A- A+
PugliaItalia
A Mons. Alberto D'Urso il Premio Monti Frumentari 2017

A Mons. Alberto D’Urso, quale Presidente della Consulta Nazionale Antiusura, la Città di Leonessa (RI) ha conferito  il “Premio Monti Frumentari 2017”. il riconoscimento che - nella cittadina del reatino - viene consegnato ogni anno a persone  o associazioni che combattono l’usura

DURSO MONTI FRUMENTARI
 

“È un premio che ci lusinga e riempie di responsabilità - ha dichiarato Mons. D'Urso - a proseguire nel percorso di lotta all’usura iniziato oltre vent’anni fa. Un’attività sempre più difficile e complessa in questi anni di perseverante crisi economica che vede quotidianamente accrescere il numero delle famiglie indebitate e in stato povertà che finiscono nelle mani degli usurai". 

"L’usura ovunque si presenta come un fenomeno dilagante quanto sommerso - ha aggiunto - strettamente legato  all’azzardo, anch’esso molto diffuso a causa della crisi economica, la più grave del dopoguerra. È presente in ogni ambito della nostra società, tra le sue stesse istituzioni,  all’intero del sistema economico, caratterizzato da una ambiguità tipica di molte attività illegali. Le dimensioni, l’ampiezza della domanda e dell’offerta delle usure, sono indefinibili. Il numero delle denunce presentate dalle vittime rappresenta solo la punta di un iceberg".

durso ritratto
 

Secondo dati estremamente prudenti - con approssimazioni per difetto - è stato calcolato che le famiglie, che in Italia si sono indebitate a usura per 30 miliardi di euro, ne hanno restituito 66; le imprese del settore del commercio e dei servizi che si sono indebitate per 5 miliardi di euro ne hanno restituiti 11; le imprese agricole a fronte di 2,25 miliardi richiesti ne hanno restituiti 4,95. È  finito nelle mani degli usurai un totale complessivo di 81 miliardi pari a 5,5 punti di PIL”. Il fenomeno - ancora per tanti versi sommerso - è  molto complesso e articolato,

“Sono dati che dovrebbero dare l’idea - ha concluso Mons. Alberto D’Urso - di quanto lavoro ci sia da fare e di quanto sia importante rendere più incisiva e perseverante la lotta all’usura e all’azzardo. Il Premio Monte Frumentari,  istituito da San Giuseppe di Leonessa intorno all’anno 1600 per salvare i contadini dall’usura, ha offerto un momento di riflessione che ha permesso di sottolineare la necessità del contributo e sostegno di tutti sul piano della prevenzione, della solidarietà e della legalità della lotta all’usura. Certamente la lotta è impari,  gli usurai si sono insinuati nel tessuto economico e sociale del Paese, ma non dobbiamo abbandonarla”.

(gelormini@affaritaliani.it)

Tags:
alberto d'ursopremio frumentari consulta antiusura

Zurich Connect

Zurich Connect ti permette di risparmiare sull'assicurazione auto senza compromessi sulla qualità del servizio. Scopri la polizza auto e fai un preventivo

i blog di affari
Governo Lega-M5S, una risata zarathustriana per Laura Boldrini
di Diego Fusaro
Imperia. Festival Internazionale della Cultura Mediterranea fino a domenica 27
di Paolo Brambilla - Trendiest
Royal wedding, un evento globale da 36 milioni di euro
di Elena Vertignano
i più visti

Abiti sartoriali da Uomo, Canali

Dal 1934 Canali realizza raffinati abiti da uomo di alta moda sartoriale. Scopri la nuova collezione Canali.

RICHIEDI ONLINE IL TUO MUTUO
Finalità del mutuo
Importo del mutuo
Euro
Durata del mutuo
anni
in collaborazione con
logo MutuiOnline.it

Testata giornalistica registrata - Direttore responsabile Angelo Maria Perrino - Reg. Trib. di Milano n° 210 dell'11 aprile 1996 - P.I. 11321290154

© 1996 - 2018 Uomini & Affari S.r.l. Tutti i diritti sono riservati

Per la tua pubblicità sul sito: Clicca qui

Contatti

Cookie Policy

Affaritaliani, prima di pubblicare foto, video o testi da internet, compie tutte le opportune verifiche al fine di accertarne il libero regime di circolazione e non violare i diritti di autore o altri diritti esclusivi di terzi. Per segnalare alla redazione eventuali errori nell'uso del materiale riservato, scriveteci a segnalafoto@affaritaliani.it: provvederemo prontamente alla rimozione del materiale lesivo di diritti di terzi.