A- A+
Palazzi & potere
Rai, è tempo di nomine: tutte le novità in arrivo. Chi sale e chi scende

Renzi pensa di far saltare Conte appena finita la manovra, in  primavera. Draghi, rivela l'informatissimo Dagospia, è il suo prossimo presidente del consiglio, e poi presidente della Repubblica. Ecco perché anche stamattina al Messaggero ribadisce che ci o senza Conte la legislatura andrà avanti. Ma dimentica due piccoli (si fa per dire) particolari: che Mattarella ha già fatto ampiamente capire a chi lo ha incontrato nei giorni scorsi che dopo Conte si va al voto. E che quindi questo è l'ultimo governo della legislatura.

Poi c'è il secondo punto, forse il più importante: ma perché Draghi, uomo di statura internazionale, uno dei pochi italiani rispettati nel mondo dovrebbe legare la sua scesa in campo alle manovre di Renzi che è a capo di un partitino del 3%? E legarsi mani e piedi a Di Maio, che non controlla più il Movimento e non riesce neanche a far eleggere un nuovo capogruppo 5Stelle non ostile. "L'insuccesso a Renzi sta dando alla testa", commentano al Nazareno.

"Ormai si comporta come un leader d'opposizione, critica il  governo ogni giorno. I suoi tweet sembrano quelli di Salvini. Ma così, a forza di tirare, la corda di romperà e se si vota per Renzi sarà la fine". Intanto, dopo le Dagoanticipazioni dei giorni scorsi riprese dai più importanti giornaloni del belpaese, continuano a piovere indiscrezioni: il Pd resta sul piede di guerra sulle nuove direzioni dei tre più importanti Tg nazionali, il Tg1 Tg2 Tg3.

Si aspetta che su uno dei tre, scrive Dagospia, possa esserci un direttore di area di centrosinistra. "È il pluralismo, che oggi in Rai non esiste a scapito del Pd", dicono dal Nazareno. Ma per il partito di Zingaretti il pluralismo non finisce ai tre più importanti Tg. Nella Tgr direttore e condirettore sono di orientamento leghista, stessa cosa a Rai Sport, Rai Parlamento è in mano a Forza Italia, il Gr è a destra. Per non parlare di capistruttura e capi autore, importantissimi nel predisporre i programmi che poi finiscono nelle case degli italiani a tutte le ore. "Così non va, va fatta una profonda, profondissima rivoluzione. Anche gli ascolti vanno male. Segno che il cambiamento è d'obbligo, non solo nei Tg nazionali" affermano dal Nazareno.

Da lunedì, intanto, Gennaro Sangiuliano (che, a chi lo interpella in queste ore, smentisce qualsiasi interessamento per la poltrona di Governatore della Campania: "È più facile che io faccia l'allenatore della Juventus") rinnova Tg2 post.

La politica rimarrà centrale ma ci sarà spazio anche per la cronaca e lo spettacolo: "Andremo dove ci porta la notizia" spiegano. Alla conduzione ci sarà Manuela Moreno. Nel frattempo, continua a girare insistentemente la voce di Nunzia de Girolamo alla co- conduzione di Linea Bianca. Un format cresciuto negli ultimi anni che potrebbe fare un ulteriore salto di qualità. I numeri aiutano l’ex ministro: picchi di share a ‘’Ballando con le stelle’’ e nelle successive comparsate televisive...

Loading...
Commenti
    Tags:
    raifabrizio salinipddagospiaitalia vivamatteo renzimario draghigovernogiuseppe contem5squirinale
    Loading...
    in evidenza
    La star de Il Trono di Spade choc "Obbligata a far scene di nudo'

    GOSSIP E GALLERY VIP

    La star de Il Trono di Spade choc
    "Obbligata a far scene di nudo'

    i più visti
    in vetrina
    ALESSIA MARCUZZI SENZA REGGISENO E CHE LATO B! Le foto delle vip

    ALESSIA MARCUZZI SENZA REGGISENO E CHE LATO B! Le foto delle vip


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Alfa Romeo rinnova la Giulia e Stelvio MY 2020

    Alfa Romeo rinnova la Giulia e Stelvio MY 2020


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.