A- A+
Palazzi & potere
Lega, Salvini e l'Europa. Le mosse future del Capitano leghista: retroscena

Se pensavate di vedere Matteo Salvini strapparsi i capelli per il possibile avvio della procedura di infrazione da parte di Bruxelles sbagliate di grosso, rivela Dagospia: "La procedura di infrazione? Non ci stracceremo le vesti per le letterine di Pierre Moscovici, uno che manda ultimatum all'Italia ma che sta già con gli scatoloni in mano".

Questa la linea data dal quartier generale leghista a tutti i suoi uomini appena appresa la notizia della possibile apertura della procedura di frazione. Insomma, la parola d'ordine è mantenere la calma e non dare pretesti all'establishment europeo ed italiano per ulteriori attacchi che possano far salire la febbre dello spread. Tanto, "la vera trattativa la faremo nei prossimi mesi con i nuovi commissari e con i nuovi equilibri politici del parlamento europeo".

E a proposito di nuovi commissari, scrive in un super informato retroscena Dagospia, anche di questo si è cominciato a parlare nei recenti incontri avuti dagli sherpa di Lega e 5Stelle con gli uomini del Colle. Il Capo dello Stato ha già fatto sapere che gradirebbe un nome di alto profilo ed europeista. L'identikit porta dritto dritto ad Enzo Moavero Milanesi, nome graditissimo al Colle nonché personaggio di mediazione tra le due anime del governo, quella grillina e quella leghista (basti ricordare le più recenti interviste di Moavero, sempre in perfetta sintonia con il Capitano leghista).

Il Colle è dir poco spaventato dal ritrovarsi un leghista a Bruxelles mentre i grillini starebbero cercando di scongiurare l'ipotesi che li vede obbligati dopo il patto tacito stipulato tra Di Maio e Salvini nei fatidici giorni del contratto di governo: il commissario lo decide il leader dei due partiti che avrà ottenuto più voti alle elezioni europee. E siccome il patto tra gentiluomini non è stato mai smentito da nessuno è da ritenersi ancora vigente. Ma nel frattempo i rapporti tra i due si sono a dir poco deteriorati e quindi potrebbero esserci sorprese.

Ma oltre a Moavero c'è un altra carta che al momento si vorrebbe tenere riservata e che qualcuno dalle parti del Quirinale vorrebbe mettere sul piatto: quella di Mario Draghi. Un nome che potrebbe fare molto comodo all'Italia (e che difficilmente sarebbe contestabile dai partner europei) se andasse a sedersi sulla poltrona che attualmente è appannaggio di Pierre Moscovici. L'uomo delle letterine.

Commenti
    Tags:
    sergio mattarellagiuseppe contematteo salviniluigi di di maiomario draghimoavero milanesidagospialegam5seueuropabruxellescommissione europeacommissario europeoitalia
    in evidenza
    Lady Gaga cade giù dal palco Germanotta tonfo! FOTO-VIDEO

    Incidente allo show di Las Vegas

    Lady Gaga cade giù dal palco
    Germanotta tonfo! FOTO-VIDEO

    i più visti
    in vetrina
    BELEN IN LINGERIE, CECILIA RODRIGUEZ 'FUORI DI SENO'. E POI... Foto delle Vip

    BELEN IN LINGERIE, CECILIA RODRIGUEZ 'FUORI DI SENO'. E POI... Foto delle Vip


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Volkswagen T-Roc R: il crossover da… pista!

    Volkswagen T-Roc R: il crossover da… pista!


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.