A- A+
Politica
Pd, processo a Renzi: il forum dem diventa Tribunale e la Boschi se ne va

Matteo Renzi non viene mai nominato, ma è lui il convitato di pietra e l'imputato nel "Tribunale" allestito al forum per l'Italia del Pd a Milano.

La prima a giustiziarlo a distanza è Federica Mogherini, Alto rappresentante dell'Unione per gli affari esteri e la politica di sicurezza (carica ottenuta grazie agli auspici dell'allora premier Renzi che la preferì, aprendo un contenzioso lacerante, a Massimo D'Alema). La Mogherini non nomina minimamente il suo "benefattore", ringrazia dal palco Maurizio Martina, attuale segretario del Pd, si dice "contenta di tornare a sentirsi a casa nel partito” (ogni riferimento al "grande assente" è puramente voluto) e dà la sua ricetta (antirenziana) per risollevare le sorti del Partito Democratico: "Non distruggere il vecchio (leggi: rottamare), bensì costruire il nuovo". 

Poi ci si mette anche Walter Veltroni, che si domanda sgomento come mai i gruppi dirigenti non abbiano operato una riflessione sulla batosta del 4 marzo, e li rimprovera per non aver ascoltato i militanti smarriti. "Meno riunioni di correnti e più con la base" è il suo monito che infastidisce una Maria Elena Boschi già stranita per l'intervento della Mogherini. L'affronto di Veltroni è troppo per Meb, che con malcelata rabbia, si alza dalla platea e se ne va.

Teresa Bellanova, seppur adirata, resiste ancora e si limita ai gesti di stizza dalla platea, ma l’intervento di Tommaso Nannicini che imputa alla dirigenza Pd di aver fatto le "riforme del lavoro contro il sindacato e non con il sindacato" e quello altrettanto critico del professor Enrico Giovannini, inducono ad alzarsi anche il fedelissimo renziano Lorenzo Guerini, che lascia la sala inviperito.

Renzi non è presente, ma come il fantasma di Banquo tormenta i vari "Macbeth" che aspirano al regicidio definitivo, ed è evidente che il Pd ha due grandi questioni irrisolte da affrontare prima di poter aspirare a rinascere (se mai la rinascita possa essere anche solo ipotizzabile). La prima è senz'altro la direzione da intraprendere, che per esempio a detta dell'ex ministro Andrea Orlando è la "radicalità", ovvero smettere di "voler parlare con tutti finendo per non rappresentare nessuno". Una linea politica che ovviamente, a seconda della corrente alla quale si appartiene, assume connotati diversi o talvolta contrapposti. L'altra questione è cosa farne di Renzi e del suo retaggio. La sua avventura politica è davvero finita (almeno nel Pd)? E se sì, occorre rottamare in toto la sua opera o in alternativa continuare sulla sua scia, oppure cambiare percorso senza però gettare via le parti nobili dell'operato dell'ex segretario ed ex primo ministro (nel caso essere esistano, cosa che per molti dem non è)? Auspicare che egli se ne vada per fondare una sua forza politica personale lasciando finalmente libero il Pd, o scongiurare a tutti i costi questa ipotesi per non indebolire ulteriormente il partito già bastonato? 

A giudicare dai rancori striscianti, e neanche troppo occulti, percepiti al forum, nel Pd la strada verso la "luce" è ancora lunghissima e irta di ostacoli.

Commenti
    Tags:
    pdforum partito democraticomaria elena boschimatteo renzifederica mogherini

    in evidenza
    Nuovo testo per il "Padre Nostro" Cambia il passo sulla tentazione

    Chiesa

    Nuovo testo per il "Padre Nostro"
    Cambia il passo sulla tentazione

    i più visti
    in vetrina
    Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

    Cristiano Ronaldo, proposta di matrimonio a Georgina Rodriguez: ecco l'anello

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

    Mercedes Classe E All-Terrain 4x4 al quadrato un esemplare unico

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.