A- A+
Palazzi & potere
Governo, svelata tutta la verità sul Mes: ecco cosa ci aspetta in Europa

Mes: Conte, piu' integrazione mercati finanziari - "In prospettiva, appare necessario pervenire a una piu' piena integrazione dei mercati finanziari europei, che a tutt'oggi presentano una frammentazione che incide negativamente sull'allocazione efficiente delle risorse, sulla crescita, sullo sviluppo sociale, frenando la riduzione degli squilibri fra Paesi". Lo ha detto il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in Aula alla Camera durante l'informativa sul Mes. "Elemento chiave per completare questa integrazione - sostiene - e' la creazione di un safe asset per i paesi dell'Unione monetaria: essenziale come tasso di riferimento per la conduzione della politica monetaria, come strumento finanziario per favorire la diversificazione dei portafogli bancari, nonche' quale elemento di stabilita' complessiva dell'Unione monetaria europea di fronte al rischio di shock. Questi sono i paletti su cui l'Italia puo' e deve trattare, questo e' l'orizzonte di lungo periodo che deve guidare i nostri passi".

Mes: Conte, in Parlamento sempre ricevuto parere favorevole - Le relazioni sulla partecipazione italiana all'Ue, che esplicitavano i meccanismi di funzionamento del Mes e la trattativa condotta dall'Italia, "sono state presentate alle Camere e approvate definitivamente dal Parlamento dopo una ampia discussione sviluppatasi nel corso di diverse sedute delle Commissioni". Lo ricorda il premier Giuseppe Conte in Aula alla Camera, nell'informativa sul Mes. "Alla Camera dei deputati, a seguito degli ulteriori pareri favorevoli sulla relazione delle Commissioni I, II, III, IV, V, VI, VII, VIII, IX, X, XI, XII e XIII, la XIV Commissione della Camera sulle politiche dell'Unione europea approvo' la relazione programmatica il 21 marzo 2019. In particolare, la V Commissione bilancio della Camera, presieduta dall'onorevole Claudio Borghi, nella seduta del 6 marzo 2019, espresse parere favorevole sulla relazione programmatica con la seguente condizione: "siano adottate in tutte le sedi istituzionali dell'Unione europea iniziative volte a sospendere, ove possibile, ogni determinazione conclusiva in merito agli atti di cui in premessa, nell'attesa degli esiti delle prossime consultazioni elettorali per l'elezione del Parlamento europeo". Il parere favorevole viene condiviso dall'onorevole Claudio Borghi, presidente della Commissione e, in rappresentanza del governo, il sottosegretario Massimo Garavaglia, nel prendere le distanze da un precedente intervento critico del deputato Bellachioma, ritiene equilibrata la proposta di parere favorevole", aggiunge. "Al Senato la 14a Commissione Politiche Ue, in sede referente, nella seduta del 24 luglio 2019 approva entrambe le relazioni (programmatica e consuntiva), con il voto favorevole dei gruppi del M5S e della Lega e previ pareri favorevoli delle Commissioni permanenti 1 in data 10 aprile, 3 in data 28 febbraio, 4 in data 21 marzo, 7 in data 12 marzo e 8 maggio, 8 in data 7 maggio, 10 in data 10 aprile, 11 in data 18 aprile e 12 in data 12 marzo. Evidenzio che i passaggi parlamentari sulle due relazioni, in cui era gia' presente il contenuto della riforma del Meccanismo europeo di stabilita' sono stati molteplici e tutti conclusi con voto favorevole alla linea tenuta dal Governo durante i negoziati. Ricordo anche che i Ministri erano inoltre membri del Comitato Interministeriale per gli Affari Europei (CIAE), anch'esso disciplinato dalla legge n. 234 del 2012, presieduto dall'allora Ministro Savona, nel quale avrebbero potuto legittimamente sollevare il tema e manifestare le loro perplessita'", conclude.

Mes: Camera, maggioranza applaude Conte, opposizione tace - La maggioranza applaude compatta il presidente del Consiglio Giuseppe Conte al termine della sua informativa sul Mes. Con Conte si congratula il ministro Roberto Gualtieri che gli siede accanto. Immobili i deputati dell'opposizione, con Fabio Lollobrigida (Fdi) che chiede un ampliamento a 10 minuti dei tempi per gli interventi dei gruppi parlamentari. Il presidente Fico accorda un massimo di sette minuti.

Mes: Conte, su unione bancaria fare di piu' e meglio - "Il Bicc (Unione bancaria, ndr) e' un passo nella giusta direzione ma dobbiamo fare di piu' e di meglio, a partire dall'assicurazione europea contro la disoccupazione. Inoltre, e' essenziale che si definisca compiutamente un sistema di assicurazione comune dei depositi (Edis), che possa portare ad una vera mutualizzazione dei rischi". Lo dice il premier Giuseppe Conte nell'informativa sul Mes alla Camera.

Mes: Conte, rispettata lettera risoluzione giugno - "Il Governo italiano ha rispettato la lettera e la sostanza della risoluzione votata dal parlamento lo scorso giugno e, come in passato, agira' sempre nel rispetto del mandato conferitogli". Lo dice il presidente del Consiglio Giuseppe Conte in Aula alla Camera chiudendo le sue comunicazioni sul Mes.

Mes: Conte, spero Camere portino Italia forte in Ue - "Auspico che il Parlamento con la sua autorevolezza e in virtu' della sua legittimazione democratica, contribuisca a portare in Europa la voce di un Paese forte e coeso, che si impegna a rafforzare le istituzioni europee secondo un piano che, nel rispetto del nostro interesse nazionale, conduca ad una architettura piu' robusta e una equilibrata condivisione dei rischi, che avrebbe quale effetto finale quello di ridurli per tutti". Lo dice il premier Giuseppe Conte nell'informativa sul Mes alla Camera.

Mes: Conte, a Eurogruppo logica pacchetto,torno in Aula l'11 - "La valutazione del governo con riguardo alle riforme in discussione al prossimo Eurogruppo, fissato per il 4 dicembre, non puo' prescindere dalla consapevolezza che ci sia ancora molta strada da percorrere in questa direzione e che la logica del pacchetto sia la modalita' migliore per procedere oltre, con riguardo al completamento del Mes, allo strumento di bilancio per la competitivita' e la convergenza e alla definizione della roadmap sull'Unione bancaria". Lo dice il premier Giuseppe Conte nelle comunicazioni in Aula alla Camera sul Mes. "Per quanto mi riguarda, tornero' a ragguagliarvi sullo stato del negoziato tra qualche giorno, il prossimo 11 dicembre, in occasione delle comunicazioni che rendero' in vista del prossimo Consiglio europeo", aggiunge.

Conte, architettura eurozona non si regga solo su Mes - "In luogo di proclami privi di ogni contenuto propositivo, ritengo che dobbiamo concentrare i nostri sforzi affinche' la nuova architettura non si regga su un'unica gamba, rappresentata dalla riforma del Mes. Ecco perche', in ottemperanza alla "logica di pacchetto", che il Governo ritiene essere elemento imprescindibile del negoziato, ritengo che, accanto al MES, debbano coesistere strumenti di bilancio comune con fondi superiori e scopo piu' ampio. Lo dice il premier Giuseppe Conte nell'informativa sul Mes alla Camera.

Mes: Conte, bene confronto Camere ma tenere logica pacchetto - "E' un bene che il Parlamento sia protagonista, e' un bene che vi sia un confronto su temi cosi' rilevanti per il nostro futuro. Sono certo che da questo confronto possa nascere un impulso positivo per il nostro contributo nel negoziato europeo. Perche' questo accada, tuttavia, bisogna mantenere l'approccio che il Parlamento aveva giustamente sollecitato lo scorso giugno e che il Governo ha seguito nelle sue negoziazioni, e cioe' al fatto che si guardi all'architettura che veniamo definendo in Europa nel suo complesso, secondo una logica di pacchetto". Lo dice il premier Giuseppe Conte nell'informativa sul Mes alla Camera.

Mes: Conte, Italia contro abbassamento soglie deliberazioni - Sul tema del "mantenimento o meno delle soglie minime che individuano i quorum deliberativi vincolanti erga omnes in caso di voto dei creditori obbligazionisti" ci sono "alcuni Paesi che chiedono l'abbassamento di queste soglie, mentre l'Italia considera imprescindibile il mantenimento delle attuali soglie dei due terzi". Cosi' il premier Giuseppe Conte durante l'informativa sul Mes alla Camera.Conte, Mes ripara da contagio ed e' a vantaggio Italia - "Il Mes non e' indirizzato contro un Paese o costruito a vantaggio di alcuni Paesi a scapito di altri. E' una assicurazione contro il pericolo di contagio e panico finanziario, a vantaggio di tutti". Lo dice il premier Giuseppe Conte sul Mes. "Nel negoziato abbiamo ottenuto regole che fossero vantaggiose per l'Italia sia nel remotissimo caso in cui dovessimo arrivare a chiedere anche noi fondi al Mes, sia in quelli, molto piu' frequenti, in cui l'Italia si ritrovasse dal lato di coloro che erogano il prestito".Mes: Conte, sarebbe meglio studiare i dossier prima - "Il modo migliore per affrontare questa complessa e articolata riforma non e' affidarsi a sterili polemiche che vorrebbero alimentare una rappresentazione manichea tra gelosi custodi dell'interesse patrio e succubi pronti a raccogliere i diktat europei. Il modo piu' efficace e' studiare innanzitutto, e portare ai tavoli negoziali proposte serie, concrete e attuabili per incidere quanto piu' possibile sul processo di riforma in atto nel senso piu' conforme agli interessi dell'Italia. Lo dice il premier Giuseppe Conte nell'informativa sul Mes alla Camera.Mes: Conte, Commissione europea mantiene ruolo centrale - "Senza che mi soffermi ulteriormente su questo punto, in piu' parti il Trattato ritorna sul ruolo centrale della Commissione europea rispetto alla coerenza di indirizzi e valutazioni che deve esistere tra questa e il Mes. Ne' potrebbe essere altrimenti, come ribadisce l'art. 12, comma 5, del nuovo Trattato secondo cui "nell'esercizio dei compiti attribuiti dal presente trattato la Commissione europea assicurera' che le operazioni di assistenza finanziaria effettuate dal Mes ai sensi del presente Trattato siano, ove pertinente, coerenti con il diritto dell'Unione europea, in particolare con le misure di coordinamento delle politiche economiche previste dal Trattato sul Funzionamento dell'Unione Europea". Lo spiega il premier Giuseppe Conte nell'informativa in Aula alla Camera sul Mes.Mes: Conte, nessun automatismo e supporto piu' robusto - "Il nuovo trattato non solo evita pericolosi automatismi, ma introduce anche il "common backstop", che garantisce risorse addizionali per gli interventi del Fondo di risoluzione unico previsto dal Meccanismo di risoluzione unico, rendendo piu' robusto il supporto in caso di crisi bancarie". Lo dice il premier Giuseppe Conte nelle comunicazioni in Aula alla Camera sul Mes.

Loading...
Commenti
    Tags:
    conte mes parlamentogovernogiuseppe conteeuropa
    Loading...
    in evidenza
    La vignetta/ Il cronoprogramma di Conte fino al 2023

    Politica

    La vignetta/ Il cronoprogramma di Conte fino al 2023

    i più visti
    in vetrina
    ALESSIA MARCUZZI: TACCO A SPILLO ROSSO E... LE FOTO DELLE VIP

    ALESSIA MARCUZZI: TACCO A SPILLO ROSSO E... LE FOTO DELLE VIP


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    La nuova classificazione dei veicoli elettrici ibridi in Italia

    La nuova classificazione dei veicoli elettrici ibridi in Italia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.