A- A+
Palazzi & potere
Libero, Senaldi ad Affari: "Renzi pensi al suo partito non ai nostri titoli"

"Il titolo di stamattina? Ovviamente non c'è nessun intento di incitare alla violenza, si tratta solo di un modo di dire". Spiega così ad Affaritaliani.it Pietro Senaldi, direttore di Libero, quel "Per stendere Renzi bisogna sparargli" in apertura del quotidiano che, manco a dirlo, ha sollevato un vero polverone.

"È allucinante che ci attribuiscano cose che non abbiamo nemmeno lontanamente pensato - continua Senaldi -. In questo momento Matteo Renzi dovrebbe prestare attenzione a ciò che accade all'interno del suo partito, non certo ai titoli dei giornali".

Intanto la bufera non si placa. Immediate le reazioni di sdegno di numerosi esponenti dem e dei ministri. Ma contro il titolo di Feltri e Senaldi si sono scagliati anche i due presidenti delle Camere, Laura Boldrini e Pietro Grasso e la stessa Fnsi, il sindacato dei giornalisti.

libero titolo renzi apeFoto quotidiano "Libero"
 

Il primo a reagire è stato il capogruppo alla Camera Ettore Rosato secondo il quale "ormai si è perso il senso delle parole. Il titolo di oggi di @Libero_official è incitazione alla violenza che non ha precedenti #vergogna". Solidarietà a Renzi anche dalla ministra Anna Finocchiaro che giudica "inaccettabile" il fatto che parole del genere vengano da un organo di stampa mentre per il capogruppo dem a Palazzo Madama Luigi Zanda "dovrebbero intervenire immediatamente non solo gli organi di controllo della stampa per ristabilire la decenza del linguaggio, doverosa per in un Paese democratico. Ma, di quel titolo, dovrebbe occuparsi anche la magistratura".

La Boldrini parla di "titolo agghiacciante" e conclude che "questo non è giornalismo". Per Grasso "il titolo di #Libero non è un'analisi politica. Non è una metafora. Non è una provocazione. Non è una sintesi. Non è una battuta. È solo triste e intollerabile spazzatura".

Per la Federazione nazionale della stampa la prima pagina di Libero "è istigazione alla violenza e incitamento all'odio" e per questo il sindacato dei giornalisti offre "al segretario del Pd, così come ad ogni altra persona colpita da parole trasformate in pietre, la solidarietà della Fnsi".

Tags:
liberolibero quotidianomatteo renzipietro senaldi

in vetrina
Diletta Leotta difende il bikini a Miss Italia: "Donne da rispettare sempre"

Diletta Leotta difende il bikini a Miss Italia: "Donne da rispettare sempre"

i più visti
in evidenza
Carlotta Maggiorana è Miss Italia Dal film con Brad Pitt alla corona

Spettacoli

Carlotta Maggiorana è Miss Italia
Dal film con Brad Pitt alla corona

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Al Salone di Hannover sbarca il pick-up RAM

Al Salone di Hannover sbarca il pick-up RAM

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.