A- A+
Politica
Pd, Renzi lascia e si fa il suo partito se Zingaretti vince le primarie Pd
LaPresse

Primarie del Partito Democratico confermate dalla Direzione (ok anche al regolamento) per domenica 3 marzo con Matteo Richetti che si fa da parte ufficialmente e appoggia la candidatura a segretario di Maurizio Martina. Dietro le quinte, Matteo Renzi e i suoi fedelissimi sono in movimento con i comitati civici del senatore di Scandicci che, seppur ufficialmente neutrali, si stanno preparando a fare campagna elettorale a favore dell'ex ministro dell'Agricoltura o di Marco Minniti.

Il primo step della strategia di Renzi è stato favorire la nascita del ticket tra Martina e Richetti e l'obiettivo non dichiarato è fare di tutto affinché Nicola Zingaretti non diventi il leader del Pd. Infatti, come Affaritaliani.it ha scritto lunedì scorso (leggi qui), in assemblea è pronta l'alleanza tra Minniti e Martina per superare in termini di delegati il Governatore del Lazio che così non diventerebbe segretario nemmeno se arrivasse primo (come dicono i sondaggi), a meno che non riuscisse a superare il 50% dei voti. Il segretario sarebbe quindi chi arriva davanti tra Minniti e Martina con l'altro nel ruolo di vice. In base allo statuto del Pd qualora alle primarie nessun candidato riuscisse a raggiungere almeno il 51% dei voti popolari il segretario verrebbe eletto dall'assemblea nella quale vengono rappresentati in maniera proporzionale rispetto ai voti ottenuti i delagati dei candidati in corsa. In teoria, quindi, se il secondo e il terzo classificato si mettono insieme possono stoppare l'elezione del primo.

Ma attenzione, qualora Zingaretti riuscisse a spuntarla e diventasse segretario a quel punto sarebbe pronto il colpo di scena. Renzi e i suoi comitati civici, insieme a Maria Elena Boschi e ad altri fedelissimi, uscirebbero dal Partito Democratico per fondare un loro movimento centrista simile a En Marche! di Emmanuel Macron. Un nuovo soggetto politico che alcuni recenti sondaggi danno intorno all'8-9%. In sostanza l'ex presidente del Consiglio, che ufficialmente si tiene fuori dalla partita delle primarie, o 'vince' con Martina o Minniti leader (per poi condizionare la linea politica del Nazareno) oppure lascia il Pd se Zingaretti diventa segretario.

Commenti
    Tags:
    primarie pd renzipd renzi lasciaprimarie pd zingaretti
    in evidenza
    Piatek gol anche in nazionale Shevchenko: "E' il mio erede"

    Polonia nel segno del Pistolero

    Piatek gol anche in nazionale
    Shevchenko: "E' il mio erede"

    i più visti
    in vetrina
    Isola dei famosi 2019, Marco Maddaloni colpito da un lutto. Isola 2019 news

    Isola dei famosi 2019, Marco Maddaloni colpito da un lutto. Isola 2019 news


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Porsche svela la nuova Cayenne Coupé

    Porsche svela la nuova Cayenne Coupé


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.