Fondatore e direttore
Angelo Maria Perrino

Tomaso Montanari, pasdaran di sinistra. Il profilo-ritratto

Dal no alla Raggi a Libertà e Giustizia

Tomaso Montanari, pasdaran di sinistra. Il profilo-ritratto

Tommaso Montanari insieme ad Anna Falcone è il vero pasdaran della sinistra italiana. Al teatro Brancaccio di Roma hanno dato vita ad una kermesse che non ha fatto sconti a Giuliano Pisapia e che ha bacchettato Massimo D'Alema, il quale, seduto nelle prime file, ha spesso scosso la testa.

Ma chi è Tomaso Montanari? Allievo di Paola Barocchi alla Scuola Normale Superiore di Pisa, è professore ordinario di Storia dell'Arte moderna all'Università degli Studi di Napoli. I suoi studi riguardano soprattutto l'arte europea dell'età barocca.

Dopo aver collaborato a Il Fatto Quotidiano, con articoli e la cura di un blog, e al Corriere del Mezzogiorno, dal novembre 2014 scrive su Repubblica, sul cui sito tiene il blog Articolo 9.

Fino al 2013 ha scritto anche per il Corriere Fiorentino, il dorso locale del Corriere della Sera, dal quale è stato licenziato per incompatibilità con "la linea del giornale" dopo aver pubblicato un saggio assai critico nei confronti di Matteo Renzi (Le pietre e il popolo, 2013).

Ha vinto il Premio Giorgio Bassani di Italia Nostra (novembre 2012), e ha ricevuto, dal Presidente della Repubblica italiana Giorgio Napolitano l'onorificenza di Commendatore «per il suo impegno a difesa del nostro patrimonio» (marzo 2013), è stato membro della Commissione per la riforma del Ministero per i Beni Culturali istituita dal ministro Massimo Bray nel settembre 2013.

Ha condotto La libertà di Bernini su Rai 5, in 8 puntate; segue, dal 16 dicembre 2016, La vera natura di Caravaggio, 12 puntate che ripercorrono la vicenda biografica e artistica del pittore lombardo, attingendo a fonti dell'epoca e agli scritti degli esperti più sorvegliati.

È stato membro del Consiglio Nazionale di Italia Nostra.

Nel giugno 2016 diventa consigliere speciale di Lorenzo Falchi (Sinistra Italiana), eletto sindaco del comune di Sesto Fiorentino.

Nello stesso giugno del 2016 non accetta la proposta di Virginia Raggi di far parte della giunta comunale di Roma Capitale, nel ruolo di assessore alla Cultura. In quell'occasione la Raggi manifesta la volontà di creare un gruppo di consiglieri per la cultura, di cui Montanari avrebbe dovuto far parte: ma niente del genere, in seguito, si concretizza.

Come membro del Comitato per il No, tra l'estate e l'autunno del 2016 fa attivamente campagna per il No al referendum costituzionale sulla riforma proposta dal governo Renzi. Su questo scrive l'ebook Così No

Nel marzo 2017 diventa presidente di Libertà e Giustizia succedendo a Nadia Urbinati.

In Vetrina

Sesso in pubblico ai Fori Imperiali. Roma hot e choc. FOTO E VIDEO DEL SESSO

In evidenza

Fiorello-vs Morandi show Botta e risposta sui social
Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

casa, immobiliare

Motori

Peugeot ritorna nel mercato dei Pick Up

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.