A- A+
Palazzi & potere
PAPA, SCOTTI: "OGGI UNICO LEADER GLOBALE DELL'UMANITA'"
Foto: LaPresse

 "L’unico, vero elemento di novità è papa 
Francesco, oggi unico leader globale dell’umanità, pur con le 
difficoltà che incontra nel suo cammino. Perché più di tutti ha 
compreso che servono un linguaggio e soluzioni nuove, a partire dal 
tema centrale di sempre: la distribuzione della ricchezza". A dirlo in 
un colloquio con Avvenire il sette volte ministro Dc Vincenzo Scotti, 
oggi presidente della Link University. 

Scotti si dice convinto che "siamo in una fase di transizione lunga" e 
delle elezioni del 2018 ammette che siano "state una rivelazione, non 
una rivoluzione. Hanno rivelato che le forme assunte dalla politica 
sono state tutte messe in crisi nella civiltà euro-atlantica. È venuta 
fuori la rivolta contro le elites. È esplosa la consapevolezza delle 
crescenti disuguaglianze nel loro assieme: economiche, culturali, 
sociali, anche sanitarie. La gente non le accetta più e questo ha 
travolto tutti i tentativi riformisti". 

"Ricordo quello che mi raccontò Massimo D’Alema da premier, dopo il 
suo primo incontro con papa Wojtyla - aggiunge Scotti -. A Giovanni 
Paolo II che gli diceva ’io ho sempre combattuto il comunismo’, lui 
rispose che non esisteva più. Il Papa gli replicò: ’Ma le ragioni di 
fondo che lo hanno generato non sono finite!’. Dopo il 1989 si è 
pensato che bastasse affidarsi ai meccanismi automatici di mercato, al 
welfare. Il problema invece era, ed è, molto più profondo: si tratta 
di ripensare e di intaccare le politiche che regolano la formazione 
della ricchezza".

 "Prevedo una transizione lunga nella misura in cui non 
nasce qualcosa di nuovo - riflette il presidente della Link University 
-. Per ora non la vedo a sinistra. E anche fra gli stessi cattolici 
non c’è un pensiero forte, se non tentativi di mettersi insieme fra 
vari ’pezzi’ sperando di trovare l’unione giusta, un po’ come faceva 
la vedova scaltra. Io dico invece: lasciate che i morti seppelliscano 
i morti". 

Secondo Scotti "In Italia va aperto un dialogo vero fra tutti gli 
attori, tutti consapevoli della necessità di cambiamento. Sbaglia chi 
pensa che basti ripetere ossessivamente ’i giallo- verdi sono 
incapaci’ per far tornare tutto come prima. Non sarà così. Occorre una 
scossa vera, la presa di coscienza che qui va ripensato un sistema in 
cui si possa crescere redistribuendo la ricchezza con più tempestività 
ed efficacia. Quindi agendo innanzitutto sulle politiche fiscali, 
anche internazionali".

Commenti
    Tags:
    papapapa francescovincenzo scottilink campus universitychiesaavvenireceivescovim5s
    in evidenza
    Heidi Klum, Taylor Mega e poi... Tutti i topless da urlo (e non solo)

    Belen, Diletta Leotta e... GALLERY

    Heidi Klum, Taylor Mega e poi...
    Tutti i topless da urlo (e non solo)

    i più visti
    in vetrina
    LADY GAGA E BRADLEY COOPER: LA VENDETTA DI IRINA SHAYK! LADY GAGA NEWS

    LADY GAGA E BRADLEY COOPER: LA VENDETTA DI IRINA SHAYK! LADY GAGA NEWS


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuova Astra debutta in anteprima mondiale a Francoforte 2019

    Nuova Astra debutta in anteprima mondiale a Francoforte 2019


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.