Alleanze Pd: Bersani sceglie il centro, Veltroni guarda a Vendola

Verso le elezioni anticipate. Il segretario ha intensificato il dialogo con l'Api di Rutelli, uno dei soggetti del Terzo Polo con Udc e finiani. Montezemolo il candidato ideale. L'ex sindaco di Roma spera che il Governatore pugliese sparigli le carte

Venerdì, 6 agosto 2010 - 18:50:00


Ancora non si sa se le elezioni anticipate ci saranno, né quando. Ma il dibattito sulle future alleanze riesce già a far discutere, e dividere, il Partito Democratico. A capo degli opposti schieramenti, come al solito, Massimo D'Alema e Pierluigi Bersani da una parte; Walter Veltroni e Dario Franceschini dall'altra. Che il segretario non voglia che si torni troppo presto a votare lo hanno capito tutti. Così si interpreta anche il suo pressante invito alla creazione di un governo istituzionale, di transizione, anche solo per fare una nuova legge elettorale e mettere qualche pezza in più alla crisi economica. Certo, è anche un modo per prendere tempo, visto che il Pd appare ancora una formazione a caccia di strategia e di identità.

Ma forse non è più così. Bersani ha infatti già in mente l'alleanza secondo lui migliore nel caso di un anticipato ritorno alle urne. A quanto risulta ad Affaritaliani, la bussola del segretario è orientata verso il centro, il grande centro. Una fonte rutelliana assai ben informata racconta  che nelle ultime settimane i rapporti con il Pd si sono assai intensificati, dopo un periodo di "black out". A portare avanti il dialogo è nientemeno che il numero uno democratico in persona. Bersani, fa sapere la nostra fonte, guarda con grande interesse all'ipotesi del "terzo polo", così come prima all'avvicinamento fra Api e Udc. Un'attenzione che è sempre stata anche di Massimo D'Alema.

Assai simile la posizione di Enrico Letta, uscito in queste ore allo scoperto dichiarando di preferire un accordo elettorale con l'Udc piuttosto che con l'Idv di Antonio Di Pietro. L'Udc, l'Api, dunque; e chissà forse anche il Fli di Fini. ll Terzo Polo, nuova stella polare della maggioranza bersanian-dalemiana del Pd. D'altronde, al centro guardano anche esponenti fino a qualche mese fa "insospettabili" come Debora Serracchiani che lo scorso 15 luglio, in un'intervista ad Affaritaliani, già invitava Bersani a prestare ascolto ai moderati, sia all'interno del partito, sia fuori; e a osservare attentamente le mosse di Luca Cordero di Montezemolo. Già, perché potrebbe essere proprio l'ex presidente della Fiat, o in alternativa Mario Monti, il  candidato premier in grado di tener assieme  una compagine tanto ampia e piena di leader in pectore. In tal caso, però dovrebbe essere spedito in soffitta il sistema delle primarie di coalizione: una sfida  che vede già ai blocchi di partenza Nichi Vendola e in merito alla quale il sindaco di Torino, Sergio Chiamparino, ha dichiarato: "Non mi tirerei indietro".

Tutto sarebbe più semplice con l'approvazione di una legge elettorale proporzionale senza premio di maggioranza, quella su cui potrebbero convergere D'Alema e Bersani, Rutelli, Casini, forse anche Fini. A quel punto il Pd potrebbe presentarsi alle elezioni da solo (o addirittura con l'Idv ed eventualmente una parte della sinistra radicale) e successivamente, a bocce ferme, stringere una "santa" alleanza parlamentare con il centro. La sconfessione finale della famosa "natura maggioritaria"del Pd affermata a suo tempo da Walter Veltroni.

Già, Veltroni: come si sta muovendo l'ex sindaco di Roma, da sempre grande antagonista di D'Alema e quindi sulla sponda opposta del partito rispetto a Bersani? Il suo tentativo al momento è quello di costituire una specie di "correntone" di minoranza, rivolgendosi all'area che non coincide con l'attuale leadership di matrice diessina. Petali sparsi di Margherita: un mondo che va da Paolo Gentiloni a Beppe Fioroni; da Arturo Parisi a Rosy Bindi. Due esponenti, questi ultimi, che si sono ritrovati uniti, nelle ultime ore, da un "no" rotondo a ogni ipotesi di governo di transizione. Altro ex margheritino doc è ovviamente Dario Franceschini. Come si sa, l'idea  che Veltroni ha del Pd  è specularmente contraria a quella di Bersani e D'Alema. Strenuamente maggioritaria, finanche utopisticamente autosufficiente la sua,  neoproporzionale e "di coalizione" la loro. 

Ma certo in questa fase anche a Veltroni servono degli alleati fuori dal partito. Se Bersani e D'Alema guardano al centro, Walter ha già mostrato una cauta simpatia nei confronti della novità Vendola. Quest'ultimo è stato fra gli ospiti, lo scorso 25 luglio, della scuola politica veltroniana di Bertinoro.  Per  Vendola il primo segretario del Pd ha avuto parole d'elogio (pur non nascondendo le diversità di vedute su diversi temi) e ne ha sostanzialmente benedetto l'assalto alle future primarie. Di un ticket Veltroni-Vendola si è molto parlato, ma è difficile che il presidente con l'orecchino si rassegni fin d'ora a fare il numero due. Lo stesso vale per Veltroni, ma ai suoi occhi l'ipotesi Vendola resta l'unico argine alla svolta filo-terzo-polista della segreteria. Che poi è uno di quei "giochi" che Vendola ha dichiarato di voler sparigliare. Con un punto a suo favore: lui è già in campo, mentre l'alleanza fra Pd e Terzo polo è tutta (difficilmente) da costruire.  E Veltroni lo sa. Certo, c'è stato anche il suo placet a un eventuale governo di larghe intese. Ma una cosa è sicura: se domani Silvio Berlusconi facesse precipitare la situazione verso le elezioni, sarebbe un danno più per la strategia di D'Alema (e Bersani) che per quella di Veltroni.

Francesco Cocco

0 mi piace, 0 non mi piace

Commenti


    
    Titoli Stato/ Collocati 6,5 mld Btp, tassi a minimi record
    Riforme/ Guerini (Pd): verso elezione indiretta Senato
    Alitalia/ Uilt, non arrivata lettera da Etihad
    Riforme/ Renzi: se non si trova sintesi pronto a passo indietro
    Milan/ Berlusconi: vendita club fantasia altrui
    Mps/ Grillo: questa e' la mafia del capitalismo
    Mps/ Grillo, facciamo casino per fare un po' di trasparenza
    Berlusconi/ Vede foto Merkel e dice "Aridatece Kohl"
    LEGGI TUTTE LE ULTIMISSIME

    LA CASA PER TE

    Trova la casa giusta per te su Casa.it
    Trovala subito

    Prestito

    Finanziamento Agos Ducato: fai un preventivo on line
    SCOPRI RATA

    BIGLIETTI

    Non puoi andare al concerto? Vendi su Bakeca.it il tuo biglietto
    PUBBLICA ORA