A- A+
Palazzi & potere
Libia, i francesi vogliono rubarci i giacimenti dell'Eni
Foto LaPresse

Sette anni dopo non c' è più Nicolas Sarkozy con i suoi risolini, le sue trame e i soldi di Muhammar Gheddafi, ma l' Italia, in Libia, è ancora una volta aggredita dalla Francia, scrive Libero. Ora come allora a Roma c' è un governo non di sinistra, osteggiato da Bruxelles e dalle cancellerie europee, e all' Eliseo alloggia un presidente che punta a sfasciare tutto, nel tentativo di creare un nuovo ordine che avvantaggi il gruppo petrolifero francese Total, a scapito dell' Eni. Lo strumento che Emmanuel Macron usa contro l' Italia è il generale Khalifa Haftar, capo delle milizie della Cirenaica.

Commenti
    Tags:
    libiaenifranciamacronmigranti
    in evidenza
    Victoria’s Secret cambia idea Gli Angeli di nuovo in bikini. FOTO

    Costume

    Victoria’s Secret cambia idea
    Gli Angeli di nuovo in bikini. FOTO

    i più visti
    in vetrina
    Isola dei famosi 2019, PAOLO BROSIO FUORI. E SOLEIL E' GIA'... Isola 2019 news

    Isola dei famosi 2019, PAOLO BROSIO FUORI. E SOLEIL E' GIA'... Isola 2019 news


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    PEUGEOT Cycles, presenta le nuove e-bike da Trekking e da Strada

    PEUGEOT Cycles, presenta le nuove e-bike da Trekking e da Strada


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.