A- A+
Politica
Radio Radicale? 300 mln di contributi. E i 5 Stelle: "Salvata radio Soros"

Radicale, Crimi: "Sbagliato concetto di salvarla, ha preso 300 mln di contributi pubblici, alle altre radio in difficoltà deve pensarci l’editore"

“Lo dico con molta franchezza: non ho nulla contro Radio Radicale, ripristiniamo la verità dei fatti. Ilpunto è che parliamo di una radio privata che beneficia di una convenzione in virtù di un bando fatto su misura, con un unico partecipante, e c’è da chiedersi perché. Una radio privata che ha percepito una quantità di contributi pubblici per quasi 300 milioni di euro”. Così Vito Crimi, esponente M5S e sottosegretario con delega all’Editoria, in un’intervista a ‘La Stampa’, a proposito del salvataggio di Radio Radicale con il voto della Lega assieme alle opposizioni.

“E’ sbagliato – aggiunge – il concetto di ‘salvare’ la radio: come tutte le società private, quando l’azienda è in difficoltà tocca all’editore mettere dei soldi. Altrimenti la lista di aziende da salvare è lunga. Se fanno un servizio così importante, forse possono stare sul mercato”.

Crimi si sofferma sulle polemiche sorte tra Lega e M5S a seguito del voto: “Era una cosa non prevista dal contratto, per cui non ci indice sui rapporti futuri. Sicuramente è una cosa che dispiace, non a me ma ai cittadini, le cui tasse vanno a Radio Radicale. Ma non è un tema dirimente, se qualcuno pensa che possa saltare un governo per RadioRadicale non ha capito quali sono i nostri obiettivi”. 

Prosegue lo scontro su Radio Radicale. Blog delle Stelle: soldi pubblici a Radio Soros. Lega: presidio di libertà da difendere

Poi Primaonline riporta il post del Blog delle stelle e scrive dello scontro politico su Radio Radicale. Duro il loro post intitolato “Altri 3 milioni di soldi pubblici a Radio Soros”; il riferimento è al voto di ieri in commissione bilancio alla Camera sull’emendamento dem che assicura all’emittente un finanziamento da 3 milioni di euro per il 2019, passato con il sostegno della Lega mentre il Movimento 5 Stelle era contrario. Fabrizio Cecchetti, vicecapogruppo della Lega alla Camera, invece, intervistato da Radio Radicale, dichiara: “L’approvazione in Commissione dell’emendamento a favore di Radio Radicale è una decisione di cui essere orgogliosi perché difende un presidio di libertà di opinione e dunque di democrazia”. Mentre secondo il sottosegretario con delega all’Editoria, il pentastellato Vito Crimi, è sbagliato salvare l’emittente con 300 mln di contributi pubblici.

Commenti
    Tags:
    crimiradio radicale
    in evidenza
    Ricatti online a sfondo sessuale, gli hacker guadagnano 15mila euro al mese

    Home

    Ricatti online a sfondo sessuale, gli hacker guadagnano 15mila euro al mese

    in vetrina
    Giarrusso: "Se Renzi vuole imitare Salvini è un grande problema"

    Giarrusso: "Se Renzi vuole imitare Salvini è un grande problema"


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Nuovo Nissan JUKE, Crossover Coupé dal carattere sportivo

    Nuovo Nissan JUKE, Crossover Coupé dal carattere sportivo


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.