Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

Regionali 2018: se Grasso si sfila Renzi perde in Lazio, Friuli e Lombardia

Elezioni regionali 2018: la lista Grasso lascia solo il renziano in Lombardia e ancora non sa se appoggiare i candidati del Pd in Lazio e Friuli

Regionali 2018: se Grasso si sfila Renzi perde in Lazio, Friuli e Lombardia

Giorgio Gori no, Nicola Zingaretti forse, in Friuli chissà. Sulle alleanze alle prossime Regionali si gioca una prima definizione dell' identità di Liberi e Uguali, la lista di sinistra affidata a Pietro Grasso, e di ciò che rimane del suo rapporto con il Pd, scrive il Fatto. Malgrado dall' entourage del presidente del Senato facciano sapere che "tutti i tavoli sono ancora aperti", almeno in Lombardia la situazione è piuttosto chiara: il centrosinistra non c'è più, LeU lascia il Pd da solo e non appoggia la candidatura (senza primarie) di Gori.

Entrambe le anime di LeU sono d' accordo sull' addio a Gori: ha un profilo politico e personale che rimanda allo stesso tempo al renzismo e al berlusconismo. E soprattutto - calcolano gli ex compagni di partito - non ha praticamente nessuna possibilità di vincere le elezioni lombarde.
Invece su Zingaretti si dividono. Per Mdp è un caso molto diverso: è autonomo da Renzi - al Congresso ha appoggiato la candidatura perdente di Andrea Orlando -, il suo vice Massimiliano Smeriglio (orfano del Campo Progressista di Pisapia), è ancora vicino ai bersaniani (mentre è mal sopportato da Sinistra Italiana).
 

In Vetrina

GFVip 2, Luca Onestini e Ivana Mrazova "innamorati". Ma spunta un dubbio...

In evidenza

Tina Kunakey in topless La signora Cassel è hot. Foto
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare

Motori

Dakar 2018, le Peugeot dettano legge

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.