A- A+
Palazzi & potere

Domenico De Masi, professore di Sociologia del Lavoro salito alla ribalta delle cronache politiche come ascoltato «suggeritore» dei grillini sui temi dell' occupazione, è entrato a far parte del comitato promotore di Leu, che dopo la riunione di ieri si avvia a diventare un vero e proprio partito, scrive il Giornale. Accanto al docente ci saranno Pietro Grasso, Laura Boldrini, Roberto Speranza. Il teorico del «lavorare gratis, lavorare tutti» si definisce da sempre «di sinistra» e all' Ansa ha detto: «Cerco la sinistra dove spero di trovarla, con la stessa curiosità che mi spinse a cercare nei Cinque stelle». De Masi si era allontanato dall' universo pentastellato dopo l' alleanza tra la Lega e i grillini e ha spiegato: «Ho accettato l' invito di Pietro Grasso perché voglio ascoltare e capire con chi mi sento in sintonia e che contributo posso dare».

Tags:
de masim5sleubeppe grillo
in evidenza
Uomini pazzi per kajal e barber Makeup, su l'export. Ma la Cina...

Costume

Uomini pazzi per kajal e barber
Makeup, su l'export. Ma la Cina...

i più visti
in vetrina
Maria Elena Boschi in look bianco si commuove in Aula: ecco perché. VIDEO

Maria Elena Boschi in look bianco si commuove in Aula: ecco perché. VIDEO


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Kia svela il primo teaser della Ceed Crossover

Kia svela il primo teaser della Ceed Crossover


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.