A- A+
Politica
Sondaggi Elezioni 2018, CasaPound "sdoganata": l'onda nera non fa paura
Simone Di Stefano, candidato premier e segretario nazionale di CasaPound, con Mauro Antonini, responsabile di CPI e candidato presidente della Regione Lazio

I sondaggi sulle imminenti elezioni del 4 marzo 2018 parlano chiaro. In particolar modo, uno studio condotto dall'Istituto Ferrari Nasi per Libero Editoriale. In sostanza, secondo la rilevazione in questione, la temutissima "onda nera" del Fascismo risorgente che ha impazzato nei dibattiti, anche per via dell'ascesa di CasaPound, non sarebbe poi così temuta dagli italiani.

Solo il 14 % degli italiani sarebbe, infatti, "molto preoccupato" al riguardo, mentre un 21 % si dice "abbastanza preoccupato", a fronte di un 25 % e soprattutto di un 33 % che si definiscono "poco" e "per nulla" preoccupati. 

Per giunta, il 17 % del campione intervistato considera esagerato il timore che "l'onda nera" sia un pericolo per la democrazia, e il 33 % è abbastanza d'accordo sul fatto che sia piuttosto forzato definire un pericolo le istanze dei Fascisti contemporanei. 

Il 42 % degli italiani giudica il comunismo sovietico l'esperienza più dannosa dell'Umanità, a fronte del 35 % che invece - fra queste due opzioni - ritiene più perniciosa l'esperienza del regime mussoliniano. Un 23% di indecisi, tuttavia, dev'essere tenuto ampiamente in considerazione.

Il sondaggio dell'istituto Ferrari Nasi sembra insomma confermare l'abbrivo acquisito da CasaPound nelle  varie rilevazioni. Sia nei sondaggi per le elezioni regionali del Lazio, sia per quelle politiche, la percentuale attribuita alla Tartaruga Frecciata è del 2-3 % circa, percentuale ovviamente non comprensiva delle opinioni dei tanti intervistati che preferiscono non esprimere pubblicamente la propria preferenza per una formazione dichiaratamente fascista.

Un elemento peculiare da tenere in considerazione, quello delle cosiddette "risposte di prestigio", che potrebbe lasciar trapelare un potenziale successo oltre le aspettative per la Tartaruga Frecciata. Del resto, le varie giornate di raccolta firme hanno visto i banchetti e le sedi di CPI presi d'assalto da cittadini intenzionati a votare CasaPound, con un campione di potenziali elettori piuttosto eterogeneo e sfuggente a ogni incasellamento in categorie predefinite.

Simone Di Stefano, candidato Premier, e Mauro Antonini, candidato Presidente della Regione Lazio, riusciranno a entrare in Parlamento e nel Consiglio Regionale? A giudicare dai sondaggi e dall'atmosfera che si respira, potrebbe essere un esito del tutto plausibile, oltre che storico.

Tags:
sondaggielezioni 2018casapoundsimone di stefanomauro antoninielezioni regionali lazio

in vetrina
Fabrizio Corona e Zoe Cristofoli addio: non fu colpa di Belen. Il gossip

Fabrizio Corona e Zoe Cristofoli addio: non fu colpa di Belen. Il gossip

i più visti
in evidenza
"Mio figlio si è tolto la vita Vorrei il GF Vip come terapia"

LORY DEL SANTO CHOC

"Mio figlio si è tolto la vita
Vorrei il GF Vip come terapia"

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare
motori
Fiat 500L S-Design, dedicata a un pubblico giovane e metropolitano

Fiat 500L S-Design, dedicata a un pubblico giovane e metropolitano

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.


RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it
Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.