A- A+
Politica
Salvini contro i giudici: Di Maio e Bonafede si dissociano, Conte lo difende
Foto LaPresse

L'attacco diretto di Matteo Salvini alla magistratura nella sua diretta facebook dal Viminale mette in imbarazzo gli "alleati" di governo, quei grillini che - sull'appoggio alla magistratura contro Silvio Berlusconi  - avevano costruito gran parte della loro fortuna agli albori del Movimento.

Ovviamente, una cosa è stare all'opposizione, tutt'altra governare il Paese e soprattutto a fianco di un comprimario scomodo come Matteo Salvini (e a maggior ragione, dopo aver sbandierato per anni che il m5s non avrebbe stretto alleanze con nessuno).

I grillini hanno "voluto la bicicletta" accettando un accordo istituzionale con la Lega e adesso debbono "pedalare", ma la strada dell'esecutivo giallo-verde è alquanto impervia e il Ministro dell'Interno non la facilita di certo ai suoi compagni di avventura pentastellati.

L'attacco diretto di quest'ultimo alla magistratura, rea di avergli inviato l'avviso di garanzia che gli notifica l'indagine sul reato di "sequestro aggravato di persona" per la vicenda della nave Diciotti, è evidentemente troppo per i pentastellati i quali, dal Ministro della Giustizia Alfonso Bonafede al vicepremier e Ministro del Lavoro Luigi Di Maio, sono stati costretti a dissociarsi - seppur debolmente.

"Non ritengo giusto che non si rispetti la magistratura" ha ribadito Di Maio ospite di David Parenzo e Luca Telese nel programma In Onda, pur ribadendo che le scelte riguardo alla Diciotti erano condivise da tutto il Governo. "Non scateniamo questa guerra con la magistratura o i cittadini ci diranno state combattendo o state governando?". Adombrando l'indimenticato Tonino Carotone, "Per la Lega" ha concluso il capo politico grillino, "è un momento difficile".

Poco prima, il Guardasigilli pentastellato Bonafede aveva dichiarato: "Di certo non si può dare sostegno alle accuse ai magistrati. Non è giusto che non si rispetti la magistratura [...] Quando si divide la magistratura tra destra e sinistra si riporta il paese alla Repubblica berlusconiana".

Il sostegno incondizionato a Salvini arriva invece da un altro giurista del m5s nonché, nientemeno, attuale Presidente del Consiglio, ovvero Giuseppe Conte, ospite a Ceglie Messapica nell'evento "La Piazza" organizzato dal direttore di affaritaliani.it Angelo Maria Perrino. "Immaginate un leader di un partito che da oggi in poi non può più disporre di un euro per poter svolgere attività politica. Non ha senso banalizzare il problema. Capisco lo scoramento di Salvini". E ha aggiunto: "Se non avessi fatto il premier mi sarei offerto per difendere la Lega, sarebbe stato stimolante. E non lo dico per offendere i legali che se ne occupano". 

Commenti
    Tags:
    matteo salvinisequestro aggravato di personamagistraturaluigi di maioalfonso bonafedem5s lega

    in evidenza
    Da Picasso all'arte islamica in Iran Jaca Book, ecco i libri in uscita

    Novità editoriali

    Da Picasso all'arte islamica in Iran
    Jaca Book, ecco i libri in uscita

    i più visti
    in vetrina
    Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

    Diletta Leotta: "Gol dell'anno? Voto Brignoli. E il Contadino cerca moglie..."

    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroen Berlingo vent'anni di successi

    Citroen Berlingo vent'anni di successi

    Abiti sartoriali da Uomo, Canali

    Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.