A- A+
Palazzi & potere
Lombardia e Lazio le regioni più a rischio terrorismo islamico

Le quattro regioni italiane più a rischio terrorismo, l'impennata delle intercettazioni per evitare attentati e la scoperta che il 50 per cento del nostro mercato delle armi riguarda i paesi islamici sono i risultati di un rapporto reso pubblico in questi giorni. Il gruppo italiano Demoskopika, scrive il Giornale, specializzato in ricerche economiche e di mercato ha reso noto l' indice annuale del terrorismo, che traccia la minaccia del rischio potenziale nel nostro paese. Lombardia, Lazio, Piemonte ed Emilia Romagna sono le regioni più a rischio. La mappa è stata realizzata tenendo conto di quattro indicatori ritenuti «sensibili».

 

 

Tags:
lombardialazioterrorismo islamicoterrorismo
in vetrina
Melania Trump, cappotto geometrico Dior. Polemica sulle "spese pazze". FOTO

Melania Trump, cappotto geometrico Dior. Polemica sulle "spese pazze". FOTO

i più visti
in evidenza
Trapianti, si riapre il dibattito Ecco "La rampicante" di Grittani

Novità editoriali

Trapianti, si riapre il dibattito
Ecco "La rampicante" di Grittani

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Citroen Berlingo vent'anni di successi

Citroen Berlingo vent'anni di successi

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.