A- A+
Politica
Palermo, mutilazioni per truffare assicurazioni, 34 fermi a Palermo

Mutilazioni per truffare assicurazioni, 34 fermi a Palermo

Mutilazioni per truffare le assicurazioni. Vasta operazione a Palermo e in provincia, denominata "Tantalo bis", condotta dalla polizia di Stato in esecuzione di un fermo di indiziato di delitto emesso dalla procura della Repubblica di Palermo, contro una pericolosa organizzazione criminale specializzata in frodi assicurative realizzate attraverso le mutilazioni di arti di vittime compiacenti. Scoperti numerosissimi raggiri ai danni di compagnie assicurative. Sono 34 le persone oggetto del provvedimento di fermo eseguito dalle Squadre Mobili di Palermo e Trapani. Tra questi anche un avvocato palermitano che curava la parte legale di molti dei falsi incidenti. Centinaia risultano inoltre essere le persone indagate.

Particolarmente violenti i membri dell'organizzazione che non esitavano a scagliare pesanti dischi di ghisa come quelli utilizzati nelle palestre sugli arti delle vittime, in modo da procurare delle fratture che spesso menomavano le parti coinvolte costringendole anche per lunghi periodi all'uso di stampelle e sedie rotelle. Importanti le dichiarazioni rese alla procura da alcuni 'pentiti'. Si tratta di soggetti tratti in arresto nell'ambito dell'operazione "Tantalo" della Squadra mobile di Palermo dello scorso agosto, che dopo l'arresto hanno deciso di collaborare.

Dichiarazioni delle vittime: "Birre e spinelli, non ero lucida e ho accettato..."

"A causa delle birre e degli spinelli non ero molto lucida e non capivo perfettamente le loro intenzioni altrimenti non avrei mai accettato di farmi fare del male". E' così che una delle vittime compiacenti della banda 'spaccaossa', sgominata all'alba di oggi a Palermo, giustifica ai magistrati la scelta di farsi fratturare gli arti con la promessa di riscuotere i soldi dell'assicurazione per un falso incidente stradale. "In realtà non ho subito nessun sinistro stradale. Un giorno del mese aprile 2018, mentre mi trovavo in paese al bar Alessi, sono stata avvicinata da una coppia, Giosuè e Rita, che non avevo mai visto prima. Gli stessi dopo una breve conversazione di carattere futile mi hanno proposto di farmi lesionare al fine di inscenare un finto incidente stradale allo scopo di incassare il relativo premio assicurativo - racconta - Ho rifiutato detta proposta, ma nei giorni successivi venivano a trovarmi sempre al bar Alessi, sino a quando un pomeriggio, mi hanno offerto 3 o 4 birre, poi mi hanno fatto fumare almeno 4 spinelli e dopo l’uomo mi ha proposto anche altri tipi di droghe che io ho però rifiutato. Dopo circa tre ore è giunto sul posto anche un altro uomo, di nome Mario, arrivato con un autovettura Alfa. Mi hanno detto che mi dovevano portare a Palermo per procurami delle lesioni finalizzate ad organizzare un finto incidente stradale. In realtà, a causa delle birre e degli spinelli non ero molto lucida e non capivo perfettamente le loro intenzioni altrimenti non avrei mai accettato di farmi fare del male".

Commenti
    Tags:
    arti mutilati truffa assicurazionipalermo truffe assicurazionitruffe ad assicurazionigambe spezzate per risarcimento
    in evidenza
    Larissa come mamma Fiona May Europei Under 20, oro nel lungo

    Atletica

    Larissa come mamma Fiona May
    Europei Under 20, oro nel lungo

    i più visti
    in vetrina
    Melissa Satta e Kevin Prince Boateng, tutti gli indizi del ritorno di fiamma

    Melissa Satta e Kevin Prince Boateng, tutti gli indizi del ritorno di fiamma


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Maserati: i SUV Levante Trofeo e GTS in vendita in Italia

    Maserati: i SUV Levante Trofeo e GTS in vendita in Italia


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.