A- A+
La Piazza
Tutti in Piazza, stasera a Ceglie, col premier Conte

Ci siamo, dunque, arriva il presidente del Consiglio Giuseppe Conte. Ha accettato il mio invito e parteciperà stasera alle 20,30 a un’edizione straordinaria de La Piazza, la tre giorni di talk show politico organizzato lo scorso week end da Affaritaliani.it tra le casette bianche medievali dell’incantevole Ceglie Messapica.

Nella nostra Puglia,e segnatamente qui a Ceglie, centro collinare in provincia di Brindisi rinomato per la sua estesissima campagna di ulivi e mandorli, i trulli e le masserie, i ristoranti stellati  e le 60 trattorie familiari, è un evento davvero unico,da abito della festa.

E infatti il paese è letteralmente in simpatica, gioiosa fibrillazione.

La Piazza Conte ape
 

Manifesti e gigantografie del premier affissi nei punti chiave, capannelli per le strade... nei bar, nelle case e nelle piazze non si parla d’altro, l’orologio della piazza Plebiscito divenuto in una notta bianco-rosso e verde. Fervono i preparativi, si è messa in moto la macchina organizzativa che dovrà gestire arrivi da tutta la regione e giornalisti e cameraman da tutt’Italia. Mentre i sindaci della provincia e dell’emergente Valle d’Itria, meta privilegiata del turismo a cinque stelle, stanno rispolverando la fascia tricolore per accogliere adeguatamente il capo dell’Esecutivo e mentre la banda cittadina sta riprovando l’inno nazionale.

I più sofisticati controlli di sicurezza stanno impegnando personalmente il questore di Brindisi Maurizio Masciopinto al comando di polizia,carabinieri e guarda di finanza.

All’opera la Protezione civile, i vigili del fuoco e i vigili urbani, perché tutto fili liscio e sia davvero una grande festa popolare.

Una festa della Politica. O meglio (e sperabilmente) della riconciliazione dei cittadini con la Politica.

Attraverso un uomo decisamente nuovo, un pugliese come noi, che viene dalle aule universitarie e non dalle camarille della politica e che sta entrando in punta di piedi nel cuore di molti cittadini, come confermano i sondaggi, proponendosi nel discorso pubblico come  “avvocato degli italiani” e capo del “governo del Cambiamento” e distinguendosi per la discrezione, il self control, il tratto elegante e una sobrietà molto british.

Il suo governo si è insediato solo da tre mesi e dopo la pausa estiva si trova alla vigilia  di una manovra finanziaria difficile. Con gli occhi severi e il ditino alzato dei tecnici di Bruxelles con contorno delle famose agenzie di rating e le annunciate,temute scorribande cattive dei mercati,pronti a partire con la redditizia e opportunistica speculazione al primo passo falso del governo.

Una responsabilità da far tremare i polsi a chiunque... Anche perché Conte, cattedratico del diritto a digiuno della più semplice esperienza politico-amministrativa, dovrà appellarsi, oltre che alle sue capacità di mediazione e sintesi tra i due azionisti e scalpitanti cavalli di razza Di Maio e Salvini, anche magari a Padre Pio, di cui è devoto, se vorrà fare il miracolo di portare l’Italia fuori dal guado della disoccupazione galoppante, dell’immigrazione incontrollata, di un fisco asfissiante, di infrastrutture fatiscenti, sanità malata, Università seduta, sicurezza inadeguata, dentro un’Europa lontana, divisa ed egoista.

Su tutti questi temi verterà la mia intervista, la prima del premier dopo le vacanze estive (abbiamo bruciato sul tempo il classico Forum Ambrosetti di Cernobbio, che da anni segna la riapertura del Palazzo e che quest’anno riceverà e intervisterà Conte il giorno dopo).

Lanciando con Affaritaliani.it, il quotidiano digitale di cui sono direttore ed editore, la Piazza volevo regalare al mio paese di nascita, Ceglie, alla mia regione e al nostro svantaggiato e spesso dimenticato Mezzogiorno un format politico-giornalistico nazionale capace di dargli peso e di riannodare i fili spezzati del dialogo tra cittadini e rappresentanti. E’ stato un successo di pubblico e mediatico, che  ripeteremo l’anno prossimo, a riprova che la Politica, se ben proposta, non è affatto reietta.

C’è l’abbiamo fatta. E di questo ringrazio tutti gli intervenuti, da Ettore Rosato a Barbara Lezzi, da Gino Vitali a Dario Stefano, da Armando Siri a Michele Emiliano e Gianfranco Rotondi. Ma ringrazio in particolare il sindaco di Ceglie  Luigi Caroli e la sua giunta che ci hanno creduto e mi hanno supportato in ogni modo.

E ringrazio un altro cegliese illustre, Rocco Casalino, portavoce del premier, senza del quale questo finale de La Piazza  con il botto  non sarebbe stato possibile.

Forza Ceglie, forza Puglia, forza Sud. Non ci sentiamo secondi a nessuno. Vogliamo riprenderci il nostro diritto di parola.

Tutti in piazza, dunque, a Ceglie. Per capire, come diceva lo slogan di una fortunata trasmissione televisiva a cui mi rifaccio: che cosa c’è’ dietro l’angolo?

E chi non potesse venire di persona può seguirci dalle 20,30 di venerdì attraverso le dirette internet di Affaritaliani.it, VideoM e Studio 100.

Commenti
    Tags:
    la piazzaceglie messapica

    in evidenza
    "Dogman" candidato dell'Italia Garrone in corsa per l'Oscar 2019

    Spettacoli

    "Dogman" candidato dell'Italia
    Garrone in corsa per l'Oscar 2019

    i più visti
    in vetrina
    The Cal 2019: the presentation of Pirelli Calendar 2019 will be held in Milan

    The Cal 2019: the presentation of Pirelli Calendar 2019 will be held in Milan

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Il Motor Show cambia e diventa Motor Show Festival

    Il Motor Show cambia e diventa Motor Show Festival

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.