A- A+
Palazzi & potere
Eni, il procuratore di Siracusa rischia il posto
Advertisement

Il procuratore di Siracusa Francesco Paolo Giordano potrebbe essere trasferito dal Csm per incompatibilità ambientale, scrive il Fatto. L' ipotesi sarà vagliata oggi dalla Prima commissione. È la Procura in cui ha lavorato Giancarlo Longo, arrestato la settimana scorsa per associazione a delinquere e corruzione, già trasferito al tribunale civile di Napoli dopo l' inchiesta a suo carico a Messina: avrebbe pilotato fascicoli di indagine per favorire i clienti eccellenti di due avvocati, Piero Amara di Catania, legale dell' Eni e Giuseppe Calafiore, anche loro arrestati. Nella stessa Procura di Siracusa ha lavorato il pm Maurizio Musco, trasferito dal Csm a Sassari dopo la condanna definitiva per abuso d' ufficio e in primo grado per tentata concussione.
 

Tags:
enisiracusa

in vetrina
Diletta Leotta, da sabato ecco "Diletta gol" su Dazn: il calcio in chiave pop

Diletta Leotta, da sabato ecco "Diletta gol" su Dazn: il calcio in chiave pop

i più visti
in evidenza
Clooney cavaliere medievale Ecco il nuovo spot Nespresso

Marketing

Clooney cavaliere medievale
Ecco il nuovo spot Nespresso

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Formula 1: Vettel verso l’addio alla Ferrari?

Formula 1: Vettel verso l’addio alla Ferrari?

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.