A- A+
Palazzi & potere
Olè! In caso di 'scenario spagnolo' pronti Amato e Draghi

A forza di evocarla senza prevenirla, la "spagnola" potrebbe finire davvero per contagiare l'Italia, scrive la Stampa. Da molti mesi Renzi, Grillo, Berlusconi e Salvini hanno esplicitamente rinunciato ad una riforma elettorale capace di dare un governo al Paese e proprio per questo motivo in tanti ripetono che nella prossima primavera, in Italia si replicherà lo stesso scenario della Spagna, un Paese che nell' arco di sei mesi ha dovuto impegnarsi in due ravvicinati scontri elettorali, prima di darsi un governo. L'Italia, col suo enorme debito pubblico e con la sua endemica instabilità, se lo può permettere? E soprattutto: in concreto cosa potrebbe accadere nei mesi che seguiranno elezioni destinate a non designare un vincitore e una maggioranza definita?

Il presidente della Repubblica come potrebbe "governare" un Parlamento senza maggioranza, chiede la Stampa? Per Pasquino la Costituzione indica una via maestra: «Affidando l' incarico ad una personalità designata dal partito che avuto più seggi, verificando se su alcune priorità esista una maggioranza. Nel caso del Pd, si dovrebbe verificare se la strada più costruttiva sia quello del "O Renzi o morte" oppure quella seguita da Scalfaro, che nel 1992, escludendo Craxi, chiese al leader socialista una rosa, nella quale scelse Giuliano Amato. La stessa verifica sul possibile sostegno da parte di altre forze parlamentari, dovrebbe realizzarsi in caso di incarico ad una personalità indicata dai Cinque Stelle».

Una previsione che ha punti di contatto con l'analisi dell' ex ministro socialista Rino Formica, uno dei protagonisti della Prima Repubblica e che da anni ha prodotto una serie di "profezie realizzate": «La prossima sarà una legislatura a vuoto, destinata a durare un anno, non di più. Un anno che si profila drammatico. Anzitutto perché si sta andando alla campagna elettorale con le classi dirigenti indifferenti al contesto internazionale, nazionale, emotivo. Tutti stanno giocando col fuoco, a cominciare dalla stampa e dalle elites culturali. Si va verso una legislatura che nascerà malata per effetto di una fortissima campagna anti-parlamentare destinata ad infittirsi, delegittimando ancor di più le istituzioni e aprendo la strada ad un regime "consolare". Un regime con due sbocchi: uno tendenzialmente autoritario. Ed uno affidato ad un democratico di buona scuola: Mario Draghi».

Tags:
giuliano amatomario draghimattarella

in vetrina
Mondiali, tutti pazzi per Giorgia Rossi... FOTO

Mondiali, tutti pazzi per Giorgia Rossi... FOTO

i più visti
in evidenza
Tutti pazzi per il caffè alla spina Illy, Cold Brew per i Millennial

Marketing

Tutti pazzi per il caffè alla spina
Illy, Cold Brew per i Millennial

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Peugeot 3008 e 5008 debutta il cambio EAT 8

Peugeot 3008 e 5008 debutta il cambio EAT 8

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.