A- A+
Palazzi & potere
Peggio dei grillini, solo i giornaloni che adesso li abbattono

Peggio dei grillini, solo i giornaloni che adesso li abbattono dopo averli esaltati acriticamente. Stesse penne che ora fanno a pezzetti Di Maio (e fanno bene) fino a due settimane fa lo presentavano come un fenomeno politico…

Il naufragio grillino a Roma fa insieme rabbia e tenerezza. Rabbia, perché i pentastellati si stanno effettivamente rivelando diversi dagli altri: nel senso che riescono incredibilmente ad essere peggiori di tanti che li hanno preceduti. Lo spettacolo di balle, immobilismo, incapacità che è in corso a Roma lascia effettivamente senza fiato. Ha sintetizzato tutto il fondatore di The Fielder Federico Cartelli, con una battuta fulminante: “Dovevano aprire il Parlamento come una scatoletta di tonno, ma si sono tagliati con un grissino”.

Per mesi, abbiamo sentito pontificare su onestà, streaming, cittadini, trasparenza. Dopo di che, assistiamo invece a pseudoleader che fuggono, si sottraggono alle telecamere, si riuniscono clandestinamente per dare sfogo a risse tra correntine, e poi ricompaiono con versioni rabberciate (il leggendario “non avevo capito”) o con eventi da psicodramma collettivo, dietro cui si celebra il più classico azzoppamento interno di un capetto a beneficio di un altro capetto.

Ma questo stato di cose fa anche tenerezza, da un altro punto di vista. L’impietosa raffica mediatica di questi giorni contro Di Maio e soci viene dalle stesse testate (in qualche caso dalle stesse penne!) che avevano esaltato e supportato la novità grillina. I luoghi dove oggi leggiamo velenosi sarcasmi sui vestitini blu di Di Maio (che si mette “in ghingheri”, è stato scritto) sono gli stessi dove si celebravano le “missioni diplomatiche” e gli incontri del vicepresidente della Camera con gli ambasciatori stranieri. I severi censori dell’incapacità grillina sono gli stessi che, fino a ieri, spiegavano l’inevitabilità dell’ascesa pentastellata e le future sorti e progressive del ”predestinato” premier Di Maio. Ora lo calpestano pure sul congiuntivo (a sua volta calpestato da Di Maio: il congiuntivo - si sa - è sempre una specie a rischio…), ma erano gli stessi che celebravano il giovane comunicatore Di Maio: rassicurante, chiaro, con i nervi d’acciaio, ci spiegavano.

La triste conclusione è che i contenuti e le idee interessino a pochi: pochissimi nel ceto politico, ancora meno nei giornaloni e nei media mainstream, palestre di conformismo e superficialità. Sta qui una parte non piccola del problema italiano.
 

 

Daniele Capezzone

Deputato Conservatori e Riformisti

d.capezzone@gmail.com

@capezzone

Tags:
grillinidaniele capezzone
in vetrina
Francesca Cipriani, esplosiva in piscina. Guendalina nuda, Belen e…FOTO VIP

Francesca Cipriani, esplosiva in piscina. Guendalina nuda, Belen e…FOTO VIP

i più visti
in evidenza
Silvia Toffanin, addominali e lato b da urlo in vacanza in Francia. FOTO

Costume

Silvia Toffanin, addominali e lato b da urlo in vacanza in Francia. FOTO


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nissan LEAF:Un viaggio 100% elettrico da nord a sud Italia

Nissan LEAF:Un viaggio 100% elettrico da nord a sud Italia


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.