendi in A
CR7 davanti a Higuain. Classifica

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Ford presenta la Edge di nuova generazione

Ford presenta la Edge di nuova generazione

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.