Elezioni 2018: Minniti licenzia Renzi e lo spedisce in Europa - Affaritaliani.it
A- A+
Palazzi & potere
Elezioni 2018: Minniti licenzia Renzi e lo spedisce in Europa

Berlusconi alleato di Renzi? Forse lo vorrebbe ma il segretario dem non si alleera' mai con lui. "Semmai pensa che Berlusconi avra' verso il Partito democratico un comportamento neutrale. E' possibile che questo avvenga ma certo non di piu'". Cosi' il ministro dell'Interno, Marco Minniti, in una lunga intervista a Eugenio Scalfari su La Repubblica.

"Ho incontrato ieri il ministro dell'Interno. Ci vediamo spesso e quasi sempre e' lui che viene a casa mia per una chiacchierata su tutto quello che accade intorno a noi", racconta Scalfari. "Questa volta pero' sono andato io al Viminale". Ti incontri molto spesso con Renzi e a quanto mi risulta i tuoi suggerimenti sono quasi sempre accettati e messi in pratica. Che cosa gli suggerisci? "Te lo dico subito ma prima voglio parlare della democrazia in genere, dei suoi valori, dei modi di metterli in pratica. La democrazia e' il solo sistema che conserva la liberta' e la giustizia. E' un motto che tu usi molto spesso e dici anche che costituisce il Dna del giornale da te fondato. Hai perfettamente ragione, quei valori vanno conservati, ma e' anche vero che la democrazia con il passare del tempo va ricostruita e soprattutto va rinnovata. Non e' un sistema di classe dirigente, se a battersi per la democrazia e' il popolo non e' populismo ma e' sovranita' popolare. Questo tema e' di grande importanza e Renzi lo sente molto. Infatti io non credo che lui voglia diventare dopo le elezioni del 4 marzo il presidente del Consiglio. Preferisce restare leader del partito e come tale, essendo come io sono sicuro, capo del partito di maggioranza sara' lui ad occuparsi anche dell'Europa". "Lui in Europa si puo' far sentire moltissimo. Tra l'altro il Partito socialista europeo e' in decadenza ma continua ad essere fondamentale tra le forze politiche rappresentate nell'Europa attuale e noi non solo aderiamo a quel partito ma ne siamo la maggiore forza. Questo e' un elemento che rende ancora piu' importante la presenza europea del leader socialdemocratico". 

Minniti spiega di aver dato a Renzi un altro suggerimento, "di non andare al governo". "Gentiloni - ha detto - deve continuare come governo di ordinaria amministrazione perche' questa e' l'intenzione del nostro presidente della Repubblica. Questo rinvio puo' durare sei mesi, otto mesi, un anno ma poi bisognera' indire ovviamente nuove elezioni. E' possibile che Gentiloni venga rieletto non piu' per un governo di ordinaria amministrazione ma per un vero e nuovo incarico, ma avra' sicuramente anche altri concorrenti e non e' escluso che abbiano la meglio. In teoria tra questi ci puo' benissimo essere anche Renzi ma suppongo che non lo fara'".

Sui tre poli in Italia poi. "Cominciamo dalla destra. Attualmente si dichiara un'alleanza maggioritaria con Berlusconi alleato con Salvini e con la Meloni. Raggiungono il 30 per cento e non escludono di arrivare al 35. Ma e' un'alleanza puramente figurativa che non ha nulla di effettivo. Berlusconi e' a favore dell'Europa e comunque vuole essere il leader che fissa la politica dell'alleanza. Ma in realta' la situazione non e' questa. L'alleanza con Salvini e' puramente figurativa ma in realta' c'e' una differenza di fondo e quasi una contrapposizione. Fanno finta di essere alleati per ottenere ciascuno piu' voti di quanti gia' ne abbiano ma poi in realta' si contrappongono su tutto. Berlusconi si prepara semmai ad alleanze di altro genere".

Per quanto rigurda il polo grillino, "Di Maio sta facendo alleanze sottobanco, con la scusa di associarsi a personalita' di grande competenza in singoli settori, dalla Costituzione (nell'ipotesi che venga rifatta come i Cinque Stelle vorrebbero), all'economia, all'educazione scolastica, alla parita' delle donne. Questo perfino nella prospettiva di una loro eventuale presenza al Quirinale quando Mattarella sara' scaduto. E' accaduto nel frattempo che abbiano scoperto una serie di mascalzoni tra i loro candidati", ha affermato.

Tags:
elezioni 2018matteo renzimarco minnitipdsocialisti europei

in vetrina
Chiara Ferragni, la gonna (senza slip?) che fa discutere... FOTO

Chiara Ferragni, la gonna (senza slip?) che fa discutere... FOTO

i più visti
in evidenza
Ambra-Allegri sempre più vicini Nozze entro la fine del 2018?

Costume

Ambra-Allegri sempre più vicini
Nozze entro la fine del 2018?

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Sport e sicurezza stradale. Aci al Meeting dell’amicizia di Rimini

Sport e sicurezza stradale. Aci al Meeting dell’amicizia di Rimini

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.