A- A+
Politica
Silvio Berlusconi dall'alto dei suoi 80 anni ha ragione
SCHIAFFO 2 - Silvio Berlusconi. Andava bene così. Cercare di fottere (politicamente) Salvini sulla storia del controllo dell'immigrazione non gli gioverà. Di solito quelli che sono stufi degli immigrati violenti votano l'originale.
In un marasma di promesse, prese di posizione, attacchi uno contro l’altro della campagna elettorale il cavaliere Silvio Berlusconi, pur dall’alto dei suoi ottant’anni pare avere azzeccato un tris di osservazioni interessanti e che hanno un loro perché.
 
La prima è la bomba sociale. Il leader di Forza Italia vede gli oltre 500 mila irregolari presenti nel nostro paese come una vera e propria bomba sociale, pronta ad esplodere se  non disinnescata. Come dargli torto? E chi tra i diversi partiti avrebbe la ricetta giusta per disinnescarla? 
 
Di certo non il Pd che, insieme a tutta la sinistra è corresponsabile con altri (compreso lo stesso passato Governo Berlusconi)  di aver firmato accordi europei come il regolamento di Dublino o l’accordo con la Turchia non certo favorevoli all’Italia sul tema sbarchi.
 
Elezioni 2018. Le risposte dei partiti non sempre ottimali.
 
 
Anche il M5S non pare su questo versante molto attrezzato. Si parla di far rispettare gli accordi, contenere gli sbarchi, andare a cercare le motivazioni reali della fuga dai Paesi e quindi contenere il flusso all’origine. Tutti impegni condivisibili ma paiono davvero solo impegni sulla carta.
 
Non parliamo poi di LEU perché a sentire il suo leader Pietro Grasso non solo non bisognerebbe contenere ma addirittura accogliere tutti. Una posizione ancora più alla destra di Papa Francesco. Socialmente un’idea positiva, realisticamente qualcosa di irrealizzabile e politicamente una pazzia /suicidio per il partito.
 
Forza e Lega sembrano al momento quelli con le risposte più’ chiare. Senza se e senza ma confermano di voler impegnarsi su due aspetti: fuori i clandestini in tempi brevi e massima accoglienza invece a chi ha diritto di rimanere.
 
 
La seconda osservazione riguarda il sostegno all’edilizia e lo snellimento della burocrazia. 
Infatti dopo la cura Monti il valore delle case, e non solo di quelle, è precipitato. Solo adesso si ricomincia leggermente a costruire e si vedono i prezzi delle abitazioni risalire.
E a questo proposito snellire significa per il Cavaliere costruire senza chiedere nulla con la condizione pero’ che se a costruzione finita, le regole non sono state rispettate , la costruzione viene demolita punto e stop. Così come viene fatto da sempre in un paese liberale e imprenditoriale come gli Stati Uniti.
 
Purtroppo qui da noi in molte regioni del Paese abusivismo è un qualcosa di assolutamente naturale e nessuno ha il coraggio di scontrarsi con interessi non sempre puliti.
Ma, un paese serio, dovrebbe saperlo fare.
 
Elezioni 2018. L’Italia non è razzista
 
 
La terza osservazione riguarda il razzismo. Un tema attuale con i recenti fatti venuto alla ribalta.
Berlusconi afferma che da noi non c’e’ razzismo ma potrebbe rinascere se non si sapranno dare risposte concrete sui clandestini.
E su queste affermazioni molti hanno rispolverato la deriva fascista, i temi dell’antifascismo, la paura di Casa Pound o Forza Nuova. 
 
Tutti pretesti politici per attaccare gli avversari. La verità’ che il razzismo non c’entra. Quando un delinquente spara a sei vittime inermi di colore, rimane solo un delinquente e uno squilibrato. 
Come pure non c’entra la paura dei migranti quando un branco tra senegalesi, nigeriani e marocchini stupra una giovane, un trans e altro e si becca 10 anni ( mediamente per ognuno)o. E’ solo un branco di delinquenti e basta.
 
L’Italia e gli italiani non hanno paura, non sono razzisti, anzi sono uno dei popoli più’ ospitali al mondo. 
In questi anni sono stati un modello per l’Europa, in molti casi fredda e inospitale.
Ma esiste un limite per tutto e non bisogna arrivare a superarlo.
 
Inoltre l’enfasi su questi temi è qualcosa di molto pericoloso. Questa consapevolezza sembra non esserci in due mondi dipendenti : quello dei politici e quello dei media.
Forse parlarne un po’ meno, creando mostri a destra e a sinistra, potrebbe servire a dare maggiori autonomie di giudizio ai cittadini italiani. 
Cittadini che, da soli ( e non bisogna dimenticarlo) stanno dando prova di rispetto ed equilibrio verso tutti gli stranieri arrivati, clandestini o regolari che siano.
 
 
Tags:
silvio berlusconicampagna elettoraleelezioni 2018

in vetrina
Inter-Milan, ecco come Icardi ha beffato Donnarumma. L'analisi dell'errore di Gigio

Inter-Milan, ecco come Icardi ha beffato Donnarumma. L'analisi dell'errore di Gigio

i più visti
in evidenza
Portachiavi chic a forma di pino Arbre Magique contro Balenciaga

Costume

Portachiavi chic a forma di pino
Arbre Magique contro Balenciaga

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Al Salone di Padova Citroen festeggia i 50 anni di Mehari

Al Salone di Padova Citroen festeggia i 50 anni di Mehari

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.