A- A+
Palazzi & potere
Frequenze tv: Mediaset e Cairo ricorrono al Tar. Asta a rischio

Mediaset e il gruppo Cairo (editore de LA7) ricorrono al Tar per difendere le loro frequenze televisive dall'Unione Europea e dallo Stato italiano che gliele toglieranno (sia pure a fronte di un risarcimento). I ricorsi, scrive Repubblica, non sono una buona notizia per il governo Conte.

Il governo sta per offrire all' asta tre pacchetti di frequenze. E tra le frequenze all' asta ci sono anche quelle in uso ai grandi network tv (come Mediaset, LA7, la stessa Rai). Dai compratori di queste frequenze (le società della telefonia), lo Stato aspetta ricavi per almeno 2,5 miliardi di euro (di cui la metà già quest'anno). Il rischio che l' asta venga rinviata, adesso esiste.Mediaset e Cairo non accettano le norme che il ministero dello Sviluppo (nell' era del centrosinistra) e il Garante delle Comunicazioni (l'AgCom) hanno iniziato a modellare.

Tags:
frequenze tvcairomediaset
in evidenza
Il fatto della settimana Cesare Battisti visto dall'artista

Culture

Il fatto della settimana
Cesare Battisti visto dall'artista

i più visti
in vetrina
Neve in pianura. Neve a Milano e Torino. Confermato. Ecco quando. Meteo neve

Neve in pianura. Neve a Milano e Torino. Confermato. Ecco quando. Meteo neve


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Range Rover Evoque conquista Milano

Range Rover Evoque conquista Milano


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.