A- A+
Politica
Referendum, Renzi: o vado avanti io o si va alle urne. Scontro con Mattarella

Tensione alle stelle tra Palazzo Chigi e il Quirinale a pochi giorni dal referendum costituzionale del 4 dicembre. Matteo Renzi è stato chiarissimo con i suoi più stretti collaboratori: se vince il No o vado avanti io o si torna alle urne, subito. Stop quindi dal premier a qualsiasi ipotesi di governo tecnico o di larghe intese. Ma il Presidente - come spiegano ad Affaritaliani.it fonti qualificate - la pensa diversamente.

Sul colle più alto della Capitale già si lavora a diversi scenari post-referendum e sono tre i nomi presi in considerazione per guidare un esecutivo di transizione (il quarto non eletto direttamente dai cittadini): Pier Carlo Padoan, Carlo Calenda e Pietro Grasso. Il timore del Capo dello Stato è che se dovesse vincere il No Renzi non possa andare avanti "ostaggio" dei centristi di Verdini e Alfano e della minoranza dem, decisiva a Palazzo Madama.

Ma il Quirinale non sembra intenzionato a sciogliere le Camere rapidamente, nemmeno qualora il Parlamento trovasse in tempi stretti un'intesa per modificare la legge elettorale e renderla valida anche per il Senato. Il timore è sempre lo stesso ovvero le tensioni sui mercati finanziari e in particolare sul temutissimo spread. Non solo. Pare che da Bruxelles (Commissione Ue) e da Francoforte (Bce) siano arrivati segnali contrari alle elezioni politiche all'inizio del 2017.

In caso di successo del No, Renzi farebbe certamente un passaggio al Quirinale e in quella sede si valuterà la situazione. Tornare alle Camere per cercare un nuovo voto di fiducia non metterebbe al riparo il governo attuale dall'essere costantemente sotto tiro di centristi e sinistra Pd, ragionano al Colle. I

l premier e segretario dem, però, farà di tutto per mettere in chiaro che in Aula il suo partito non darà i voti ad un altro presidente del Consiglio, nemmeno se targato Partito Democratico. Ed ecco che al di là delle liti 5 Stelle-Renzi ormai quotidiane e palesi ci sono altre tensioni, sottotraccia, legate al referendum. E interessano direttamente i palazzi più importanti del potere romano.

Tags:
referendum renzi mattarellarenzi dimissionirenzi si dimettedimissioni di renziquirinale governorenzi referendum no governo
in vetrina
Elezioni Sardegna e Lotti, nuove batoste per il Pd. Si scatena l'ironia social

Elezioni Sardegna e Lotti, nuove batoste per il Pd. Si scatena l'ironia social

i più visti
in evidenza
Diletta Leotta torna single Il gossip che scalda l'estate

Sport

Diletta Leotta torna single
Il gossip che scalda l'estate


Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Nuovo Renault Koleos: il grande SUV diventa più stiloso e più confortevole

Nuovo Renault Koleos: il grande SUV diventa più stiloso e più confortevole


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy Privacy Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.