A- A+
Politica
Zingaretti vorrebbe un governo giallo-rosso, ma fa il prezioso

Nicola Zingaretti ha ribadito oggi che lui non supporterà nessun governo tecnico con i Cinque Stelle qualora dopo le elezioni ci fosse una crisi (uno dei suoi sogni ricorrenti).

Un atteggiamento che non può non strappare un sorriso. Zingaretti sembra uno di quei personaggi dei racconti ottocenteschi che innamorati di qualcuno un po’ si offrivano e un po’ si ritraevano per farsi desiderare di più.

Zingaretti ha in realtà un sogno segreto e questo sogno si chiama “giallo-rossi” e non si tratta di un omaggio alla squadra della sua città, Roma, ma bensì all’eterno richiamo del potere.

Zingaretti, come Martin Luther King, “ha un sogno” e cioè quello di tornare a governare in questa legislatura al posto della Lega di Salvini. Già si immagina sistemato nelle poltrone di qualche bel ministero romano, spaparanzato tra i vecchi mobili e storiche scrivanie appartenute magari a Quintino Sella o a Camillo Bando di Cavour. Zingaretti, come ogni ex dirigente comunista, ha un solo obiettivo in testa: il potere ad ogni costo.

Il Pd ha dimostrato questa sua atavica fame di comando da quando uno spregiudicato Matteo Renzi fece il Patto del Nazareno con l’”odiato” Silvio Berlusconi, oppure quando tradì la classe lavoratrice con il Jobs Act e l’abolizione dell’articolo 18.

Ma è possibile che ora parli di tutto ma non del ripristino dell’articolo 18? È possibile che il capo del maggior partito della sinistra non senta la necessità di tutelare i lavoratori?

E il fatto che ora sia all’opposizione è ancor più grave perché ora potrebbe parlare “a gratis” e neppure quello fa.

Però dice che non è interessato ad un patto “giallo -rosso” mentre c’è da giurare che farebbe carte false per rificcarsi a Palazzo Chigi.

Almeno, in una situazione simmetrica e speculare, Silvio Berlusconi pare molto più genuino perché lui a governare ci tiene e come ed ha comunque il buon gusto di dirlo apertamente.

Lo stesso Berlusconi, si badi bene con cui Zingaretti ha fatto un accordo elettorale in Sicilia.

A tal proposito Luigi Di Maio ha dichiarato:

“Quando vince il Movimento Cinque Stelle si mandano all’opposizione il Patto del Nazareno e gli estremismi. Quando non vince il Movimento Cinque Stelle, vincono coalizioni di Pd e Forza Italia insieme, come successo a Gela: questo è inquietante per il futuro del Paese. Per questo credo che bisogna continuare a dare fiducia al Movimento Cinque Stelle”.

Questi accordi “contro natura” dimostrano che il Pd non è affatto cambiato e pur di governare si alleerebbe anche col diavolo.

 

 

 

 

Commenti
    Tags:
    nicola zingarettiluigi di maiogoverno giallo - rossosilvio berlusconinazarenocinque stellejobs act
    in evidenza
    "Vita in Diretta, misura colma" L'Ad Salini sul piede di guerra

    MediaTech

    "Vita in Diretta, misura colma"
    L'Ad Salini sul piede di guerra

    i più visti
    in vetrina
    Fabrizio Corona, le prime immagini dal carcere. FOTO

    Fabrizio Corona, le prime immagini dal carcere. FOTO


    Zurich Connect

    Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

    casa, immobiliare
    motori
    Citroen presenta la serie speciale "C1 Urban Ride"

    Citroen presenta la serie speciale "C1 Urban Ride"


    RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
    Finalità del mutuo
    Importo del mutuo
    Euro
    Durata del mutuo
    anni
    in collaborazione con
    logo MutuiOnline.it
    Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

    © 1996 - 2019 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

    Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

    Contatti

    Cookie Policy Privacy Policy

    Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.